Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
9.7C
Venezia
venerdì 05 Marzo 2021
HomeNotizie NazionaliCanone Rai in bolletta: Consiglio di Stato lo rimanda al mittente

Canone Rai in bolletta: Consiglio di Stato lo rimanda al mittente

Canone Rai in bolletta: Consiglio di Stato lo rimanda al mittente

Canone Rai in bolletta? Non è stato bocciato, il governo non gradisce che si dica così. Fatto sta che il decreto ministeriale con il Regolamento sul canone Rai inserito nella bolletta elettrica non ha superato, per ora, l’esame del Consiglio di Stato che lo ha rispedito al mittente, con la segnalazione di varie «criticità».
Il canone Rai aveva provocato finora diverse perplessità, ma dovrebbe comunque partire a luglio ed ora ci si trova a ridosso del via dei primi adempimenti quando arriva lo stop del Consiglio di Stato al regolamento messo a punto dal ministero dello Sviluppo Economico.

Sono diverse le criticità evidenziate da Palazzo Spada in un parere interlocutorio, in attesa di quello definitivo che arriverà dopo gli approfondimenti necessari. Il provvedimento, che precisa le modalità con cui dovrà essere versata e riscossa la tassa, andrà rivisto e integrato. Anche se le osservazioni non sono vincolanti, il ministero dovrebbe adeguarsi. A farlo capire è il sottosegretario alle Comunicazioni, Antonello Giacomelli, padre della misura.

“E’ un po’ singolare – afferma rispondendo alle critiche dell’opposizione – trasformare nella comunicazione i pareri e i contribuiti consultivi che servono esattamente a migliorare il testo e che sono accolti da noi con spirito costruttivo in una inesistente bocciatura”. Il Consiglio di Stato evidenzia la mancanza di “un qualsiasi richiamo ad una definizione di cosa debba intendersi per apparecchio televisivo”, dal momento che sul mercato sono ormai disponibili molti device per la ricezione dei programmi. Occorrerebbe specificare, secondo i giudici, che si tratta di apparecchi “in grado di ricevere il segnale digitale terrestre o satellitare direttamente o tramite decoder”.

Sono altri i punti contestati: manca, secondo il Consiglio di Stato, un riferimento allo scambio dati tra vari enti necessario per l’addebito, mentre sarebbe necessaria una disposizione che espliciti che le procedure previste avvengano nel rispetto della normativa sulla privacy.

Un ulteriore profilo di criticità è dato dal fatto che “non tutte le norme risultano formulate in maniera adeguatamente chiara”. Il ministero dell’Economia, inoltre, non ha dato un formale via libera al provvedimento, attraverso il meccanismo del “concerto”.

Giacomelli risponde punto su punto, spiegando che il governo aveva già “intenzione di procedere a una più esplicita e meno tecnica definizione di apparecchio televisivo e a una capillare campagna di comunicazione”. “Quanto al “mancato concerto” del Ministero dell’Economia – aggiunge il sottosegretario – è solo la segnalazione che per il Mef ha firmato il capo dell’ufficio legislativo e non il capo di gabinetto. Anche sulla privacy il testo è all’attenzione del Garante e lavoriamo insieme con spirito costruttivo”.

Al momento vengono esclusi ulteriori slittamenti delle scadenze, ma è chiaro che bisognerà far presto per consentire ai cittadini di conoscere per tempo gli adempimenti necessari.
Verrà sicuramente posticipata, probabilmente al 15 maggio, la scadenza per la presentazione della dichiarazione di esenzione sia via Internet che tramite raccomandata.

La prima rata di 60 euro dovrebbe comunque rimanere nella bolletta della luce di luglio. Sono molte, però, le voci contrarie. A partire dai consumatori che, con il Codacons, chiedono la sospensione del decreto. Voci critiche anche da Lega Nord, Sinistra Italiana e, soprattutto, da Forza Italia che parla di “sonora bocciatura del governo”.

Mario Nascimbeni

15/04/2016

(cod canone)

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...