1.2 C
Venezia
martedì 07 Dicembre 2021

Baby gang in azione a Scorzè: minacciato giovane e rubate scarpe lasciandolo a piedi nudi per strada

Homebaby gangBaby gang in azione a Scorzè: minacciato giovane e rubate scarpe lasciandolo a piedi nudi per strada
la notizia dopo la pubblicità

Baby gang: minori minacciano un giovane fermato per strada e gli rubano le scarpe, lasciandolo scalzo e lontano da casa.
Un fenomeno di allarme sociale, quello della baby gang, che torna a farsi sentire nel territorio veneziano. Questa volta non si tratta di giovanissimi che picchiano le persone per strada ma di baby rapinatori che hanno derubato delle scarpe nuove un coetaneo per strada.
Un colpo sull’impronta di quelli che avvenivano a Milano, dove gruppetti di giovani e giovanissimi derubavano altri ragazzi di felpe, cellulari e scarpe, per l’appunto.
I fatti.
La rapina avviene a Scorzè, in provincia di Venezia, a fine febbraio 2021. Due minori di 16 anni fermano un loro coetaneo.
Anche quest’ultimo ha 16 anni, è residente a Zero Branco, in provincia di Treviso, e ai piedi indossa delle scarpe Nike appena acquistate e visibilmente nuove, del valore di 200 euro.
Proprio a quelle

sono interessati i due prepotenti che con le minacce e le intimidazioni riescono a terrorizzare la vittima e farsele consegnare.
Il ragazzino di Zero Branco ha paura di essere ammazzato di botte, al punto da togliersi le Nike e consegnarle ai due, restando scalzo per strada, lontano da casa.
I due, ottenuto il bottino, scappano via subito.
Dopo pochi giorni, ai primi giorni di marzo, la vittima della rapina sporge denuncia per l’accaduto e i carabinieri di Zero Branco iniziano ad indagare sulla vicenda, riuscendo a risalire ad uno dei due sedicenni che ha commesso il crimine, a quello che materialmente ha preso in consegna le Nike per poi scappare a bordo di un autobus a Mestre. Si tratta di uno studente sedicenne mestrino, di origine marocchina, che non avendo ancora la macchina e la patente vista la giovane età, è rientrato a casa, dopo il colpo, a bordo del mezzo pubblico.
I carabinieri di Zero Branco riescono a risalire al domicilio del sedicenne di Mestre che alla fine confessa

l’accaduto.
Le Nike però non sono più in suo possesso, lo studente racconta ai militari di averle cedute ad un amico che vive a Favaro Veneto, in cambio di un altro paio di scarpe.
A questo punto i militari raggiungono l’abitazione del secondo giovane, uno studente di 16 anni kosovaro residente a Favaro, e lì trovano le Nike rubate.
Entrambi gli studenti hanno precedenti penali e vengono denunciati a piede libero al Tribunale dei Minori: quello di Mestre dovrà rispondere della rapina e quello di Favaro di ricettazione.
Le scarpe Nike sono state restituite dai carabinieri al legittimo proprietario.

» ti potrebbe interessare anche: “Baby gang: 12 contro 1 con i bastoni. Ventenne finisce all’ospedale

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

La Venezia Scomparsa: Molin e il Ponte dei Giocattoli. I ricordi, la chiusura: incontro con Federico, l’ultimo gestore, 12 anni dopo

Il negozio Molin, conosciuto da tutti i veneziani tanto da aver ribattezzato “il Ponte dei Giocattoli”, non rappresentava per me un semplice, piacevole prolungamento del percorso mattutino, ma un vero e proprio luogo dei sogni a due soli passi da casa. La...

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...

Processo del lavoro e prova per testimoni: la delicata posizione del collega-testimone

In questo articolo analizzeremo la delicata posizione del testimone all'interno del processo del lavoro e come tale problematica stia evolvendo alla luce della crescente precarizzazione della forza-lavoro. Nel rito speciale del lavoro, come più in generale nel processo civile, è ammessa la...

Come e’ morta Marilyn Monroe? giallo risolto dopo 51 anni in un libro

La Morte di Marilyn Monroe è uno dei più grandi misteri che costellano la storia americana. Ora, dopo 51 anni, la verità su Come e' morta Marilyn Monroe, venuta a mancare il 4 agosto del 1962, potrebbe essere svelata da un...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...