7 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

15enne aggressore ha risposto alle domande. Marta in Intensiva almeno fino a lunedì

HomeL'indagine15enne aggressore ha risposto alle domande. Marta in Intensiva almeno fino a lunedì
la notizia dopo la pubblicità

Il 15enne aggressore di Marta ha risposto alle domande che gli sono state poste questa mattina. Alla presenza del suo avvocato, Matteo Scussat, il ragazzino ha risposto alle domande del gip e del pm del Tribunale dei minori di Venezia. Il 15enne si trova tuttora in carcere a Treviso con le accuse di tentato omicidio e tentata rapina aggravata nei confronti di Marta Novello, la giovane di 26 anni accoltellata mentre faceva jogging a Marocco di Mogliano.
L’udienza di convalida dell’arresto è durata un’ora e mezza. La procedura è stata confermata all’ANSA dall’avv. Scussat.

Sui contenuti di quanto dichiarato dall’adolescente e sul suo stato d’animo, l’avvocato non ha voluto dire nulla. “C’è un procedimento in corso – dice – devo mantenere il riserbo. Per me i processi si fanno in tribunale”. Scussat si limita a sottolineare che la difesa “ha accolto con serenità l’ordinanza” che conferma il carcere. “Adesso vediamo” aggiunge, sottolineando che il 15enne “ha iniziato un percorso con assistenti sociali e psicologi” .”Valuteremo nel prosieguo – conclude – che istanze presentare”.
Resta dunque nel carcere minorile di Treviso il 15enne. Il gip nell’udienza di stamane ha convalidato le accuse di tentato omicidio e tentata rapina aggravata.

“Non vediamo l’ora di poter rivedere Marta Novello nel suo Ateneo, dove si sta per laureare, ed è con grande gioia che lo possiamo dire”: afferma Rosario Rizzuto, rettore dell’Università di Padova, parlando della ragazza tuttora ricoverata all’ospedale Cà Foncello di Treviso.
“Tutta la grande comunità che forma l’Università di Padova ha seguito con trepidazione le notizie sulla salute di Marta – ricorda -. Sono state ore difficili, di attesa, dopo la vile e insensata aggressione che la nostra studentessa ha subito. Momenti superati ora, col miglioramento quadro clinico”. L’Università, sottolinea Rizzuto, “si stringe a lei: forza Marta, ti aspettiamo presto”.

Anche il Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari nel quale studia Marta Novello le manda un incoraggiamento. “Appresa la notizia della terribile aggressione di cui è stata vittima, l’intera comunità del Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (studentesse e studenti, professori e professoresse, collaboratori linguistici e personale tecnico amministrativo) si stringe commossa – si sottolinea – e, al tempo stesso, piena di speranza, attorno a Marta Novello e alla sua famiglia, fiduciosa che possa tornare presto a partecipare, come ha fatto con passione e intelligenza poco comuni nel corso degli ultimi anni, alla circolazione di saperi e affetti in cui ha scelto di incanalare i suoi studi, come mediatrice culturale ed esperta di lingue, letterature e culture straniere”. “La aspettano con particolare affetto – concludono i docenti – i suoi colleghi e i suoi professori di inglese e di spagnolo”.

la notizia dopo la pubblicità

Marta Novello, però, non potrà riprendere il suo posto all’Università di Padova a breve. E’ stato oggi previsto che rimanga precauzionalmente in terapia intensiva almeno sino a lunedì 29. Le sue condizioni, riferiscono i sanitari, stamane sono stabili e i parametri buoni. la via del miglioramento è continua ma la sua situazione deve essere costantemente monitorata.

» ti potrebbe interessare anche: “Marta ricorda l’aggressione. La madre del 15enne: “Forse in crisi per la dad”

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

“Far pagare spese sanitarie a chi non si vaccina: proposta oscena”. Lettera

La proposta di far pagare le cure sanitarie a chi si ammala dopo aver rifiutato il vaccino è oscena: "E le altre malattie?"

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...
spot

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. VIDEO

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. In rima, con una melodia orecchiabile e quell'ironia tipica del dialetto veneziano. La cornice e lo sfondo sono proprio la città, in questa estate 2021: un anno e mezzo di emergenza sanitaria da...

Nata Cassa Mutuo Soccorso per sostenere operatori sanitari che resistono al vaccino

Riceviamo e pubblichiamo. E' NATA LA CASSA DI MUTUO SOCCORSO , per sostenere ECONOMICAMENTE UN OPERATORE SANITARIO IN LOTTA CONTRO UN SOPRUSO, la sperimentazione vaccinale del decreto legge 44 art 4, che impone un vaccino che vaccino fino al 2023...

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia. 82 anni, dopo avere preso la pillolina blu ha tentato di avere un rapporto sessuale con la moglie. Ma la donna, sua coetanea, ha avuto paura "dell'impeto" ed ha chiamato la polizia.  E' inutile descrivere...
Advertisements

Green Pass obbligatorio: quali sono le regole

Green Pass obbligatorio, la guida: tutte le regole. Dove non si entra senza, come procurarselo, quanto dura, ecc...

Studiare a casa? Un orizzonte che ci riguarda. Di Andreina Corso

Quanti bambini, quanti ragazzi sognerebbero di non andare a scuola, di studiare a casa, magari supportati dai genitori, se non devono andare a lavorare, dai nonni, dagli amici, dai vicini, guidati dai loro interessi nella scelta degli argomenti che più li...

Dottoressa di base No Vax sospesa: paese senza medico

La dott. Dina Sandon è sospesa come medico di base dall'Ulss di Padova privando la comunità di Cervarese Santa Croce della sua assistenza

5×1000 alla Voce di Venezia: da 16 anni ti siamo fedeli, ci meritiamo una firma?

5x1000 al nostro giornale: da 15 anni ti siamo fedeli, meritiamo una tua firma? Tu che ci leggi conosci già il nostro lavoro. Sicuramente hai già letto nostri articoli: le ultime notizie più importanti del giorno da leggere già dalle prime ore del...