Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
5.7C
Venezia
lunedì 01 Marzo 2021
HomeCronacaFabrizio Corona, trovati i soldi nascosti: quasi 2 milioni di euro nel cartongesso

Fabrizio Corona, trovati i soldi nascosti: quasi 2 milioni di euro nel cartongesso

Fabrizio Corona, trovati i soldi nascosti: quasi 2 milioni di euro nel cartongesso

Fabrizio Corona e la sua vita riservano sempre sorprese. Quella di oggi parla di soldi nascosti. Milioni.

Quindici «panetti» di contanti, confezionati dentro plastica e chiusi ermeticamente con lo scotch: 2.407 banconote da 500 euro e altri tagli per un milione e 760mila euro in tutto. Tutto accuratamente nascosto e confezionato nemmeno fosse droga da nascondere.

Il tesoro di Fabrizio Corona era murato nel controsoffitto del soggiorno dell’appartamento milanese della sua collaboratrice storica. È lì che la polizia mandata dalla Procura di Milano l’ha trovato.

L’ex re dei paparazzi non doveva però essere l’unico a conoscere il nascondiglio, evidentemente: in estate qualcuno aveva cercato di entrare in possesso di tutti quei contanti, ma invano. Nella casa c’erano state due misteriose incursioni, mascherate prima da un furto (qualche gioiello della donna) e poi da un tentativo di furto (proprio pochi giorni prima del blitz degli inquirenti il 7 settembre), addirittura sfondando a colpi di piccone il muro «sbagliato» di una camera da letto alla ricerca – evidentemente – del denaro.

Pensare che sono passati soltanto una decina di giorni dalla decisione del gip di Milano Ambrogio Moccia che, concedendo la continuazione tra tre reati delle condanne definitive, aveva fatto tirare un sospiro di sollievo a Fabrizio Corona presentandogli la prospettiva di proseguire nell’affidamento in prova ai servizi sociali.

Ora è arrivata l’ennesima e nuova grana giudiziaria per l’ex ‘re dei paparazzi’: la sezione misure di prevenzione del Tribunale di Milano gli ha sequestrato un ‘mare’ di contanti per un totale di 1,7 milioni di euro, ritenuti compensi ‘in nero’ delle sue apparizioni degli ultimi mesi in discoteche e locali notturni.

I soldi ‘cash’ sono stati trovati dentro un pacchetto nel controsoffitto di un immobile nella disponibilità di una collaboratrice ritenuta l’amministratore di fatto di una società dell’ex ‘fotografo dei vip’. E il sequestro è stato disposto dal Tribunale, su richiesta del procuratore aggiunto Ilda Boccassini e del pm Alessandra Dolci, anche sulla base della “pericolosità sociale” dell’ex agente fotografico. Per discutere sulla conferma o meno del provvedimento è stata fissata un’udienza a gennaio.

Per il difensore, l’avvocato Ivano Chiesa, racconta: “si tratta di somme riconducibili alla attività svolta dalla società Atena Srl e, per essa, dal signor Fabrizio Corona. Essendo somme maturate negli ultimi due mesi dell’anno 2015 e nel corso dell’anno 2016 – ha aggiunto – è ancora possibile sottoporre le stesse a tassazione in quanto i relativi termini di versamento delle imposte sono ancora aperti (le tasse sui redditi 2016 si pagano nel 2017)”.

Sui compensi a favore dell’ex fotografo dei vip, attraverso Atena, agenzia che si occupa di eventi e promozioni, infatti, non sarebbe stata pagata l’Iva per le prestazioni. Il difensore chiarisce, però, che da parte di Corona c’è la “volontà” di sottoporre a tassazione quelle somme “e tale intendimento” è stato già manifestato “all’Autorità Giudiziaria che dunque ne è perfettamente a conoscenza”. Il sequestro, prosegue ancora l’avvocato, “è consequenziale in attesa della regolarizzazione della posizione”.

Corona, scarcerato nel giugno 2015 dopo 2 anni e mezzo di detenzione, quasi un anno fa, dopo l’affidamento alla comunità di Don Mazzi, è potuto tornare a vivere nella sua casa a Milano perché ha ottenuto l’affidamento in prova “sul territorio”. E nei giorni scorsi, a seguito della decisione del gip sulla continuazione tra i reati, il cumulo pena residuo per l’ex ‘re dei paparazzi’ è stato ricalcolato in 5 anni e 1 mese (sotto i 6 anni che lo avrebbero fatto tornare in carcere), consentendogli, dunque, di proseguire nell’affidamento.

Il sequestro dei contanti ‘in nero’, però, rischia di complicare nuovamente il suo percorso, anche se a decidere sulla revoca dell’affidamento e sull’eventuale rientro in carcere dovrà essere il Tribunale di Sorveglianza. Lo scorso luglio, tra l’altro, Corona era stato già ‘ammonito’, con tanto di restrizioni nelle prescrizioni (non può uscire dalla Lombardia, ad esempio) per una vacanza a Capri non autorizzata, con tanto di foto hot su uno yacht pubblicate su riviste di gossip.

Redazione | 08/10/2016 | (Photo d’archive) | [cod corona]

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.