Infortunio in Ferry Boat a Venezia: marinaio ferito dal cavo durante ormeggio

ultimo aggiornamento: 13/07/2020 ore 22:29

17466

Da Marghera per le spiagge del Lido? Con la linea 6L poi ferry

Incidente a bordo di un ferry boat di Actv sabato mattina a Venezia, un marinaio di trent’anni anni è rimasto ferito durante la fase di ormeggio al Tronchetto.

E’ successo poche ore fa a bordo della linea 17, quella che dall’isola del Lido stava giungendo al Tronchetto trasportando le automobili dal centro storico lagunare alla terraferma.

Secondo una prima ricostruzione dell’incidente, il giovane marinaio che doveva ormeggiare il ferry boat all’arrivo, sul pontone dell’isola del Tronchetto, è rimasto ferito alle mani a causa della tensione e rottura di un cavo d’acciaio del mezzo, uno di quelli necessari a legare il traghetto all’approdo.

Proprio al momento di legare il ferry, uno dei cavi d’acciaio sarebbe andato in tensione, ferendo gravemente le mani del giovane che, da quanto è stato possibile apprendere, rischierebbe addirittura di perdere alcune dita.

Le condizioni climatiche di questa mattina a Venezia, raccontano alcuni colleghi dell’addetto Actv, non erano semplici per l’ormeggio del grosso traghetto: tirava un forte vento e c’era molta corrente.

Il giovane malcapitato è stato subito soccorso dal Suem 118 e trasportato d’urgenza all’ospedale di Padova per un probabile intervento chirurgico. Per il momento la prognosi del trentenne è riservata.

C’è grande apprensione da parte dei colleghi e di Actv, l’azienda di trasporto pubblico veneziana: “Confermiamo l’episodio purtroppo – dicono da Actv – siamo vicini al nostro dipendente e alla sua famiglia. In merito alla dinamica, vi sono indagini in corso della Capitaneria di Porto e non possiamo aggiungere nulla di più”.

Giorgia Pradolin

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here