5.7 C
Venezia
venerdì 15 Gennaio 2021

Chi ha detto che la Francia riparte? Molti i dubbi, intanto stop e campionato finito

Home Coronavirus Chi ha detto che la Francia riparte? Molti i dubbi, intanto stop e campionato finito
sponsor

sponsor

La Francia, così come la Germania, vengono spesso prese ad esempio negli ultimi giorni come modelli da seguire per ‘agevolare’ le riaperture in virtù dell’economia sottostante. Ma siamo davvero sicuri che la Francia, partita dopo di noi in questa guerra contro il virus, sia pronta per ripartire?

commercial

Un’ora esatta è servita martedì ad Edouard Philippe per disegnare la fase 2 della Francia, che comincerà l’11 maggio.

Al momento annunciata la riapertura dei negozi, ma non ancora di bar e ristoranti, mentre chiude definitivamente il campionato di calcio.

Attenzione però: si tratta di annunci promessi in una situazione ideale, fatti quindici giorni prima della data reale di ‘fine lockdown’ e, soprattutto, con l’avvertimento che se alla vigilia della data reale i dati non saranno buoni, sarà tutto rinviato.

Davanti al Parlamento, il premier è stato di una precisione chirurgica negli annunci, dopo giorni di polemiche. E ha messo in guardia i francesi perché ha ravvisato “un allentamento” dell’osservanza delle regole anticontagio, i gesti salvavita che hanno imparato tutti a conoscere: “Se gli indicatori non saranno rispettati, non faremo nessuna riapertura l’11 maggio”, ha avvertito Philippe, reduce – stando ai corridoi del Palazzo – da un lungo braccio di ferro con il presidente Emmanuel Macron.

Macron ha insistito per riaprire le scuole contro il parere della maggioranza del Consiglio scientifico che affianca il governo, che avrebbe preferito rinviare a settembre.

Il premier, che era per una linea più prudente, ha strappato soltanto lo “stralcio” dei licei dalla ripartenza a maggio.

I dati confortanti dovranno essere quelli dei nuovi contagi (fra i 1.000 e i 3.000 al giorno su base nazionale, non di più), l’alleggerimento della pressione sugli ospedali e la capacità di effettuare tutti i test virologici necessari.

A quest’ultima condizione – Philippe ha assicurato che l’11 maggio la Francia avrà una capacità di testare 700.000 persone a settimana – si aggiunge quella delle mascherine, che dovranno essere a disposizione di tutti i francesi nelle farmacie.

Il motto della riapertura, indispensabile per non veder “crollare l’economia”, sarà “proteggere, testare, isolare”. Chi risulterà positivo ai test dovrà essere isolato, a casa o in luoghi predisposti ad hoc, hotel ma non solo.

A realizzare questo progetto concorreranno vere e proprie “brigate” in ogni dipartimento, capaci di identificare il maggior numero di “contatti” avuti dal contagiato.

Il grado di riapertura sarà modulato secondo i dati dipartimento per dipartimento: ci saranno i “verdi” – con un’epidemia in flessione – che godranno di aperture più ampie, e i “rossi”, dove le regole della fase 2 saranno più strette.

La riapertura delle scuole sarà “molto graduale”, ha detto Philippe, prima le materne e le elementari dall’11, per alleggerire le famiglie che devono tornare a lavorare (ma su base facoltativa), poi le medie dal 18 cominciando dai dipartimenti “verdi”.

Dei licei si riparlerà a fine maggio.

Mascherine obbligatorie soltanto alle medie, 15 allievi al massimo per ogni classe, ben distanziati.

Riaprono le fabbriche, il telelavoro resta raccomandato per tutti quelli che lo hanno sperimentato con successo in questo periodo, per gli altri raccomandazione di maschere e orari diversificati quanto possibile per il personale.

Tutti i negozi riapriranno tranne i caffè e i bistrot, per i quali si sta pensando a una riapertura nella “fase 3” che – se tutto procederà come previsto – dovrebbe scattare dal 2 giugno.

Sparisce l’autocertificazione, si circolerà liberamente ma entro i 100 chilometri, con raccomandazione agli anziani di “fare più attenzione”, continuando ad uscire il meno possibile. E, soprattutto, “niente week-end fuori”.

Limite agli assembramenti a 10 persone (quindi cene con gli amici consentite) ed estate con eventi sotto le 5.000 presenze.

Ancora chiusi musei (a parte i piccoli che potranno riaprire), cinema, teatri e sale da concerto; luoghi di culto aperti ma senza cerimonie, funerali limitati a 20 persone.

Stagione finita invece per Neymar, Mbappé e compagni: il campionato di Ligue 1, ma anche la Top 14 del rugby, non riprenderà. Sulla classifica finale, la parola passa alle autorità sportive.

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

La morte di Daiana, 28 anni, mentre cammina in Strada Nova, sconvolge Venezia

La morte di Daiana, 28 anni, ha sconvolto la città. Già quando si riferiva di un improvviso malore per la giovane donna, mentre si...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da...

Accoltellamento a Cannaregio, zona ex Umberto primo. Grave un uomo ferito all’addome

È successo oggi, sabato 9 gennaio, verso mezzogiorno. Per due uomini ospiti di un centro di accoglienza a Cannaregio 3143, in zona ex Umberto...

Veneto zona arancione, cosa cambia. Cosa si può fare

Veneto zona arancione. Nella spinosa situazione in cui non ha evidentemente voluto entrare il presidente Zaia, ci entrano i provvedimenti nazionali aggiustando l'Rt, sotto...

Coronavirus Venezia, quasi 10% di ricoveri in più in 3 giorni a Venezia e Mestre

Coronavirus Venezia e provincia che è ormai diventato come tirare i dadi ogni giorno. Al trend segnalato ieri con un leggero rallentamento dei numeri,...
commercial

Il virus torna a scuola: classi che riprendono subito fermate (due a Venezia)

La scuola è ripartita ma nella provincia di Venezia ben otto classi sono state fermate dopo la pausa natalizia. Sono quelle in cui ha...

È morto Ivone Pitteri della Taverna Brenta di Oriago

È scomparso ieri, domenica 10 gennaio, il titolare della Taverna Brenta di Oriago di Mira, Ivone Pitteri, a 60 anni. Era conosciuto e stimato....

Covid martedì in Veneto: numeri pesantissimi. Prima regione d’Italia per nuovi contagi

Covid oggi in Veneto che si apre con un dato molto pesante. Il numero dei morti per Covid-19 in Veneto registra oggi, martedì, 166 decessi...

Veneto in area Arancione: sospese linee 3 e 6 Actv

Il Veneto, come noto, diventa "zona arancione". Ciò comporta inevitabilmente anche conseguenze alla mobilità. Di pochi minuti fa l'avviso di Actv/Avm con cui si...

Veneto “arancione” oggi, ma a rischio zona rossa domani

Veneto "arancione", come abbiamo visto, ma esiste il rischio di finire addirittura in zona rossa con i numeri attuali per un molto probabile cambio...

Venezia surreale per il covid. La basilica di San Marco diventa “faro”

Di Giorgia Pradolin E' un meraviglioso set a luci spente Piazza San Marco. Vuota e immersa nel silenzio, tranne l'eco di qualche passo sui masegni,...
sponsor

8 e 9 gennaio, zona gialla e arancione: cosa si può fare oggi e nel week-end. Cosa cambia da lunedì 11

Zona arancione da domani, sabato 9 gennaio 2021. A causa dell'emergenza sanitaria da coronavirus, ancora per oggi i locali, bar e ristoranti, potranno restare...

Quando finisce il Grande Fratello VIP? La conferma di Signorini

Dopo un primo allungamento all'8 febbraio e le successive voci che parlavano di "finale il 15 febbraio", nell'ultima puntata di GF VIP Party Alfonso...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Dati Covid Veneto oggi in calo. Flor “gela” Crisanti

Dati del Covid in Veneto oggi in calo nel bollettino odierno della Regione del Veneto. I nuovi contagi nelle ultime 24 ore sono 1.715,...

Zaia conferma variante inglese ma non solo: “In Veneto 8 mutazioni”

Zaia conferma la variante inglese del virus: "Il virus non è più lo stesso di marzo. Nella mia regione i genetisti dell'Istituto zooprofilattico delle...
commercial

Nuovo Dpcm: altra stretta, ma è scontro con le Regioni

Nuovo Dpcm, in arrivo un'altra stretta. Si andranno a modificare i coefficienti ma il focus sarà anti-movida con un ulteriore stop agli spostamenti. Il nuovo...

“Io non voglio vaccinarmi, cosa posso fare se mi obbligano?”. I consigli dell’avvocato

"Io non voglio vaccinarmi, ma al lavoro me lo impongono, posso essere licenziato?". "Mi hanno informato che dovrò vaccinarmi al lavoro, posso rifiutarmi?". Domande sempre...

Crisanti: “Variante Inglese responsabile in Veneto? Bloccare Regione!”

Andrea Crisanti: "Variante Inglese responsabile in Veneto? Bloccare Regione subito!". Il professore di Microbiologia all'Universita' di Padova "legge" le ultime dichiarazioni del governatore Luca...

Coronavirus Venezia, altri 12 morti in un giorno. Ulss 3 Serenissima vaccina più di tutte

Coronavirus Venezia e provincia: numeri dei nuovi contagiati in calo rispetto alla media giornaliera. Un dato che da speranza nonostante la fisiologica diminuzione di...

Ragazzina tagliata sulla bocca da coetaneo per emulare ghigno di Joker

Ragazzina tagliata sulla bocca da coetaneo, solo leggermente più grande, per farla assomigliare al sorriso-ghigno di Joker, l'antagonista dei film di Batman. Questa la terribile...

Emilio Deboschi – allunno dea terza ellementarre. Tema: I miei cari parenti.

(Riceviamo e pubblichiamo). Emilio Deboschi – allunno dea terza ellementarre. Tema: I miei cari parenti. ...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.