30.9 C
Venezia
giovedì 29 Luglio 2021

Infortuni Covid Inail: in Veneto quasi 10% dei casi italiani

Homeinfortuni sul lavoroInfortuni Covid Inail: in Veneto quasi 10% dei casi italiani

Infortuni Covid, l’Inail ha registrato in Veneto quasi 10% dei casi italiani.
Nel 2020 in Veneto sono stati denunciati all’Inail 12.735 casi da contagio Covid-19.
Si tratta del 9,7% dei casi denunciati a livello nazionale (131.090).
La provincia più colpita è Verona con 3.377 denunce.
I dati fanno riferimento a casi avvenuti soprattutto nei mesi di marzo, novembre e dicembre.
La seconda ondata di contagi ha avuto un impatto significativo anche in ambito lavorativo.
Nel solo ultimo trimestre è stato registrato il 62% dei contagi avvenuti in situazione di lavoro.
Le infezioni da Covid 19

hanno colpito maggiormente i lavoratori della “Sanità e assistenza sociale” tra cui gli ospedali, le case di cura e di riposo.
Risultano più colpite le donne (73,7) che, essendo maggiormente impiegate in questo settore, risentono dell’alto rischio da contagio presente nell’ambiente di lavoro.
Gli infortuni mortali in Veneto sono stati 10, in Italia 423, e gli eventi che hanno causato l’infezione sono avvenuti prevalentemente nei primi mesi della pandemia (febbraio-marzo).
L’Inail corrisponde un’indennità giornaliera per tutto il periodo di astensione dal lavoro, compreso il periodo di quarantena o di permanenza domiciliare fiduciaria dell’infortunato.

(Rip.)
Infortuni Covid, l’Inail ha registrato in Veneto quasi 10% dei casi italiani.
Nel 2020 in Veneto sono stati denunciati all’Inail 12.735 casi da contagio Covid-19.
Si tratta del 9,7% dei casi denunciati a livello nazionale (131.090).
La provincia più colpita è Verona con 3.377 denunce.
I dati fanno riferimento a casi avvenuti soprattutto nei mesi di marzo, novembre e dicembre.
La seconda ondata di contagi ha avuto un impatto significativo anche in ambito lavorativo.
Nel solo ultimo trimestre è stato registrato il 62% dei contagi avvenuti in situazione di lavoro.
Le infezioni da Covid 19

hanno colpito maggiormente i lavoratori della “Sanità e assistenza sociale” tra cui gli ospedali, le case di cura e di riposo.
Risultano più colpite le donne (73,7) che, essendo maggiormente impiegate in questo settore, risentono dell’alto rischio da contagio presente nell’ambiente di lavoro.
Gli infortuni mortali in Veneto sono stati 10, in Italia 423, e gli eventi che hanno causato l’infezione sono avvenuti prevalentemente nei primi mesi della pandemia (febbraio-marzo).
L’Inail corrisponde un’indennità giornaliera per tutto il periodo di astensione dal lavoro, compreso il periodo di quarantena o di permanenza domiciliare fiduciaria dell’infortunato.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.