spot_img
11.6 C
Venezia
sabato 23 Ottobre 2021

Coronavirus Venezia, 72 le persone ricoverate al San Giovanni e Paolo

HomeCoronavirus VeneziaCoronavirus Venezia, 72 le persone ricoverate al San Giovanni e Paolo

Coronavirus Venezia, arriva triste conferma: dicembre è il mese peggiore per numero di morti come riportavamo ieri per un semplice gioco di somme.
Tra giovedì e venerdì, in 24 ore, l’incredibile numero di altri 22 morti nella nostra provincia.
Ulteriore quota di 22 in un giorno che alza il complessivo a 252 persone decedute in 18 giorni.
Inutile ribadire che quote del genere non si erano mai verificate nemmeno nel primo periodo della pandemia.
La crescita esponenziale è anzi iniziata a novembre quando si sono contati il doppio dei morti rispetto ad aprile, periodo nero in quanto in pieno lockdown.
Il Veneziano si distingue però anche per 558 nuovi contagi e per l’ulteriore quota degli “attualmente positivi” che fa arrivare il totale a 12.531.
572 sono le persone ricoverate a Venezia e provincia (Ulss 3 e Ulss 4).
57 i pazienti ricoverati in Terapia intensiva.
Numeri che non si abbassano, ma anzi risultano

costantemente in crescita ormai da due mesi, tanto che cimiteri e forni crematori cominciano ad inviare segnali di crisi mentre gli ospedali sono sotto costante pressione.
L’Ospedale Civile di Venezia ha attualmente 72 ricoverati Covid.
Otto di essi sono in condizioni “serie” con assistenza di terapia intensiva.
Ne’ si possono dire confortanti i dati che arrivano dalla Regione.
In tutta Italia sono tre le regioni con l’indice di contagiosità Rt pari a 1 o superiore a 1 secondo il monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute, per il periodo 7-13 dicembre, aggiornati al 16 dicembre. Si tratta del Molise (1.18) , il Veneto (1.07) e la Lombardia (1).
Sul Veneto si è espresso anche l’Istituto Superiore di Sanità ieri, definendolo

“Area a Rischio Alto”.
Il Veneto (assieme a Lazio e Liguria) è infatti classificata regione a “Rischio Alto”.
Tredici Regioni/PA sono classificate a rischio Moderato, di cui 2 (Marche e PA Trento) hanno una probabilità elevata di progredire a rischio alto nel prossimo mese nel caso si mantenga invariata l’attuale trasmissibilità. Cinque Regioni sono classificate a rischio Basso.
Questi sono i risultati di ieri sera del monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute.
“Ci sono 3 regioni che mostrano un rt che è cresciuto e in questa settimana sono passate a scenario 2,

che è quello nel quale ci si colloca con rt superiore a 1. Sono Lazio, Lombardia e Veneto. in molte regioni pero anche se l’rt è sotto 1 c’è una tendenza a risalire. Cio’ indica che dobbiamo essere molto rigorosi nelle misure che dobbiamo adottare soprattutto nei prossimi giorni”. Sono le parole del presidente dell’Iss Silvio Brusaferro alla conferenza stampa sui dati epidemiologici al ministero della salute.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements