Coronavirus: commissione inchiesta per le morti in case di riposo

ultimo aggiornamento: 30/05/2020 ore 20:09

160

Esalazioni di monossido di carbonio in casa riposo, un morto e 25 intossicati

Coronavirus e morti avvenute nelle case di riposo: il Consiglio regionale del Veneto ha votato e approvato l’istituzione di una commissione speciale di Inchiesta per fare luce sulla gestione delle RSA e delle case di riposo per anziani in relazione al Coronavirus.

Residenze Sanitarie Assistenziali dedicate ad anziani non autosufficienti e case di riposo saranno oggetto di verifica della commissione in relazione all’elevato numero di morti cagionato dalla pandemia Coronavirus.


Il Relatore e primo firmatario del provvedimento, Piero Ruzzante (LeU/Veneto 2020) ha detto: “Chiarisco subito che questo provvedimento non vuole essere un atto d’accusa contro nessuno: desideriamo solo interrogarci su quanto successo nelle Rsa e nelle case di riposo, che hanno registrato 1/3 dei morti complessivi da Covid, affinché un contagio di siffatte proporzioni non abbia più a ripetersi”.

“Abbiamo però due limiti – ha rilevato – non possiamo interferire con il lavoro della Magistratura e il tempo a disposizione è ristretto, fino alla fine della Legislatura. Ad ogni modo, una istituzione democratica che funzioni bene deve approfondire i motivi che hanno innescato e reso possibile un contagio così grave. La commissione lavorerà due mesi, rinnovabili, e sarà composta da undici consiglieri, di cui cinque di minoranza. Tuttavia, come è prassi istituzionale, la Presidenza verrà riservata all’opposizione”.


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here