9.7 C
Venezia
giovedì 28 Ottobre 2021

Dipendenti Actv ai seggi: Venezia paga con la Linea 2 e “Occasionali salti di corsa”

HomeTrasportiDipendenti Actv ai seggi: Venezia paga con la Linea 2 e "Occasionali salti di corsa"

Referendum, chi vota a Venezia?

Si vota e anche a Venezia, come noto, l’azienda dei trasporti “presta” un gran numero di dipendenti alle consultazioni elettorali in qualità di scrutatori, rappresentanti di lista, segretari, ecc, presenti ai seggi.
Il problema di non avere una quota massima è noto da tempo e il risultato è che alcune corse Actv saltano come avvenuto nelle precedenti occasioni.

L’azienda non può fare altro che tenere informati i suoi utenti, così ha fatto sapere che: “AVM/Actv informa che sabato 3, domenica 4 e lunedì 5 marzo 2018, a seguito dell’assenza dal servizio di numerosi dipendenti chiamati a svolgere funzioni pubbliche presso i seggi elettorali, i servizi di trasporto pubblico locale automobilistico, tranviario e di navigazione AVM/Actv potrebbero subire ritardi, modifiche o cancellazioni. NAVIGAZIONE: linea 2/, linea 6 e linea 10. In particolare, nelle giornate indicate, la linea 2/ non effettuerà servizio e la linea 2 verrà erogata con orario festivo, possibili ulteriori disagi sulle linee 6 e 10.
AUTOMOBILISTICO E TRANVIARIO: servizio urbano di Mestre e Lido, extraurbano nord e sud, urbano di Chioggia. L’intero servizio potrebbe essere interessato da occasionali salti corsa.

Non si tratta di un fenomeno puramente locale: sarà il senso civico, o forse anche la possibilità di integrare il proprio stipendio, ma anche tanti autisti del servizio pubblico di Roma hanno deciso di fare gli scrutatori nei seggi elettorali.

Nelle altre città? A Napoli sono 150 gli autisti scrutatori o rappresentanti di lista, e Modena con 110 autisti bus assenti su 408.

A Venezia, invece, sono oltre 300 i lavoratori dell’Actv che hanno chiesto il permesso per seguire le elezioni, assenze contemporanee hanno costretto l’azienda a sforbiciare i collegamenti: in particolare – come abbiamo visto – la linea 2 tra Piazzale Roma e Rialto sarà sospesa e fatta con orario festivo per quanto riguarda i vaporetti, mentre il servizio automobilistico potrebbe essere interessato da occasionali salti corsa, sull’urbano di Mestre e Lido, extraurbano nord e sud, urbano di Chioggia.

“E’ una vera e propria vergogna che rischia di avere pesanti ripercussioni per gli utenti”, sottolinea il Codacons che segnala non solo “l’astensione di massa” del personale di Atac, ma anche di quello dell’Ama, l’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti nella Capitale. Per l’associazione, si tratta in tutto di “circa 1000 dipendenti che si recheranno ai seggi in qualità di scrutatori, una percentuale pari al 10% di tutti gli scrutatori della Capitale”. Sulla vicenda il Codacons annuncia che lunedì presenterà un esposto alla Corte dei Conti del Lazio.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements