CORO DI CAMPANE. CONCERTO DI SPERANZA… di Andrea Salati [concorso letterario]

ultimo aggiornamento: 18/06/2020 ore 16:07

1910

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”

Coro di campane. Concerto di speranza a Mezzogiorno di Domenica delle Palme quale momento di comunione e segno di speranza, ma anche di saluto per le vittime.

In questi giorni difficili di quarantena, imposta dall’emergenza coronavirus, un significativo evento ha caratterizzato a Gioi, piccolo paese, con poche anime, del Cilento collinare, il mezzogiorno della Domenica delle Palme, che ha aperto il cuore alla speranza che tutto torni nella normalità in tempi brevi:


“il Coro di campane” delle tre chiese, che ha squarciato il silenzio imperante nel paese a seguito della quarantena.

Dall’alto dei tre campanili di S. Eustachio, di S. Nicola, di S. Francesco che svettano a fianco delle omonime chiese le campane all’unisono a mezzogiorno hanno rilasciato i loro meravigliosi rintocchi di suoni. A S. Francesco la campana è suonata ancora a mano con la fune dal maestro campanaro Michele re’ Pagliera, secondo tradizione, rispetto alle campane degli altri due campanili azionate elettricamente.

Ogni casa del paese è diventata punto di ascolto.


La sovrapposizione di suoni ha creato un gran “Coro di Campane”, quale anelito di speranza in questi giorni difficili.

Si è rinnovato un evento, che i nostri avi organizzavano nei momenti di necessità e di pericolo, come quello attuale, quale attestato di fede e di preghiera per implorare l’intervento divino volto a risolvere la calamità della pandemia in atto presto e in bene.

E di questo intervento si ha bisogno ora… perciò il Coro di campane!

 

— 0 —

 
» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here