E poi dicono che gay è bello

138

L’omicidio del giovane romano Luca Varani da parte di due coetanei, è stato relegato al tipico fatto di cronaca legato all’uso di sostanze stupefacenti. Solo pochissimi organi stampa hanno fatto notare che l’assassinio è scaturito da una pratica sessuale molto in voga tra i gay inglesi.

Lo sballo poco noto in Italia si chiama ““chemsex”. “Il sesso chimico” è una perversione anglosassone che si è diffusa a macchia d’olio in tutta Europa (e come si è appurato, anche in Italia) che prevede il non dormire e non mangiare per ore e giorni (anche tre), e fare solo sesso, con l’aiuto di psicofarmaci e droghe.

Gli inquirenti, hanno infatti accertato che nelle ore precedenti all’omicidio, Marco Prato e Manul Foffo, avevano avuto rapporti sessuali con altri due ragazzi.
E poi dicono che gay è bello.

Gianni Toffali
Verona

11/03/2016

Riproduzione Riservata.

 

Una persona ha commentato

  1. Il chemsex è una pratica (ripugnante) in voga anche tra gli eterosessuali A Milano, diversi anni fa, un ragazzo ha massacrato la propria fidanzata praticamente scuoiandola dopo tot giorni chiusi in casa senza mangiare e a farsi di droga e alcol.
    Usare un fatto di cronaca per attaccare una categoria intera è disonesto anche perché, così facendo, si dovrebbero criticare tutte le mamme ogni volta che una impazzisce e uccide il figlio

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here