Coppa Italia: l’Hellas vince il derby di Verona ai rigori

98

Chievo battuto al Bentegodi dal Crotone, e ora i calabresi ci credono

Ai sedicesimi di Coppa Italia si è giocato il derby di Verona, la cui vincente avrebbe affrontato il Milan a San Siro agli ottavi. Una sfida mai banale tra una squadra (il Chievo) al nono posto in classifica e a pari punti proprio con i rossoneri ed un’altra (l’Hellas) che occupa il penultimo gradino con soli 9 punti e in lotta per risalire dalla zona retrocessione.

Non sono bastati 120 minuti a decidere il match, vinto ai rigori 5-4 in favore dell’Hellas, perfetto dagli undici metri mentre dall’altra parte sbaglia proprio il leggendario capitano Pellissier. Peculiare la scelta ad inizio partita dei capitani di scambiarsi pandoro e vino.

Come da aspettative è il Chievo la squadra che domina per la maggior parte della gara. Al 5’ Gaudino viene ammonito per una simulazione in area di rigore, decisione corretta presa dal giudice di gara. All’8’ è già in vantaggio il Chievo grazie all’immortale Sergio Pellissier: Depaoli mette un pallone al millimetro per il proprio capitano, che aggancia con il mancino e fulmina Silvestri con un gran destro al volo.

Hellas incapace di rendersi pericoloso per la maggior parte del primo tempo, poiché la palla ce l’hanno sempre gli avversari; inaspettatamente al primo tiro in porta arriva il pari. Il gol nasce da un grossolano errore di Garritano che in area tenta un improbabile dribbling piuttosto che spazzare, Fares gli ruba palla e mette in rete l’1-1 con cui le squadre vanno all’intervallo.

Il secondo tempo è privo di vere occasioni, ancora possesso palla del Chievo con il Verona che tenta qualche ripartenza ma ad entrambe manca sempre qualcosa negli ultimi sedici metri. Per la squadra di Maran ci provano prima Stepinski di testa, seguito da delle conclusioni fuori bersaglio di Cacciatore e di Depaoli. Per l’Hellas sono Verde e Bessa a tentare il gol del sorpasso ma senza troppa fortuna, nulla di fatto nei 90 minuti e si va ai supplementari.

Ai supplementari Inglese ha per due volte la chance di mettere il gol qualificazione di testa, una per tempo, ma le spreca malamente. Nel primo tempo è merito di un super Silvestri che riesce a parare la conclusione dell’attaccante del Chievo, nel secondo sbaglia Inglese ad angolare troppo e la palla esce. L’1-1 regge anche qui: calci di rigore. Inizia la serie Pellissier che però si fa parare il tiro, l’unica parata avvenuta in dieci rigori battuti; 4-5 quindi ed Hellas che passa il turno vincendo il derby ai rigori.

Nelle altre partite di Coppa Italia non ci sono sorprese: il Torino supera il Carpi agevolmente con un facile 2-0 (ed una traversa pazzasca colpita su punizione dal secondo portiere Milinkovic-Savic), il Sassuolo batte il Bari 2-1 grazie a Politano nel finale.

Federico Baldan

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here