21.5 C
Venezia
giovedì 05 Agosto 2021

Baby gang in azione a Scorzè: minacciato giovane e rubate scarpe lasciandolo a piedi nudi per strada

Homebaby gangBaby gang in azione a Scorzè: minacciato giovane e rubate scarpe lasciandolo a piedi nudi per strada

Baby gang: minori minacciano un giovane fermato per strada e gli rubano le scarpe, lasciandolo scalzo e lontano da casa.
Un fenomeno di allarme sociale, quello della baby gang, che torna a farsi sentire nel territorio veneziano. Questa volta non si tratta di giovanissimi che picchiano le persone per strada ma di baby rapinatori che hanno derubato delle scarpe nuove un coetaneo per strada.
Un colpo sull’impronta di quelli che avvenivano a Milano, dove gruppetti di giovani e giovanissimi derubavano altri ragazzi di felpe, cellulari e scarpe, per l’appunto.
I fatti.
La rapina avviene a Scorzè, in provincia di Venezia, a fine febbraio 2021. Due minori di 16 anni fermano un loro coetaneo.
Anche quest’ultimo ha 16 anni, è residente a Zero Branco, in provincia di Treviso, e ai piedi indossa delle scarpe Nike appena acquistate e visibilmente nuove, del valore di 200 euro.
Proprio a quelle

sono interessati i due prepotenti che con le minacce e le intimidazioni riescono a terrorizzare la vittima e farsele consegnare.
Il ragazzino di Zero Branco ha paura di essere ammazzato di botte, al punto da togliersi le Nike e consegnarle ai due, restando scalzo per strada, lontano da casa.
I due, ottenuto il bottino, scappano via subito.
Dopo pochi giorni, ai primi giorni di marzo, la vittima della rapina sporge denuncia per l’accaduto e i carabinieri di Zero Branco iniziano ad indagare sulla vicenda, riuscendo a risalire ad uno dei due sedicenni che ha commesso il crimine, a quello che materialmente ha preso in consegna le Nike per poi scappare a bordo di un autobus a Mestre. Si tratta di uno studente sedicenne mestrino, di origine marocchina, che non avendo ancora la macchina e la patente vista la giovane età, è rientrato a casa, dopo il colpo, a bordo del mezzo pubblico.
I carabinieri di Zero Branco riescono a risalire al domicilio del sedicenne di Mestre che alla fine confessa

l’accaduto.
Le Nike però non sono più in suo possesso, lo studente racconta ai militari di averle cedute ad un amico che vive a Favaro Veneto, in cambio di un altro paio di scarpe.
A questo punto i militari raggiungono l’abitazione del secondo giovane, uno studente di 16 anni kosovaro residente a Favaro, e lì trovano le Nike rubate.
Entrambi gli studenti hanno precedenti penali e vengono denunciati a piede libero al Tribunale dei Minori: quello di Mestre dovrà rispondere della rapina e quello di Favaro di ricettazione.
Le scarpe Nike sono state restituite dai carabinieri al legittimo proprietario.

» ti potrebbe interessare anche: “Baby gang: 12 contro 1 con i bastoni. Ventenne finisce all’ospedale

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.