Centro migranti di Cona: tre prefetti rinviati a giudizio

ultimo aggiornamento: 10/10/2019 ore 09:14

996

Tre prefetti si trovano con un rinvio a giudizio emesso nei loro confronti, un provvedimento legato all’indagine su ex centro accoglienza Cona.

Tre prefetti e quattro funzionari statali in totale dovranno affrontare un processo come da richiesta della Procura della Repubblica di Venezia nell’ambito di un’inchiesta legata alla gestione del campo profughi di Cona (Venezia).


I Pm Lucia D’Alessandro e Federica Baccaglini hanno chiesto il rinvio a giudizio per gli ex prefetti di Venezia Domenico Cuttaia e Carlo Boffi, l’ex vice prefetto di Venezia Vito Cusumano, ora prefetto a Bolzano, che, secondo l’ipotesi accusatoria, avrebbero annunciato le visite ispettive al centro di Cona alla cooperativa Edeco che la gestiva in modo da evitare contestazioni.

Indagati anche altri soggetti per i quali la Procura procede per l’ipotesi di reato per frode nelle forniture e truffa. Di fatto avrebbero tollerato che i titolari della Edeco non rispettassero i termini del capitolato d’appalto.

Nel centro di accoglienza di Cona sarebbero venuti meno i controlli sul numero di operatori per l’assistenza ai migranti così come a quello dei medici per l’assistenza sanitaria prevista.


La struttura di Cona, una volta scattata l’inchiesta, è stata progressivamente ‘alleggerita’ quanto a numero di ospiti per poi essere definitivamente chiusa.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here