11.9 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Inter, sconfitto il Cagliari e momentaneo primato in classifica

HomeSerie AInter, sconfitto il Cagliari e momentaneo primato in classifica
la notizia dopo la pubblicità

Inter, sconfitto il Cagliari e momentaneo primato in classifica

Nell’anticipo del sabato sera si sono affrontate Cagliari e Inter, un match intenso e con continui cambi di fronte, finito 1-3 nonostante i sardi meritassero almeno il pareggio con la loro prestazione. Sono stati infatti capaci di mettere in difficoltà l’Inter per gran parte della partita per merito di un Faragò in stato di grazia e di Pavoletti, che ha fatto a sportellate con i due centrali nerazzurri per far salire la squadra. Nonostante la prestazione non sia stata delle migliori, l’Inter guadagna tre punti che le permettono di portarsi in testa alla classifica di Serie A, staremo a vedere le risposte di Juve e Napoli nelle partite di oggi.

Nei primi secondi della gara il Cagliari si guadagna un paio di calci d’angolo e costringe gli ospiti a rintanarsi nella propria area di rigore per respingere i continui assalti dei rossoblù che hanno voglia di fare risultato anche contro una formazione nettamente superiore sulla carta. Handanovic deve compiere un miracolo su una conclusione ravvicinata di Pavoletti, abile nel coordinarsi e calciare un cross dalla destra di Faragò. Miranda si fa ammonire per un tocco di mano e sarà costretto a saltare Inter-Chievo poiché era diffidato. Nella prima mezzora Barella si fa notare per delle ottime giocate sia con il pallone tra i piedi che in fase di inserimento e supporto agli attaccanti, ma è l’Inter a trovare il gol alla prima chance: cross di Candreva e Perisic in scivolata mette dentro per Icardi, che non sbaglia. Brutto colpo per il Cagliari che vede i propri sforzi vanificati dal gol dell’argentino e arretra il baricentro di qualche metro.

Nel secondo tempo Spalletti è costretto a sostituire Vecino per un problema muscolare e sceglie di mandare dentro Brozovic, che in appena due minuti mette la firma sul 2-0. Skriniar apre per il solito Candreva che mette ancora dentro, stavolta per il croato che di destro batte Rafael. Il Cagliari prova a riaprirla con l’ingresso di Farias ed il passaggio al 3-4-2-1, e gli sforzi della squadra sono premiati. Faragò mette l’ennesimo pallone in mezzo per Pavoletti, destro al volo e palla alle spalle di Handanovic per l’1-2 che ridà speranze ai ragazzi di Diego Lopez. Al 35’ ammonizione anche per Gagliardini, diffidato, che salterà il Chievo settimana prossima. Al 38’ Icardi rimette due gol di vantaggio in favore dei nerazzurri: su un’uscita sbagliata di Rafael raccoglie il pallone il capitano dell’Inter che è bravo a mettere nell’angolino per l’1-3 finale.

Grande partita del Cagliari che ha dimostrato di poter dare più di un grattacapo anche alle primissime in classifica, nonostante poi abbia dovuto cedere di fronte alla maggior concretezza degli avversari. Ma questa partita può dare ai sardi la giusta confidenza nei propri mezzi per affrontare il resto del campionato a testa altissima. L’Inter dimostra di saper leggere i momenti della partita e di essere capace di far male al primo affondo dopo aver sofferto gli attacchi avversari.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Federico Baldan
Laureato magistrale in Lingua e Letteratura Inglese e Postcoloniale a Ca' Foscari. Esperto di sport, videogiochi, fumetti.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Rialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare

Rialto (Venezia), lunedì scorso, una giornata normale di flusso turistico nella direttrice Campo San Bartolomeo - San Lio nella prima vera apparizione di caldo estivo. Mai la commessa di un negozio di quella via, una giovane veneziana di 24 anni, avrebbe pensato...

Morto turista tedesco, dipendente del campeggio di Cavallino indagato

Morto il turista tedesco ricoverato all'Angelo dopo un litigio in un camping di Cavallino-Treporti, il dipendente ritenuto responsabile potrebbe a momenti essere accusato di omicidio In base alle risultanze d'indagine, infatti, la Procura della Repubblica deciderà nelle prossime ore se indagare l'aggressore...

Giardinetti Reali di Venezia: eliminate due balaustre per dar spazio ai trasporti turistici. Lettere

"Recinzione Napoleonica ripristinata a San Marco dopo 14 anni di battaglie e un esposto del Prof. Mozzatto, ma subito rimossi ben due tratti della storica balaustra per fare dei pontili turistici: continua lo scempio a Venezia per dal posto alle attività...

Turisti riducono Piazza San Marco pizzeria a cielo aperto: da oggi non pagherò più le tasse

Il prof. Tamborini denuncia che la Polizia Municipale è intervenuta solo dopo molte insistenze e quando ormai non c'era più niente da rilevare. Oltre al fatto che ormai non viene praticamente sanzionato più nulla (neanche agli abusivi), perchè un cittadino deve...

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

In risposta alla lettera: "Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc. Spero per i suoi...

La Venezia perduta. Addio a Testolini, la cartoleria dei veneziani. Storia e ricordi

Testolini chiude, dal 1911 la cartoleria dei Veneziani. Storia e ricordi di un altro pezzo di Venezia che scompare. Intervista a Stefano Bettio, assieme al fratello Alessandro, ultimi gestori.

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

8 Marzo dedicato alla Coreografa Luciana De Fanti. Di Andreina Corso

Se Italo Calvino ci perdona, se lo copiamo e ci lascia dire: se una sera d’inverno a Mestre una Grande Donna, un’Artista, una Ballerina, una Coreografa e una animalista ricorda suo figlio Omar Caenazzo, morto prematuramente in un incidente stradale, quella...

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. VIDEO

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. In rima, con una melodia orecchiabile e quell'ironia tipica del dialetto veneziano. La cornice e lo sfondo sono proprio la città, in questa estate 2021: un anno e mezzo di emergenza sanitaria da...

Il nostro giornale festeggia: oltre 10 milioni di pagine viste

"La Voce di Venezia" a luglio 2014 ha incredibilmente abbattuto il muro delle 10 milioni di pagine viste. Era ormai qualche anno fa: un pugno di ragazzi (in parte di Venezia) usciti dal corso di laurea di "Scienze della Comunicazione"...

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...