4.2 C
Venezia
domenica 05 Dicembre 2021

Vandalismi leoncini di San Marco: per i 4 responsabili lavori socialmente utili

HomeVenezia storicaVandalismi leoncini di San Marco: per i 4 responsabili lavori socialmente utili
la notizia dopo la pubblicità

A Venezia da oggi bollino nero: deviazioni pedonali e lancioni altrove

Venezia: per i vandalismi al leoncino della Piazzetta di San Marco, oltre che per le scritte al ponte e il resto, per i 4 responsabili si va verso una “pena” con lavori socialmente utili.

Il Comune di Venezia sta infatti pensando a questo tipo di percorso di “recupero sociale” per i quattro studenti universitari individuati come gli imbrattatori dei Leoncini di Piazzetta San Marco, danneggiati con vernice rossa la notte del 28 settembre.

Una dei quattro, una ragazza che sostiene di essere stata solo testimone degli atti vandalici, ha inviato una lettera chiedendo di poter incontrare il sindaco. “Ma non c’è solo lei – ha detto il sindaco Luigi Brugnaro – ci sono anche gli altri tre. Sono quattro, e quattro vogliamo vederne. La città pretende le scuse, non vendette. Gli faremo fare lavori socialmente utili. Ma pretendiamo di incontrarli, per chiudere la questione. Chi pensa di fare gesti del genere, deve sapere che a Venezia non è il caso: primo, perché li prendiamo, secondo perché gli facciamo fare una figuraccia. Va disincentivato l’effetto emulativo. Questi vandalismi ormai colpiscono un po’ tutte le città”.

“Noi siamo forti – ha concluso -, non abbiamo bisogno di vendicarci, ma se hai fatto un atto del genere ne devi rispondere. Diventeranno testimonial di ciò che non si può fare”.

Gli atti vandalici sono arrivati al termine di una settimana nella quale ha sollevato polemiche il giro di vite che si sta discutendo in Comune per vietare i comportamenti dei ‘turisti-cafoni’ e di chi non rispetta Venezia.

La svolta all’identificazione del quartetto è avvenuta grazie alla confessione di una di loro “pentita” e intimorita per la dimensione che aveva preso la vicenda. Infatti, una ragazza si era presentata presso la Stazione dei Carabinieri di San Marco ammettendo, presa dal rimorso, di essere stata testimone dell’imbrattamento da parte dei suoi amici.

La giovane riferiva di essere una studentessa universitaria a Venezia e che nella notte tra venerdì e sabato, a conclusione di una serata in compagnia di altre tre persone, erano giunti in Piazza San Marco, dove è stata spettatrice involontaria del gesto inspiegabile da parte degli altri, in particolare dei due ragazzi, che conosceva a malapena.

Grazie a questi dettagli, i Carabinieri di Venezia, che già erano sulle tracce dei responsabili, si trovavano così la strada spianata riuscendo in pochissimo tempo a risalire all’identificazione sia dei due ragazzi, che si trovavano ancora a Venezia, sia della seconda ragazza, che era già in provincia di Trento.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Vergognoso !La gente deve aver paura prima di fare un gesto simile …così facendo come ha fatto il sindaco nessuno avrà rispetto per VENEZIA !Pagare come esempio è portare rispetto della nostra cultura architettonica e civiltà !Vergona!

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Brugnaro in situazione di conflitto di interessi? Interrogazione al governo

I terreni acquistati da Brugnaro all' "entrata" di Venezia oggetto di un conflitto di interessi? Lo chiede SI con un'Interrogazione, "Secondo un'inchiesta del quotidiano 'Il Domani', la giunta del Comune di Venezia, all'interno del piano per la mobilità sostenibile Venezia 2030, ha...

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Venezia conserva l’ultimo “Mussin”, l’imbarcazione settecentesca che apriva la Regata Storica

Venezia: nascosta in uno squero, al sicuro, coperta da un telo che la protegge dalle intemperie e dal passare del tempo. Sola, con se stessa, memore degli splendori del suo passato e lontana dagli sguardi indiscreti di chi potrebbe restare deluso...

Non si è vaccinato: sospeso medico di base di Venezia, Castello

Salvatore Di Prisco, medico di base con ambulatorio a Venezia, nel sestiere di Castello, è stato sospeso dalla professione fino al 31 dicembre dal suo Ordine professionale. Il medico, molto preparato, con 34 anni di anzianità, con specializzazioni in otoiatrica e grande...

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

Marinaio ‘sprezzante’, alterco in motoscafo Actv

E' ormai un quarto alle 8 e alla fermata di San Pietro di Castello non si vede ancora all'orizzonte il motoscafo Actv con direzione Fondamente Nove, quello che porta i dipendenti dell'Ospedale Civile a lavorare (7,39 sul tabellone). "Passano altri cinque, dieci,...

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

Venezia, gondoliere aggredito da turista perchè lo ha fatto scendere dalla gondola [video]

Venezia, gli anni passano ma le cose non cambiano. La cultura del turista che è convinto di entrare in una città finta, dove tutto è permesso perché "paga", non migliora. Anzi. L'ultimo episodio a dimostrazione di ciò ci è giunto in redazione...

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”