pubblicità
pubblicità
10.9 C
Venezia
martedì 20 Aprile 2021
HomeGrandi Navi a VeneziaGrandi Navi a Venezia: intanto a Marghera, poi fuori. L'annuncio del governo

Grandi Navi a Venezia: intanto a Marghera, poi fuori. L’annuncio del governo

Grandi Navi a Venezia: nel giorno del compleanno di Venezia l’annuncio più inatteso. Intanto andranno a Marghera, poi proprio fuori dalla laguna. Per questo è pronto un bando per idee alternative.
Si tratta dell’ennesimo annuncio ‘rivoluzionario’ sulle grandi navi a Venezia, che già nel 2017 il Comitatone voleva ‘espellere’ da San Marco.
“Al fine di tutelare un patrimonio storico-culturale non solo italiano ma del mondo intero, i Ministri della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, della Cultura, Dario Franceschini, del Turismo, Massimo Garavaglia e delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, hanno concordato di dirottare in via temporanea il traffico delle grandi navi da Venezia verso Marghera”, si legge in una nota passata quasi sotto traccia.
La decisione assunta oggi dai ministri di dirottare in via temporanea il traffico delle crociere da Venezia a Marghera, è però importante, e va nel solco di quanto aveva già indicato l’ultimo Comitato interministeriale durante il Conte-bis, il 21 dicembre 2020.
In quell’occasione si era già stabilito che le navi passeggeri dovessero restare a Venezia, come home port, ma approdare fuori della laguna, e in via provvisoria con attracco a Marghera.
I quattro ministri del Governo Draghi (transizione ecologica, cultura, turismo, infrastrutture) hanno deciso che “al fine di tutelare un patrimonio storico-culturale non solo italiano ma del mondo intero” come Venezia il traffico delle grandi navi verrà dirottato – non si sa ancora quando – verso lo scalo industriale. Ma soprattutto è stato poi stabilito di lanciare un concorso di idee per portare gli approdi fuori della laguna e risolvere in maniera strutturale e definitiva il problema del transito delle grandi navi a Venezia.

Prima che la pandemia Covid bloccasse del tutto il turismo, e quindi le crociere a Venezia, lo stesso sindaco Luigi Brugnaro, il 20 luglio 2019, giorno del Redentore – quando le crociere sono state costrette a dirottare su Marghera per la chiusura del Canale della Giudecca – aveva dimostrato plasticamente che le grandi navi possono evitare il passaggio in bacino San Marco, senza scavare nuovi canali. Salito a bordo di una nave da crociera, aveva mostrato con video e cronache sui social che i ‘giganti del mare’ possono percorrere il Canale dei Petroli, entrando dalla bocca di porto di Malamocco, quindi entrare nel canale Nord di Marghera e qui attraccare. Del resto per un nuovo terminal crociere nel canale industriale Nord-sponda Nord di Marghera, l’Autority portuale di Venezia ha già lanciato un bando lo scorso 24 febbraio, per valutare la fattibilità tecnico economica dell’opera, che secondo alcune stime dovrebbe aggirarsi sui 41 milioni di euro. Il bando di progettazione, per una cifra di 936.804 euro, aveva inizialmente il termine di presentazione fissato al 31 marzo prossimo, poi prorogato al 15 aprile, con termine di sei mesi per la consegna del progetto. Questo deve prevedere la progettazione di un terminal passeggeri, con relativa banchina prospiciente il Canale Industriale Nord. Lo scopo è di recuperare a fini portuali un’area che attualmente è degradata e sottoutilizzata, con una nuova localizzazione di servizi anche a carattere urbano. Il terminal sarebbe raggiungibile dalla Bocca di Malamocco, percorrendo il canale Malamocco-Marghera, evitando così il passaggio delle Grandi Navi nel Bacino di san Marco.

Le cose si sono dunque mosse nel giorno dei 1600 anni di venezia: i Ministri della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, della Cultura, Dario Franceschini, del Turismo, Massimo Garavaglia e delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, durante un incontro svoltosi oggi in videoconferenza hanno annunciato un concorso di idee per portare gli approdi fuori della laguna e risolvere in maniera strutturale e definitiva il problema del transito delle grandi navi a Venezia. Un segno importante soprattutto in funzione dell’opera che non sarà di poco conto.
Ammonta infatti a circa 41 milioni di euro la costruzione del nuovo terminal crociere nel canale industriale Nord-sponda Nord di Porto Marghera a Venezia, soluzione temporanea in vista dell’estromissione dell’attracco delle Grandi Navi dalla Laguna. La valutazione compare nel bando che l’Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico settentrionale (Adspmas) ha pubblicato lo scorso 24 febbraio per la progettazione di fattibilità tecnico-economica, per una cifra di 936.804 euro. Il termine per la presentazione delle documentazioni per questa fase era stato fissato in un primo tempo al 31 marzo prossimo, ma la stessa Adspmas lo ha prorogato al 15 aprile, con termine di sei mesi per la consegna del progetto.

Questo deve prevedere la progettazione di un terminal passeggeri, con relativa banchina prospiciente il Canale Industriale Nord. Lo scopo è di recuperare a fini portuali un’area attualmente degradata e sottoutilizzata, con una nuova localizzazione di servizi anche a carattere urbano. La decisione di spostare temporaneamente il transito e l’approdo delle Grandi Navi dal centro storico a Marghera era stata proprio concordata nell’ultima riunione del Comitato interministeriale per Venezia – il ‘Comitatone’ – il 21 dicembre scorso. In quella stessa occasione, l’allora ministra delle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli, aveva anche annunciato il lancio di una ‘call’ internazionale per una soluzione definitiva agli ormeggi delle navi da crociera, da individuare al di fuori della Laguna di Venezia. De Micheli aveva indicato un termine di sei mesi per la presentazione delle proposte.

» ti potrebbe interessare anche: “Grandi Navi: Sì? No? Venezia, Marghera, Trieste, tra pacchetti già in vendita, annunci e commenti

Data prima pubblicazione della notizia:

2 persone hanno commentato

  1. Era ora di attuare un progetto serio che allontani definitivamente quelle invadenti e deturpanti navi enormi ..speriamo al più presto!

  2. Un bel regalo di compleanno alla Città ! Quei mostri debbono restare fuori dalla Laguna. O pensano che Marghera sia in mare ?

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
spot
Advertisements
sponsor