20.8 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Venezia: ‘assolti’ No Grandi Navi tuffati in acqua per protesta

HomeNotizie Venezia e MestreVenezia: 'assolti' No Grandi Navi tuffati in acqua per protesta

protesta in acqua no grandi navi

Quella protesta era stata autorizzata, ma c’erano delle disposizioni del Questore da osservare. Peccato però che il divieto di entrare in acqua sia stato notificato solo un paio d’ore prima dell’avvio della protesta e solo a una persona, ovvero ad uno dei referenti del comitato No grandi navi, Tommaso Cacciari.

A questo punto diventa difficile da dimostrare che vi fosse il tempo materiale per avvisare tutti i manifestanti, quindi è un problema stabilire che chi si è tuffato in acqua lo ha fatto sapendo di contravvenire.

Sono stati così rigettati i 33 decreti penali emessi dal pm Laura Cameli, che accusavano una 50ina di persone partecipanti alla manifestazione anti-navi dello scorso 22 settembre identificate dalla Digos di Venezia, per violazione delle disposizioni del Questore.

Resta in piedi la multa amministrativa di 2071 euro, dovuta come sanzione per la violazione del divieto di balneazione nel canale della Giudecca. Multe che peraltro, aveva più volte spiegato il comitato, saranno impugnate.

Redazione

[20/03/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.