Coronavirus, nuovo aumento dei casi. Numeri del veneziano

ultimo aggiornamento: 03/09/2020 ore 16:39

1250

Coronavirus Venezia, altre 7 morti, 3 All'Angelo. Deceduta signora di Rialto

Coronavirus, nuovo aumento dei casi, intanto il ministro Speranza riferisce alle Camere: da Governo nessun sì ad aperture delle discoteche.

E’ un peggioramento del quadro epidemiologico generale, compreso quello italiano, che segna un nuovo aumento dei contagi di Covid: nelle ultime 24 ore sono stati 1.326 (978 il giorno prima).


In attesa della proroga del Dpcm, il 7 settembre, che lascia, a parte qualche piccola modifica, sostanzialmente invariata la sua struttura, il ministro della Salute, Roberto Speranza, nell’informativa al Senato e alla Camera dei Deputati, ha annunciato che nelle ultime ore è stato reso definitivo il contratto tra la Commissione Europea e AstraZeneca (“figlio della prima intesa italiana”) e le prime dosi, se il vaccino dovesse essere confermato come sicuro, “saranno già disponibili entro la fine del 2020”.

“Stiamo parlando di un candidato vaccino, quindi c’è bisogno di tutta la prudenza del caso, ma in questo contratto”, ha precisato riferendosi a quello conosciuto come Oxford per cui sono previste 400 milioni di dosi per la popolazione europea e per il quale “ci sono dati incoraggianti della fase 1 e 2”.

Per quanto riguarda il ruolo dell’Italia, è stata proprio “l’alleanza con Francia Germania e Olanda che ha permesso di spingere l’Ue verso una forte accelerazione”, ha detto ancora Speranza.


L’informativa alle Camere è stata anche occasione per replicare alle polemiche su alcuni temi: i verbali del Cts (“molto a breve saranno pubblicati tutti”) e le discoteche. “Il Governo – ha detto Speranza – non aveva mai autorizzato la loro riapertura, come noto, dal 16 maggio le Regioni hanno la facoltà di introdurre non solo misure più restrittive, come durante la fase più acuta dell’emergenza, ma anche meno restrittive” di quelle nazionali e “alcune Regioni hanno utilizzato queste facoltà”.

Ma ora la “priorità assoluta” è la riapertura delle scuole. Tema centrale nel discorso del ministro che mette in guardia la politica “È un errore fare campagna elettorale sulle scuole”. Serve invece “un grande patto Paese”. L’Italia è “l’unico paese in Europa e nel Mondo che metterà a disposizione 11 milioni di mascherine al giorno per studenti e personale scolastico” ha detto.

Sono oltre 100 mila i tamponi effettuati per il coronavirus nelle ultime 24 ore. Per la precisione 102.959, secondo i dati del ministero della Salute. Si tratta del record assoluto di test in una sola giornata.

Sale ancora il numero dei pazienti in terapia intensiva con il Covid-19 in Italia: sono 109, due in più di ieri, quando si era registrato un balzo di 13 unità.

I casi totali sono 271.515, le vittime 35.497.

I guariti sono 208.201 (+257), gli attualmente positivi 27.817 (1.063), i ricoverati con sintomi 1.437 (+57), le persone in isolamento domiciliare 26.271 (+1.004).

Guida la classifica dei positivi trovati nell’ultima giornata la Lombardia con 237 casi, poi Veneto 163, Lazio 130, Campania 117, Emilia Romagna 107. La Sicilia ne ha fatti registrare 83, la Sardegna 73. Il tasso di incidenza su 100mila abitanti, evidenzia però Speranza “è il più basso d’Europa, con 23 rispetto a 205 della Spagna e a 88 della Francia”. Sorvegliato speciale è l’abbassamento dell’età dei contagiati: 29 la media dell’ultima settimana di monitoraggio.

VENEZIA E PROVINCIA
L’aggiornamento del veneziano si apre con la notizia che sono 11 i casi alla Questura di Venezia.
Ieri la conferma di altri sei positivi, dopo i cinque registrati negli ultimi giorni all’interno della Questura.
I positivi sono in buona salute e in isolamento.

A Bibione un giovane di 26 anni ha avuto bisogno di essere ricoverato, si trova a Dolo. Sospettata sarebbe una festa di fine estate.
A Portogruaro positivi due adolescenti di 14 e 17 anni.

Complessivamente ieri sera (mercoledì) sono stati registrati altri 26 casi di positività a Venezia e provincia.

Nessun decesso. Gli “attualmente positivi” nel veneziano sono 338 (ieri 329).

I ricoverati oggi sono 21 (ieri 18) 19 in ‘degenza comune a Dolo, uno in terapia intensiva e uno all’Ospedale dell’Angelo di Mestre.

(Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, meno nuovi contagi ma più ricoveri in rianimazione )

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here