7.4 C
Venezia
mercoledì 01 Dicembre 2021

A Murano una Via Crucis di Vetro opera di Marco Toso Borella

HomeArte e CulturaA Murano una Via Crucis di Vetro opera di Marco Toso Borella
la notizia dopo la pubblicità

A Murano una Via Crucis di Vetro: un’opera unica al mondo realizzata dal poliedrico artista muranese Marco Toso Borella, pittore, scrittore, ricercatore storico e direttore del coro più numeroso d’Italia.
La Basilica di San Donato a Murano, uno dei più autorevoli esempi dell’arte bizantina, visitata da turisti di tutto il mondo, citata in tutti i libri di storia dell’arte per la bellezza dei suoi mosaici, dal 2016 è impreziosita da un ulteriore elemento artistico eccezionale: una Via Crucis di Vetro di Murano, decorata con oro e smalti, opera dell’artista muranese Marco Toso Borella, decoratore su vetro di professione ma contemporaneamente apprezzato scrittore, ricercatore storico, musicista.
Personalità variegata che ha saputo elevare la fragilità di una materia prima già di per sé preziosa, come il vetro di Murano, a strumento di comunicazione di un messaggio potente ed eterno: la Resurrezione di Gesù Cristo, fulcro del credo cristiano.
E’ infatti questa la prima particolarità dell’opera, che si compone di 15 piastre raffiguranti le 14 tradizionali stazioni della Via Crucis più una aggiuntiva, che solitamente non compare nel percorso ma che in realtà è la più importante, il fine ultimo della Via della croce, ossia la Resurrezione dalla morte.

“Ho voluto proporre uno sguardo del tutto contemporaneo sulla Passione di Cristo – spiega Marco Toso Borella – rimanendo però estremamente fedele allo stile bizantino della Basilica in cui l’opera è collocata e inserendo numerosi rimandi ai meravigliosi mosaici che adornano il pavimento e l’abside. La “forza dello Spirito nella fragilità della Materia” (titolo della pubblicazione di Toso Borella che illustra l’opera, ndr) è un’affermazione, un’allegoria. La potenza del Dio onnipotente si incarna in un’identità fragile di sensi calpestati. La forza del messaggio è trasmessa attraverso la materia di sintesi più antica e fragile: il vetro”.

L’opera è stata scelta dal Patriarca di Venezia Francesco Moraglia per illustrare le sue meditazioni sulla Via Crucis nel volume “Via Crucis. La sapienza della croce” (ed. Marcianum Press, 2019)

LA TECNICA ARTISTICA. La Via Crucis di Vetro, affissa alle pareti della Basilica di San Donato e visitabile gratuitamente tutti i giorni dalle 9 alle 17, è realizzata secondo una tecnica artistica originale e unica al mondo che appartiene alla famiglia Toso Borella da secoli, esempio della creatività tutta veneziana di un’artista a 360°. Si tratta di graffito su foglia d’oro 24k, inciso attraverso punte di diverso diametro e decorato con smalti colorati. Proprio per l’originalità di questo tipo di lavorazione, Marco Toso Borella è citato nella collana “I Dizionari dell’Arte”, firmata da Antonella Fuga, pubblicata da Electa nel 2004 e successivamente nell’Opera Artists Techniques and Materials pubblicata nel 2006 da The J. Paul Getty Museum di Los Angeles. Le sue opere, vendute in alcune delle vetrerie più prestigiose dell’isola, hanno partecipato a mostre e rassegna artistiche internazionali e sono presenti in collezioni private e musei. Nel 2011, nell’ambito delle celebrazioni per il 150° anniversario della fondazione del Museo Vetrario di Murano, una sua opera in graffito oro “Trittico Metropolitano”, è stata esposta nel Museo, dove è tuttora custodita, come rappresentazione di una tecnica di lavorazione su vetro unica ed esclusiva.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

5×1000 alla Voce di Venezia: da 16 anni ti siamo fedeli, ci meritiamo una firma?

5x1000 al nostro giornale: da 15 anni ti siamo fedeli, meritiamo una tua firma? Tu che ci leggi conosci già il nostro lavoro. Sicuramente hai già letto nostri articoli: le ultime notizie più importanti del giorno da leggere già dalle prime ore del...

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

Chi volontariamente non si vaccina ruba un pezzo di probabilità di evitare la dissoluzione del genere umano. Lettere

Con la propaganda No-Vax io non riesco a discutere né a confrontarmi perché si tratta di un Extramondo *(una specie di Vandea del XXI secolo)* nel quale non riesco neanche a respirare. La Storia non si muove in senso vettoriale ma circolare...

“Non mi hanno fatto entrare all’Ospedale di Venezia per accompagnare mia figlia”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. Buongiorno sono una cittadina italiana. Martedì ho accompagnato mia figlia di 10 anni a fare una visita in ospedale di Venezia ma all' ingresso non mi hanno fatto entrare perché non ho il "Green Pass". Ma secondo voi è possibile lasciare...

Come e’ morta Marilyn Monroe? giallo risolto dopo 51 anni in un libro

La Morte di Marilyn Monroe è uno dei più grandi misteri che costellano la storia americana. Ora, dopo 51 anni, la verità su Come e' morta Marilyn Monroe, venuta a mancare il 4 agosto del 1962, potrebbe essere svelata da un...

Controluce di Venezia. Foto di Iginio Gianeselli

Controluce. Splendido effetto, se ben usato, che marchia i toni chiaroscuri. Venezia, come sempre, si presta come splendida modella e lo scatto non può che essere affascinante. Grazie a Iginio per la foto. didascalia: Controluce di Venezia autore: Iginio Gianeselli invia una foto torna all'archivio delle foto

Controluce di Venezia. Foto di Iginio Gianeselli

Controluce. Splendido effetto, se ben usato, che marchia i toni chiaroscuri. Venezia, come sempre, si presta come splendida modella e lo scatto non può che essere affascinante. Grazie a Iginio per la foto. didascalia: Controluce di Venezia autore: Iginio Gianeselli invia una foto torna all'archivio delle foto

Chi volontariamente non si vaccina ruba un pezzo di probabilità di evitare la dissoluzione del genere umano. Lettere

Con la propaganda No-Vax io non riesco a discutere né a confrontarmi perché si tratta di un Extramondo *(una specie di Vandea del XXI secolo)* nel quale non riesco neanche a respirare. La Storia non si muove in senso vettoriale ma circolare...

No Vax in strada a Verona, c’è anche il prete: “Draghi e Brunetta, andrete all’inferno”

No Vax e proteste a Verona: in mille in corteo tra cui anche un sacerdote no vax. Si è svolto infatti oggi l'ennesimo pomeriggio di protesta da parte degli schieramenti No Green Pass - No Vax a Verona, dove si sono...

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

Chiede di indossare la mascherina: turista picchia marinaio Actv

Il marinaio Actv chiede di indossare la mascherina: preso a pugni. Arriva il capitano: picchiato anche lui. Cattivo segno dei tempi di un turismo asfissiante e stressante a Venezia che sono tali anche per loro, per i turisti. La città, la pandemia,...