15.1 C
Venezia
martedì 26 Ottobre 2021

Coronavirus Venezia: superati 20mila casi. Cgil: infermieri in isolamento vanno a lavorare

HomeCoronavirus VeneziaCoronavirus Venezia: superati 20mila casi. Cgil: infermieri in isolamento vanno a lavorare

"La mia divisa a terra". Lo sfogo dell'operatore sanitario

Coronavirus Venezia, superati i 20mila casi: 20.140 i contagi sul nostro territorio dall’inizio dell’epidemia ad oggi.
Ancora molti i morti: 15 deceduti tra città e provincia in 24 ore. Fortunatamente non ai livelli delle 20 vittime con virus in un giorno registrate giovedì, ma comunque numeri sempre alti.
Se si pensa che da molti giorni il numero si mantiene in doppia cifra, quando ad aprile vi era una stabilità sotto la decina, pare esservi una sorta di passiva rassegnazione allo stato di cose attuali dato che non vengono attuate ulteriori misure per tentare di abbassare il numero delle vittime.
La notizia di ieri sera conferma il Veneto regione “gialla”, quindi verosimilmente si continuerà con questo ritmo di decessi aspettando che si abbassi da solo per effetto delle blande misure applicate secondo il meccanismo dei colori instaurato.
447 nuovi contagiati a Venezia e provincia in un giorno.
445 sono le persone ricoverate nel Veneziano, con 55 pazienti in terapia intensiva, ieri aumentati

di tre unità.
Intanto un’altra ombra scende sulla gestione del personale contagiato all’interno dell’Ulss 3 Serenissima.
La Cgil ha ieri comunicato che, secondo le disposizioni attuali, il personale sanitario (infermieri, OSS, e medici) in quarantena continua ad andare a lavorare con l’obbligo, morale ma anche fisico, di “tornare a casa dritto senza fermarsi in altri posti dopo il lavoro”.
Il curioso protocollo potrebbe forse spiegare l’alta percentuale dei contagiati avuti tra il personale?
In pratica, secondo questa disposizione – afferma la Cgil -, i sanitari in isolamento fiduciario attivo possono uscire di casa, prendere un mezzo di trasporto pubblico, arrivare al lavoro, cambiarsi, parlare con i colleghi, eseguire tutto il turno di servizio, smettere la divisa, riprendere un mezzo di trasporto e tornare a casa. Da dove, però, “non si devono più muovere” fino al turno successivo.
La vicenda prende un significato particolare

alla luce di quanto già comunicato dalla stessa rappresentanza sindacale nei giorni scorsi quando aveva parlato di “Stillicidio di contagi tra il personale”.
“Continua lo stillicidio di lavoratori contagiati (per fortuna per la maggior parte asintomatici). Anche in questi giorni segnalazioni di contagi a Venezia, Mestre, Chioggia, Dolo, Mirano, nel palazzo della Direzione. Nessuna categoria è esclusa: medici, infermieri, oss, autisti, tecnici di laboratorio, tsrm, coordinatori, fisioterapisti, amministrativi”.

(foto da archivio: infermiere in servizio – articolo: Coronavirus Venezia: superati 20mila casi. Cgil: infermieri in isolamento vanno a lavorare – cat. covid/coronavirus – 27/11/2020)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements