mercoledì 19 Gennaio 2022
0.6 C
Venezia

Virus chi? Venezia affollata come prima della pandemia

HomeVenezia e i turistiVirus chi? Venezia affollata come prima della pandemia

Virus chi?
Guardando le strade della città si può immaginare che nella mente delle persone l’emergenza pandemia sia superata.
Anche troppo.
Molti i residenti ieri, infatti, a lamentare strade intasate (e consueti sovraffollamenti sui vaporetti) come ai tempi pre-Covid.
Anche gli annunci sulle prenotazioni e sul contributo di accesso che partiranno dal 2022 a quanto pare, per il momento, stanno provocando un atteggiamento “Meglio andare ora che poi non sappiamo cosa succede…”.
E così, sulle principale direttrici, come Strada Nuova, San Lio, Rialto, San Giovanni Grisostomo, (oltre alla tradizionale “San marco”), si sono rivisti i classici intasamenti pedonali.
E i numeri sembrano dare ragione alla sensazione percepita.
Tutti i garage di Piazzale Roma più o meno a metà mattina erano completi.

In entrata al Garage Comunale si potevano vedere code infinite di mezzi in attesa.
Rallentamenti si sono registrati anche tra gli autobus che non riuscivano a raggiungere il terminal per fare capolinea per le code di automezzi.
Movimenti difficili anche dentro Piazzale Roma perché tutti gli stalli erano completi creando difficoltà alle manovre e alle fermate temporanee.
Dopo le 11 la conferma ufficiale: tutto full, deviare i mezzi in arrivo per tronchetto.
Il provvedimento ha risolto però troppo poco perché dopo le 13 è arrivata la notizia che anche Tronchetto non poteva più ricevere, così hanno cominciato a partire i messaggi che avvisavano gli automobilisti di fermarsi a Mestre.
Nell’ottica di una tendenza attuale che guarda solo all’indotto turistico, si può senz’altro dire che Venezia non sia mai andata così bene.

Vedi anche:

Casson “Basta Venezia collassata di turisti”, gli arrivi devono lasciare un contributo

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione Venezia
Dalla redazione di Venezia. Per comunicare una segnalazione: [email protected]

6 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. SARA’ SEMPRE PEGGIO, E LA TASSA DI SBARCO NON FERMERA’ NE’ I PENDOLARI DELL’INTERO VENETO (ESENTI), NE’ QUELLI ALLOGGIATI NEGLI ALBERGHI DLEL VENETO E DI MESTRE (ESENTATI). SERVIREBBE UNA PROTESTA DEI VENEZIANI, CHE PERO’ DA ANNI NON SI MUOVONO: BLOCCARE RIALTO, PROTESTARE UN MUNICIPIO, UNA COSA CLAMOROSA CHE FINAMLMENTE DIMOSTRI CHI COMANDA IN CITTA’! LAN CIO IL MIO APPELLO AI LETTORI PER ORGANIZZARNE UNA.
    PROF. FABIO MOZZATTO

  2. Venezia è affollata per i soliti arrivi mordi e fuggi. Strade impercorribili, calli intasate (anche le più “sconte”), naturalmente senza mascherina ! e le distanze ? tutto tace su eventuali contagi, non si può far ricordare alle persone che la pandemia non è sconfitta, anzi…..

  3. Piuttosto che dire che Venezia è piena nel week-end, io vorrei leggere i numeri delle presenze turistiche. Ci.possono essere anche migliaia di visitatori in centro storico che intasano le calli e i.parcheggi di piazzale Roma pieni (SOLO nel weekend) ma questo non significa che i fatturati di hotel e ristoranti e altre strutture ricettive siano ai livelli del 2019. Ci possono essere anche 200 mila visitatori al giorno, ma tutta gente che non pernotta e non spende niente, mangia al supermercato comprando pane e salame e birre da 50 centesimi. Anzi, in Strada Nova ho.visto un Hotel 4 stelle convertito (al pianoterra) in fast-food per pezzenti…altro che pandemia superata.

  4. In realtà le presenze non sono più numerose degli anni scorsi: i parcheggi tendono a riempirsi più in fretta perché molti, per fobia del virus, preferiscono venire in macchina anziché in treno.
    Comunque, fossero anche metà di quelli attuali, i turisti sono troppi!
    Ma la soluzione non può essere un sistema di prenotazione incostituzionale (per gli stranieri potrebbe andare, ma i cittadini italiani devono potervi accedere senza prenotazione o limitazione, salvo situazioni eccezionali e temporanee, ex art. 16 Cost. It.).

  5. Adesso la smetteranno di dire che Venezia e’ affollata per colpa delle grandi navi! Tanta gente ha perso il lavoro e la città è nelle medesime condizioni di prima. Proprio dei geni coloro che hanno deciso di bandire le navi senza avere soluzioni alternative….

    • Ma chi ha mai sostenuto questo? Il problema delle grandi navi è l’inquinamento e i rischi per le altre imbarcazioni oltre che per Venezia stessa. Anzi, il turismo mordi e fuggi non è quello delle navi, ma dei lancioni giornalieri.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

Venezia, San Zaccaria. La sorpresa all’imbarco: ignoti hanno defecato in vaporetto

Venezia, il degrado del comportamento delle persone ha toccato livelli mai raggiunti prima. Questa mattina un vaporetto ha attraccato al pontile di San Zaccaria, ma i viaggiatori che sono saliti a bordo hanno trovato una disgustosa sorpresa. Un passeggero si era appena...

Donne sputano la comunione, altre sputano sul Cristo. Nelle chiese si moltiplicano le profanazioni

Oltraggi e profanazioni nelle chiese veneziane pare siano molto più frequenti di quanto si immagini. Altri episodi che, seppur meno gravi, testimoniano della situazione che si vive nelle chiese del centro storico veneziano, affollate da fedeli ma anche da turisti.

Incontro cittadino sui plateatici: i tavolini di Venezia al posto originale il 31/12

A fine anno scadono le concessioni che hanno consentito di moltiplicare i plateatici a Venezia, lo ha garantito l'Assessore

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...

Scavi nella laguna di Venezia: le posizioni contrapposte

Scavi nella laguna di Venezia: posizioni contrapposte fra Ambientalisti e Corila. Ma alla fine della diatriba l’ultima parola l’avrà il VAS (valutazione d’impatto ambientale) che sugli scavi in laguna ha già espresso e motivato il suo giudizio negativo che collima e...

Mestre, palpano il sedere alla moglie. Marito li redarguisce e viene picchiato anche se ha la figlia in braccio

Il padre di famiglia ha rinunciato a fare denuncia temendo che, a causa delle leggi attuali, i balordi sarebbero tornati presto in strada e avrebbero potuto decidere di andarlo a cercare per vendicarsi

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

Donna morta dopo 4 vaccini, figli: “A noi chiesto niente”, l’ospedale: “C’è il consenso informato”

La signora aveva fatto un ictus a marzo, dopo la prima coppia di vaccini. Ne avrebbe poi ricevuto altri due secondo la denuncia dei figli.

“Controlli Actv alle 7 del mattino per chi va in ospedale, ma non avete altri?”. Lettera

Controlli Actv in motoscafo: controllori alle 7 del mattino due fermate prima di quella dell'Ospedale. Ma volete dirmi che non avete proprio altri o altro da controllare? Settimana scorsa - purtroppo - mi sono dovuta recare per qualche mattina consecutiva all'Ospedale Civile...

Walter Onichini è in carcere, Zaia: “Mattarella conceda la grazia”

Caso Onichini: Zaia chiede la grazia per il macellaio che è in carcere per aver sparato al ladro. "Mi rivolgo al capo dello Stato e chiedo che venga concessa la grazia a Walter Onichini", sono state le parole del presidente della Regione...