Canone Rai in bolletta, pagheranno tutti. Recuperando evasione si pagherà meno

ultimo aggiornamento: 05/10/2015 ore 09:22

201

Canone Rai in bolletta, pagheranno tutti

Canone Rai, tassa che molti reputano ingiusta, andrà in bolletta della luce?

Canone Rai in bolletta, ogni tanto se ne parla, questa volta pare quella buona.
Matteo Renzi questa volta sembra proprio intenzionato a portare a compimento l’operazione: “In legge di stabilità riduciamo il canone – spiega a In 1/2 H su Rai3 – e contemporaneamente diciamo che lo devono pagare tutti attraverso un meccanismo” che potrebbe essere quello del pagamento nella bolletta elettrica.

Non è certo un’idea nuova, il Canone Rai in bolletta Enel era stata lanciata (e abbandonata) qualche anno fa.
“Oggi costa 113 euro, il prossimo anno – annuncia – costerà 100 euro. Chi è onesto e paga, paga meno”.

Il premier, in realtà, non assicura che la tassa si pagherà con la luce, già troppe volte il progetto del canone in bolletta è saltato. Renzi lascia intendere però che quella al momento è un ipotesi probabile.

Tale opzione consentirebbe di ridurre notevolmente, quasi azzerare, l’evasione, che si avvicina al 30% e ammonta a circa 500 milioni di euro, ma che quest’anno, secondo le previsioni che circolano a Viale Mazzini, potrebbe salire a 600 milioni.

Per garantire un gettito in linea con quello attuale, intorno a un miliardo e 700 milioni, secondo le cifre circolate lo scorso anno, sarebbe possibile ridurre l’ammontare anche sotto i 100 euro, tra i 60 e gli 80 euro.

Non è escluso, comunque, che si decida di adottare una progressività del canone, legandolo all’Isee o al tipo di abitazione, ed eventualmente optare per un’esenzione per le fasce più basse.
Quello che appare certo è che, con la modifica, la tassa non sarà più legata al possesso del televisore, ma a quello dei vari device, come smartphone, tablet e pc, con cui si può vedere la Rai.
Toccherà eventualmente al singolo utente chiedere l’esenzione dichiarando il mancato possesso di tali mezzi.

Come dicevamo, l’idea dell’inserimento in bolletta aveva sollevato già l’anno scorso i dubbi dell’Autorità per l’energia e delle associazioni di settore, che tornano a dirsi contrarie.
“Resta un gran pasticcio – afferma il presidente di Assoelettrica, Chicco Testa -, in questo modo il consumatore non saprebbe più cosa sta pagando e noi non riusciremo più a fare il nostro mestiere. Faccio una controproposta, perché non metterlo sulla bolletta del telefono o del gas?”.

“E’ illegale l’idea di addossare sulle bollette elettriche – sostengono Adusbef e Federconsumatori – l’ennesimo, assurdo, odioso balzello, per far pagare il canone Rai, anche a famiglie, cittadini, consumatori ed utenti che non hanno la televisione, imponendo alle aziende elettriche l’ingrato compito di fungere da esattori”.

Redazione

05/10/2015

Riproduzione vietata

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here