2.8 C
Venezia
giovedì 28 Gennaio 2021

DI NASO IN NASO di Nicole Marchiori [concorso letterario]

Home Concorso Letterario La Voce di Venezia DI NASO IN NASO di Nicole Marchiori
sponsor

banner concorso letterario vdv 980140

sponsor

Questa è la storia di un piccolo animaletto di nome Covid. Era così piccolo che le persone per poterlo vedere avrebbero dovuto usare una grossa lente di ingrandimento! Abitava assieme alla sua famiglia dentro un grosso albero in cima ad una collina.

commercial

Covid amava giocare con i suoi fratelli, il suo gioco preferito era il nascondino ed era molto bravo in questo gioco, trovava sempre i nascondigli migliori, e vinceva quasi sempre! Un giorno come tanti altri uno dei suoi fratelli cominciò a contare: “uno, due, tre…” tutti i suoi fratelli sparirono in un secondo correndo veloci a nascondersi lì vicino, Covid invece si inoltrò tra l’erba alta e cammina cammina si trovò di fonte ad un una grotta buia: “Li dentro non mi troverà nessuno” pensò ridendo tra sé e sé.

Entrato nella grotta si mise seduto in silenzio ma non passò molto tempo che il terreno sotto le sue zampette cominciò a tremare e Covid ruzzolò contro la parete della grotta. Spaventato corse verso l’uscita ma quando ci arrivò si accorse che il prato era molto in basso e lui invece molto in alto! Ma com’era possibile?

Dal fondo della grotta buia uscì una piccola voce: “Oh no è tardi, mi sono addormentato tra l’erba, la mamma sarà arrabbiata!” Era la voce di un bambino… Il terreno cominciò di nuovo a muoversi sotto di lui, fuori tutto correva veloce. Allora Covid realizzò: non era una grotta, ma il naso di un bambino!

Cominciò a gridare aiuto, a chiamare i nomi dei suoi fratelli, ma era troppo distante: il bambino stava già correndo da tempo verso casa sua, nessuno poteva sentirlo ormai.

Saltare giù era impensabile, troppo alto! Allora gli venne un’idea: aspettò la notte e mentre il bambino dormiva tranquillo sul suo letto iniziò a fare il solletico alla parete del naso… “Etchiuuu!” Il bambino starnutì così forte che Covid venne lanciato sulla coperta del letto.

“E’ stato facile” pensò, “ma ora? Come torno a casa dalla mamma? Non so dove sono, mi sono perso, non tornerò più a casa mia!” piangeva Covid: si sentiva perso e solo, lui così tanto coraggioso, quel giorno aveva davvero paura.

Appena si calmò prese coraggio e trovò subito un modo per tornare a casa: “Se una persona mi ha portato fino a qui, sarà una persona a riportarmi a casa!” Cominciò così il suo viaggio di naso in naso facendosi trasportare velocemente da tutte le persone che incontrava. Vide posti nuovi e meravigliosi, meglio che viaggiare in treno!

Ma nessuno era mai tornato tra le colline di casa sua. Covid era moooolto piccolo e non si vedeva, ma se stava nel naso le persone si ammalavano, saliva loro la febbre e non respiravano più bene, se nel loro naso stava Covid. Con il passare del tempo anche le persone cominciarono a giocare a nascondino con lui: le strade divennero vuote, tutti stavano chiusi in casa per paura che Covid si nascondesse proprio dentro al loro naso!

Covid era un animaletto buono e non voleva far ammalare nessuno. “Non voglio essere cattivo, non viaggerò mai più dentro al naso della gente. Lo prometto” disse tra sé piangendo. Ma questo significava anche non tornare più a casa.

La fortuna volle che di lì passò un gabbiano che vedendolo piangere si avvicinò:

“Hei piccolo perché piangi?” Covid gli raccontò la sua triste storia e il gabbiano commosso decise di aiutarlo. “Monta sul mio dorso, sorvoleremo mari e monti se necessario ma ti prometto che ti riporterò a casa!” disse il gabbiano.

Dovete sapere bambini, che in volo il mondo è molto diverso, tutto dall’alto è molto più piccolo e le case, le strade, le chiese, i parchi si vedono molto bene. E dopo pochi giorni di volo finalmente… “Ecco! Le mie colline, il mio albero! La mia casa!” Quando lo rivide la mamma pianse di gioia e lo abbracciò forte, Covid era tornato a casa!

Le persone cominciarono di nuovo ad uscire di casa, a passeggiare per mano per la strada, a scherzare nei bar e i bambini a giocare nei parchi senza aver paura di incontrare il piccolo Covid.

Ma a Covid secondo voi passò la voglia di nascondersi? E certo che no! Continuò a nascondersi dappertutto e a far diventare matta la mamma, ma di certo da quel giorno non si allontanò più dal suo albero, dalla sua casa per paura di perdersi di nuovo nel mondo.

 

— 0 —

 
» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Altro bambino di 9 anni muore con la corda al collo. Social, sfida, gioco: qual è la matrice di questa follia?

Un altro bambino, questa volta di 9 anni, è morto impiccato in casa. Espressione dura che descrive tutta la crudezza di questa follia che...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...
commercial

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Covid: pazienti morti per colpa del medico? Dottore arrestato per improprio uso farmaci

Pazienti morti non per il Covid ma per colpa del medico? Un dottore è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari per questa ipotesi. Va...

Coronavirus Venezia, la seconda ondata si sta ritirando

Coronavirus Venezia e provincia, la seconda ondata da segni di regressione. Il primo segno si può interpretare con il tasso di occupazione dei posti letto. I...

Giovane fermato alla guida, ma non ha mai preso la patente. In auto droga e Taser

Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre attenta e presente nei controlli coordinati del centro città e periferia. Tra i vari reati accertati ieri la condotta grave...
sponsor

Il virus si fa ancora sentire: +14 terapie intensive. Esperto: un altro stop sarebbe meglio

Andamento Covid oggi: il virus si fa ancora sentire. +11.629 casi e 299 i morti in 24 ore. +14 i ricoveri nelle terapie intensive. Gli...

Andamento pandemia: casi in crescita oggi del 50%

Andamento pandemia in piena fase altalenante. Dopo un trend che tutti avevano definito 'di regressione' tornano ad aumentare i numeri oggi. Sono 15.204 i test...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Tagli agli stipendi per pandemia, dipendenti Actv sul piede di guerra

Tagli agli stipendi Actv a causa della pandemia. In realtà, non veri e propri 'tagli', bensì voci integrative che non possono più essere assicurate. Si...

Zuppa conservata male origina botulino: 40enne in rianimazione

Un uomo di 40 anni ha mangiato una zuppa scongelata ed è finito all'ospedale per intossicazione da botulino. L'incidente, che non ha responsabili se...
commercial

Anziana in stato confusionale voleva buttarsi in acqua di notte alle Fondamente Nove

Delicato intervento della Polizia di Stato alle tre di notte tra domenica e lunedì. Il soccorso ha riguardato una anziana signora che sembrava volersi buttare...

Piazza Ferretto: sfonda vetrina con un tombino per rubare bottiglie esposte

Una pattuglia del Reggimento Lagunari Serenissima, impegnata nel servizio Strade Sicure, ha bloccato ieri sera un uomo che dopo aver sfondato la vetrina di...

ZENO di Lorella Del Gesso [concorso letterario]

Il mio nome è Zeno, la mia età cinque anni. Vivo con Eleonora, che è la mia mamma, e Alan, il suo compagno, con cui...

Stipendi e crisi Actv, parla il presidente Giovanni Seno

Ritengo fondamentale fare alcune precisazioni per chiarire il contesto che ha portato alla decisione del Gruppo AVM/ACTV, comunicata alle Organizzazioni Sindacali, di iniziare un...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.