1.6 C
Venezia
martedì 26 Gennaio 2021

Zuffa tra ragazzi alla festa patronale di Spinea per uno sguardo di troppo

Home Cronaca Zuffa tra ragazzi alla festa patronale di Spinea per uno sguardo di troppo
sponsor

Zuffa tra ragazzi alla festa patronale di Spinea per uno sguardo di troppo

sponsor

Zuffa tra ragazzi alla festa patronale di Spinea, diventata alla fine un vero e proprio pestaggio tra ragazzi. Identificati e denunciati i quattro aggressori mentre restano a terra alla fine “del match” due giovani del Bangladesh.

commercial

Fortunatamente è costante e fattivo il controllo del territorio da parte dei militari della Compagnia Carabinieri di Mestre con un potenziamento della presenza sul territorio, sia nel centro storico che nelle piazze della terraferma metropolitana.

Mercoledì sera la piazza di Spinea dove è in corso la festa patronale è stato il ring virtuale dove si sono affrontate due fazioni distinte di ragazzi che se le sono date di santa ragione, a quanto pare per poco più di uno sguardo di troppo.

Ad avere la peggio, due ragazzi originari del Bangladesh che rimangono a terra e vengono soccorsi dal personale medico per traumi e fratture guaribili in qualche decina di giorni.

I Carabinieri della Stazione di Spinea, dopo il primo intervento e calmati gli animi tra il legittimo sgomento delle persone presenti, avviano le indagini per ricostruire cosa fosse successo.

L’iniziale riluttanza degli aggrediti nell’agevolare le indagini, ritrosia dovuta allo shock dell’aggressione subita pochi minuti prima, non ha ostacolato il certosino lavoro di ricostruzione dei fatti che ha occupato l’intera giornata degli investigatori.

Immediatamente si è iniziato ad indagare nell’ambito di frizioni e ruggini tra gruppi di giovani di estrazione sociale diversa, divisi tra “autoctoni” e “foresti” ma senza connotazioni razziali precise, per cercare di ottenere quante più informazioni possibile.

L’impegno profuso raccoglieva però il plauso delle famiglie e dei ragazzi, i quali si facevano avanti nel raccontare i fatti.

Dopo lunghe ore di colloqui e intreccio di informazioni, apprese a spezzoni dai vari testimoni, si riusciva nella tarda serata di ieri a ricostruire la vicenda.

Sembra sia bastato uno sguardo di troppo, forse male interpretato, a far scattare l’aggressione di violenza inaudita da parte di quattro ragazzi, di cui uno addirittura minorenne, tutti residenti a Spinea (ma uno di origini senegalesi a testimonianza del fatto che l’odio razziale pare centrare poco), nei confronti di altrettanti giovani accomunati dalla provenienza, Bangladesh, ma anche loro del posto.

Gli aggressori, identificati e messi alle strette venivano denunciati in stato di libertà per lesioni personali e violenza privata aggravate ed in concorso.

I servizi di prevenzione e di contrasto ai reati sul territorio proseguiranno nei prossimi giorni in tutto il comprensorio mestrino.

La notizia non appare al momento avere alcuna correlazione con i fatti di epoche recenti che raccontavano violenze di baby gang a Mestre, Marghera e nel territorio.

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Morte della donna dimessa a piedi dal pronto soccorso, partite le indagini

Ci saranno minuziose indagini conseguentemente al decesso di Fabiana Carone, la povera donna di 52 anni morta dopo aver fatto rientro al proprio domicilio...

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...
commercial

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...

È morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

Nella notte tra lunedì e martedì è morto Gianni Busso, di 72 anni, all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dov'era ricoverato dall'11 dicembre scorso per il...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...
sponsor

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto: la mappa aggiornata

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto sono 11. La mappa delle zone sismiche della regione è stata aggiornata dalla giunta regionale, su...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...
commercial

Giovane fermato alla guida, ma non ha mai preso la patente. In auto droga e Taser

Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre attenta e presente nei controlli coordinati del centro città e periferia. Tra i vari reati accertati ieri la condotta grave...

Giuseppe Conte: la fidanzata Olivia Paladino, l’ex moglie e il figlio

Dal primo giugno 2018 Giuseppe Conte è presidente del Consiglio dei ministri. I suoi 56 anni portati benissimo e il suo aspetto curato hanno...

Coronavirus Venezia, nuovi positivi con leggera ripresa

Coronavirus Venezia (e provincia) una giornata in chiaro-scuro quella che va dalle ore 17 di martedì alle ore 17 di mercoledì. In attesa che i...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

ZENO di Lorella Del Gesso [concorso letterario]

Il mio nome è Zeno, la mia età cinque anni. Vivo con Eleonora, che è la mia mamma, e Alan, il suo compagno, con cui...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.