6 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Covid, è quarta ondata in Europa. In Italia pesa il Nordest

HomepandemiaCovid, è quarta ondata in Europa. In Italia pesa il Nordest
la notizia dopo la pubblicità

Nel Regno Unito 37mila nuovi positivi Covid al giorno (dato di giovedì), ma gli indicatori di tutti i paesi sono in aumento

Più che un rischio ora appare essere una certezza.
L’Europa deve prepararsi ad affrontare la quarta ondata che, secondo l’Ema, ha già investito il Vecchio Continente.
I casi sono in aumento un po’ ovunque, Italia compresa, con alcune regioni che cominciano a destare preoccupazione.

Al calo settimanale delle vaccinazioni corrisponde un aumento non solo dei contagiati ma anche dei ricoverati, sia nei reparti ordinari sia in quelli di terapia intensiva.
Oggi il bollettino registra 5.905 nuovi casi e 59 vittime, con un tasso di positività all’1,1%.
A preoccupare, in particolare, è la situazione nel Nordest.

Oggi in Friuli Venezia Giulia, teatro delle proteste anti-Green pass, i nuovi positivi sono triplicati rispetto a ieri, mentre la Provincia di Bolzano deve fare i conti con un indice di stress della sanità locale sulla soglia della zona gialla, come evidenziato dal rapporto Altems.
I dati mostrano “un rialzo della curva epidemica”, ma “alla crescita dei contagi non corrisponde, per ora, un incremento proporzionale di ospedalizzazioni”, rassicura il commissario per l’emergenza, Francesco Figliuolo.

L’Europa, dunque, torna “epicentro della pandemia”, per utilizzare le parole dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, secondo la quale c’è il rischio di un altro mezzo milioni di morti da qui a febbraio.
“L’attuale ritmo dei contagi nei 53 Paesi della regione europea – sono le parole del direttore per l’Europa, Hans Kluge – suscita forte preoccupazione”.

Dello stesso parere anche l’Agenzia europea del farmaco, l’Ema, che ha rilanciato l’ennesimo appello a vaccinarsi.
“E’ di assoluta importanza – ha affermato – perché nessuno è protetto fino a quando tutti saranno protetti”.

Intanto dal Regno Unito, dove oggi i casi di nuovi positivi sono tornati a calare toccando quota 37 mila, arriva il via libera alla pillola anti-covid Molnupiravir, prodotta dal colosso americano Merck Sharp & Dohme in partnership con Ridgeback Biotherapeutics.
L’antivirale potrà essere prescritto a chiunque sia testato positivo al Covid e abbia almeno un fattore di rischio legato a un possibile contagio grave come l’obesità, una cardiopatia, il diabete o in genere un’età superiore ai 60 anni.

L’Italia, intanto, deve fare i conti non solo con il costante aumento dei casi, il 16% in più rispetto alla settimana precedente, ma anche con quello delle terapie intensive (+12,9%) e dei ricoveri (+14,9%).
I dati, forniti giovedì dalla Fondazione Gimbe, si riflettono inevitabilmente anche sulla pressione ospedaliera, anche se a livello nazionale il tasso di occupazione rimane comunque molto basso (5% in area medica e 4% in intensiva).

Nessuna regione supera la soglia del 15%, anche se Friuli Venezia Giulia, Bolzano e Calabria sono “sorvegliate speciali”, con un’incidenza e un incremento di positivi nelle ultime due settimane di molto superiore alla media nazionale.

Le regioni che conservano il “verde” nella mappa settimanale del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) diminuiscono sempre di più e sono solo Val d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Sardegna, Molise e Basilicata.

Tornano in giallo, invece, Liguria, Provincia di Trento, Umbria, Abruzzo e Puglia.
Particolare è il caso della provincia di Trieste dove vengono registrati 356 casi per 100 mila abitanti, frutto – anche – della manifestazione anti-Green pass dei portuali. Un episodio finito addirittura sulle pagine del New York Times.

“Il porto della città – si legge sul prestigioso quotidiano statunitense – è diventato il primo esempio in Europa di come sacche di resistenza ai vaccini e alle altre precauzioni contro il virus portino a un nuovo balzo dei casi”.

Un esempio da non seguire, dunque, e che ha portato prima il prefetto a vietare le manifestazioni in piazza Unità e poi il sindaco a obbligare chi scende in piazza ad utilizzare le mascherine con personale addetto ai controlli.

continua a leggere dopo la pubblicità

» leggi anche: “Trieste, si cambia: manifestazioni sì ma solo con la mascherina

» leggi anche: “A Venezia turisti come prima della pandemia “Necessari trasporti adeguati”

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Mario Nascimbeni
Giornalista professionista, collabora ed ha collaborato con grandi testate nazionali. Ha base operativa a Roma, ma la sua professione lo porta in ogni parte del mondo come inviato o per reportage personali.

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Quelli che sfilano gridando no-green-pass, no-green-pass, vogliamo salute e li-ber-ta’, si meritano solo idranti e di esser lasciati fuori dagli ospedali in caso di positivita’ al covid, altroche’ botte piena e moglie ubriaca!

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: "Il virus non...

“Lido: ragazzi ubriachi di notte ovunque. Uno saltava sul tetto di un’auto. Ci si preoccupa solo di far arrivare turisti…”. La lettera

Lido, in una laterale del Lungomare all'altezza della zona A, ore 2.00 del lunedì notte. Ormai col caldo si dorme con le finestre aperte, anzi in realtà non si dorme molto perché dalla strada arrivano voci, urli e schiamazzi, non c'è...

Operatori sanitari non vaccinati in Veneto: sono oltre 2.000 ed ora rischiano

Rieccola la Commissione di valutazione che sempre apre la porta e l’ascolto alle ragioni (e ai torti) dei conflitti. Ritorna il problema di chi ancora non si è vaccinato, o non si può o vuole vaccinare, o ha paura, o ha bisogno...

Il Natale che verrà: con nuovo picco di contagi priorità a salute o economia?

Caro amico ti scrivo. Tra poco sarà periodo pre-natalizio: con i numeri in continua salita priorità all'economia o ad eventuali prescrizioni?

Rialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare

Rialto (Venezia), lunedì scorso, una giornata normale di flusso turistico nella direttrice Campo San Bartolomeo - San Lio nella prima vera apparizione di caldo estivo. Mai la commessa di un negozio di quella via, una giovane veneziana di 24 anni, avrebbe pensato...

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

Vaporetti Actv Venezia: torna la Linea 2 fino a Lido

Actv implementa più corse: Linea 2 adesso arriva fino a Lido e ci sono corse supplementari 5.1 2 5.2.

Covid: oggi crescita lenta ma esponenziale. La nuova variante AY.4.2

La nuova variante del Covid "AY.4.2" isolata in Gran Bretagna pare meno aggressiva della "Delta" (ex "Indiana")

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...

Malore fatale in bicicletta a Lido e due giovani picchiano vigile perché non possono passare

Mentre avveniva la tragedia, negli stessi istanti in cui perdeva la vita il 65enne lidense, una coppia picchiava selvaggiamente un agente della Polizia locale del Lido, solo perché non permetteva loro di passare essendo la strada bloccata.

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...