mercoledì 26 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Doina Mattei torna in semi-libertà, ma non dovrà usare i social

HomeNotizie Venezia e MestreDoina Mattei torna in semi-libertà, ma non dovrà usare i social

Doina Mattei "libera" presto. Chiesta revoca sospensione semilibertà

La morale è che Doina Mattei può andare al mare o partecipare a eventi, ma non deve pubblicarlo in Facebook. Può, ma la gente non deve vederlo.

Si conclude così, con quella che appare come una forma di ipocrisia sociale, la vicenda legata agli scatti in Facebook di Doina Matei, con un esito che rende grottesco tutto il clamore che si è scatenato attorno alle sue fotografie da semi “libera cittadina”.

Torna in semilibertà ma la sua strada dovrà “essere contrassegnata dalla redazione di un programma di trattamento che impedisca, in primo luogo, l’accesso a tutti i social network”. Lo scrive il giudice del Tribunale di sorveglianza di Venezia.

La giovane romena condannata a 16 anni di reclusione per aver ucciso con la punta di un ombrello in un’occhio Valeria Russo, il 26 aprile 2007, durante una lite alla fermata del metro a Roma, potrà continuare ad uscire dal carcere veneziano della Giudecca per lavorare ma stop all’uso di social network.

Niente più messaggi sui social, però, basta foto su Fb, come quelle che le sono costate per alcune settimane la sospensione del beneficio dell’attività lavorativa diurna. Il giudice nella sua ordinanza di riammissione rileva l’errore commesso dalla Matei ma anche sottolinea che è proprio la donna “ad ammettere espressamente le violazioni” per ignoranza.

A suo sostegno, per il Tribunale, c’é anche “una condotta connotata da lodevole impegno nel disbrigo delle mansioni lavorative” sia in una pizzeria che in altre opere e “della regolare fruizione di licenze premiali che sono state utilizzate dalla condannata per rinsaldare i legami familiari con la madre e con la sorella, oltre che con il più grande dei suoi figli, dall’assenza di rilievi disciplinari di qualsiasi genere, dalla partecipazione ad attività di volontariato, condotta, oltre tutto, non richiesta dalla legge, com’é, invece, per altre misure alternative”.

In sintesi il tribunale, accogliendo il parere favorevole del Pg e del legale della difesa, l’avvocato Nino Marazzita, ha ritenuto che le foto sui social non costituiscono un vulnus tale da interrompere il processo di riabilitazione per la condannata.

Doina Matei, 30 anni, aveva ottenuto la semilibertà nel gennaio dello scorso anno. Un giorno aveva postato su Facebook delle foto che la ritraevano sorridente in spiaggia al Lido.
Immagini finite in rete con uno pseudonimo. Da qui la temporanea revoca della semilibertà. “Non sapevo di non poter usare Facebook e l’ho fatto per contattare i miei figli senza urtare alcuna
sensibilità. Non userò più i social” ha detto Doina Matei al giudice di Sorveglianza. Durante l’udienza a porte chiuse, lo stesso Pg, come riferito da Marazzita, aveva detto che il comportamento della donna “non è un vulnus che interrompe il processo educativo”.

Secondo Marazzita, il giudice di Sorveglianza “saggiamente ha colmato un vuoto che per la mia assistita non era possibile conoscere” ovvero il divieto di uso dei social, cosa che “non ha mai fatto invece con il cellulare di cui ben conosceva i limiti del possesso”.
Secondo il legale della difesa, la donna dovrebbe essere riaffidata alla cooperativa che le aveva trovato lavoro in una pizzeria in orario diurno, ma probabilmente troverà nuova occupazione per motivi di opportunità.

“Un provvedimento come la semilibertà – ha aggiunto Marazzita – va tolto solo per comportamento grave, la sentenza odierna riafferma quanto previsto dalla Costituzione ovvero che la pena è educativa e non punitiva”.

Mario Nascimbeni | 06/05/2016 | (Photo d’archive) | [cod doina]

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Nessun veneziano che conosco tornerebbe a vivere a Venezia”. Lettere

In risposta alla lettera “Venezia è ingorda di denaro. Sarebbe l’ora di un progetto sostenibile”. Mi si spezza il cuore ogni volta che vado a Venezia. La mia città dove sono nata e cresciuta e che amo profondamente. Vivo in terraferma da...

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

A Venezia turisti come prima della pandemia “Necessari trasporti adeguati”

"Venezia è ai livelli pre-pandemia di turisti: biglietterie, bus, pontili, vaporetti pieni, i lavoratori devono tornare a condizioni normali"

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

In risposta alla lettera: "Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc. Spero per i suoi...

Infarto durante corsa: tragedia a Treviso. Ha 12 anni

Momenti grande paura oggi per un ragazzo di 12 anni colpito da un arresto cardiaco mentre stava correndo una marcia campestre a Vittorio Veneto, nel trevigiano. Il giovane atleta, iscritto alle Fiamme Oro di Padova, è stato visto barcollare e poi...

Dal 2022 per venire a Venezia si dovrà prenotare

Venezia e overtourism: nel 2022 Venezia potrebbe essere a numero chiuso con tanto di tornelli. Dall'estate 2022 per entrare a Venezia servirà prenotare secondo il progetto. Dopo i rinvii legati anche al Covid, il Comune ha stabilito che il prossimo anno vedrà...

“Venezia ‘Non è ecologica’, si può tranquillamente morire di smog”. Di Michele De Col (*)

Ancora una volta Venezia viene estromessa da qualunque provvedimento contro lo smog : natanti e navi possono continuare ad inquinare nonostante i valori ambientali siano spesso peggiori della terraferma! Chi tutela la salute di veneziani e ospiti in centro storico? Nessuno !

Salvi abitanti delle isole: possibile salire sui mezzi di trasporto con Pass-base

"Salvi", si fa per dire, gli abitanti delle isole: è possibile salire sui mezzi di trasporto con Pass-base fino al 10 febbraio. E' tutt'ora considerata un'eccezione, quindi il nuovo documento parla dei soli motivi di salute e di studio, ma è sicuramente...

Salvate Venezia: i vip contro lo sfruttamento selvaggio che uccide la città

Sotto la spinta di Venetian Heritage, benemerita associazione già intervenuta tante volte generosamente per aiutare la salvaguardia, Mick Jagger, Francis Ford Coppola, James Ivory, Wes Anderson, Tilda Swinton, il direttore del Guggenheim Museum Richard Armstrong, l'artista Anish Kapoor scrivono a politici e amministratori.

No Vax passano alle minacce: lettera con proiettile a dottoressa di Padova

No Vax passano alle minacce: l'immunologa Viola a Padova finisce sotto scorta a causa di una lettera con proiettile. C'è grande riserbo dagli inquirenti ma si è saputo che la lettera di minacce No vax conteneva un proiettile ed è stata...

Aveva fermato la rapina in banca, guardia giurata condannata e deve risarcire il ladro

Lui una guardia giurata, Marco D. L'altro un rapinatore, Giorgio A., preso mentre fuggiva con il bottino dalla banca Unicredit di Cavallino Treporti che aveva appena assaltato con alcuni complici. Una storia che va avanti da 10 anni nei corridoi e nelle...

Corre per prendere il battello: infarto a bordo, non c’è niente da fare

Corre per prendere il battello, poi per l'imperscrutabile evolversi di quell'equilibrio precario che è lo stato di salute di ognuno, ha un attacco e, purtroppo, muore. Luciano Molin, 67 anni, è deceduto ieri a bordo di un battello dell'Actv. Attorno alle 15 l'uomo,...