lunedì 17 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Zaia: «Pronti con le vaccinazioni in azienda». Zona rossa sempre più vicina

HomeZaiaZaia: «Pronti con le vaccinazioni in azienda». Zona rossa sempre più vicina

Crescono le terapie intensive anche in Veneto. È cambiata la modalità del passaggio da zona gialla a zona arancione: ora con Rt a 1 avviene in automatico, nessun artificio, rassicura il presidente della Regione Luca Zaia. Intanto si procede a sequenziare le varianti del Covid. Sull’inglese si parla di elevata trasmissibilità e di conseguenza di un aumento di ricoveri e di conseguenza di un nuovo flusso di mortalità (nelle ultime 24 ore si sono contati 22 morti in Veneto). Siamo scesi per un paio di mesi e in Veneto abbiamo ripreso la corsa. «Le restrizioni sono pesanti e il mondo è in difficoltà ma altri Paesi sono in lockdown da tempo, come il Portogallo chiuso da due mesi. Vedremo il governo come si orienterà in base alle direttive del comitato scientifico, ma c’è un punto oltre il quale le comunità si troverebbero a non avere più letti d’ospedale. Abbiamo l’obbligo di garantire la salute dei cittadini», dice Zaia.

Ci sono 6 distretti con scuole in didattica a distanza su 23 e altri 4 sulla soglia (Pieve di Soligo, Rovigo, Bacchiglione Piovese e ovest Veronese): con 250 contagi su 100 mila abitanti scattano le restrizioni, come stabilito dal governo. Per il Veneto la frequenza scolastica si interrompe dalla seconda media in sù. Venerdì si inizia con gli istituti del Veneto orientale, ma qualche Comune ha anche chiuso classi delle scuole elementari, come Portogruaro. Ad oggi in riferimento alla regione il parametro è intorno a 190 (contagi su 100 mila abitanti).

Vaccini in azienda

Piano vaccinale Veneto a partire dalle fragilità, secondo il nuovo piano regionale, gli esposti, i famigliari dei non autosufficienti, e dopo di che si  va per fasce di età in ordine decrescente. Ora stiamo facendo di esaurire gli ottantenni e gli ultracentenari. Alcuni vaccini son stati prudenzialmente accantonati per la seconda dose. Abbiamo oltre 457 mila persone vaccinate con una dose e 180 mila con due. Case di riposo nel mirino, con categorie di ospiti e operatori da completare. Il Veneto porterà in giunta il protocollo in giunta regionale per le vaccinazione aziendali. Categorie e sindacati sono già in contatto con Zaia per i vaccini nei posti di lavoro. Confindustria Venezia mette a disposizione dell’Ulss 3 e dell’Ulss 5 Polesana le proprie sedi, affinché diventino punti di somministrazione dei vaccini. L’associazione ha fatto sapere di essere pronta ad aprire i locali che ospitano il servizio di guardia medica privata, in funzione dallo scorso ottobre a Marghera, Stra e Rovigo. Ad oggi, tali presìdi hanno assistito un centinaio di aziende, per un totale di circa 7 mila addetti. Dall’avvio dell’attività hanno somministrato quasi 3 mila tamponi, sia rapidi che molecolari.

Fascia arancione

Il passaggio dalla zona arancione a rossa è sul filo del rasoio per il Veneto: avviene con Rt a 1,25 e la regione sta virando verso il rosso come altri territori. Le curve nazionali sono “importanti” e la velocità di circolazione del virus è aumentata ovunque. In zona rossa le misure prevedono chiusure di tutte le scuole compresi i nidi, dei Comuni, delle Regioni, dei negozi e di attività. «L’appello che faccio con il cuore in mano al governo è che se ci sono motivazioni scientifiche per la chiusura, si tuteli la salute, ma si ristorino le attività», dice Zaia. L’eventuale zona rossa scatterebbe lunedì.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Dottoressa di base No Vax sospesa: paese senza medico

La dott.ssa è sospesa come medico di base dall'Ulss di Padova privando la comunità di Cervarese Santa Croce della sua assistenza

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...

Salvate Venezia: i vip contro lo sfruttamento selvaggio che uccide la città

Sotto la spinta di Venetian Heritage, benemerita associazione già intervenuta tante volte generosamente per aiutare la salvaguardia, Mick Jagger, Francis Ford Coppola, James Ivory, Wes Anderson, Tilda Swinton, il direttore del Guggenheim Museum Richard Armstrong, l'artista Anish Kapoor scrivono a politici e amministratori.

Donne sputano la comunione, altre sputano sul Cristo. Nelle chiese si moltiplicano le profanazioni

Oltraggi e profanazioni nelle chiese veneziane pare siano molto più frequenti di quanto si immagini. Altri episodi che, seppur meno gravi, testimoniano della situazione che si vive nelle chiese del centro storico veneziano, affollate da fedeli ma anche da turisti.

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

Deve andare a lavorare, entra in pontile dall’uscita causa turisti: pontoniera la fa multare

Una brutta multa e un brutto gesto. Una multa salata ad inizio settimana, come buongiorno. E la rabbia per una multa di 67 euro per essere entrata dalla parte dell’uscita del pontile della linea 1 sul piazzale di Santa Lucia. E’ vero,...

Giardinetti Reali di Venezia: eliminate due balaustre per dar spazio ai trasporti turistici. Lettere

"Recinzione Napoleonica ripristinata a San Marco dopo 14 anni di battaglie e un esposto del Prof. Mozzatto, ma subito rimossi ben due tratti della storica balaustra per fare dei pontili turistici: continua lo scempio a Venezia per dal posto alle attività...

A Venezia turisti come prima della pandemia “Necessari trasporti adeguati”

"Venezia è ai livelli pre-pandemia di turisti: biglietterie, bus, pontili, vaporetti pieni, i lavoratori devono tornare a condizioni normali"

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...

“Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”: un sondaggio per conoscersi e un comitato per il sostegno

Tra il serio e il faceto, “Tutta la Città Insieme!” lancia il Comitato FaVeRAT - “Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”. Per aderire, chiede di rispondere ad un sondaggio ed inviare racconti su come si convive con strutture ricettive nel proprio condominio...

Vaporetti Actv Venezia: torna la Linea 2 fino a Lido

Actv implementa più corse: Linea 2 adesso arriva fino a Lido e ci sono corse supplementari 5.1 2 5.2.