25.5 C
Venezia
sabato 24 Luglio 2021

Vaccini a Venezia, il dott. Flor: “Ora li usiamo tutti”

HomeUlss 3 Serenissima (ex Ulss 12 Veneziana)Vaccini a Venezia, il dott. Flor: "Ora li usiamo tutti"

Vaccini a Venezia, sono finiti i tempi in cui occorreva fare scorta o mettere da parte.
Parola del dott. Flor: “Ora usiamo tutti quelli che arrivano”.
“Da oggi somministreremo tutti i vaccini che arrivano perché abbiamo in casa la scorta per poter procedere al richiamo dei 21 giorni”.
“Abbiano vaccinato 9 mila persone al giorno e ora – dipende dalla disponibilità dei vaccini – possiamo farne molti di più. Da qui a fine marzo dovremmo somministrare 370 mila dosi e la disponibilità che abbiamo è superiore alle 400 mila, mantenendo sempre i 21 giorni di scorta”.
Il direttore della sanità del Veneto, Luciano Flor, ha parlato al consueto punto stampa di aggiornamento sull’emergenza.
Riguardo al personale sanitario: “ci sono code residuali. Stiamo facendo i servizi pubblici ed essenziali, il mondo della scuola, le forze dell’ordine. Poi si procederà con le persone nate nel 1939”.
“Nel frattempo

si sono aggiunte alcune categorie della prima fascia: gli iscritti all’ordine dei farmacisti, le categorie speciali e infine i malati oncologici, con i trapianti e con la fibrosi cistica”.
Sulla situazione attuale della macchina sanitaria, il dg ha precisato che “fatto 100, cioè nel massimo avuto il 31 dicembre, oggi siamo a 25 nei reparti di rianimazione: avevano 400 casi, oggi ne abbiamo 99. Siamo in crescita di poco”.
“Continuiamo – ha spiegato – con le dimissioni, ma sono di più i pazienti che entrano che quelli che lasciano i reparti”.
“Lo stesso vale per i malati nei reparti non intensivi dove siamo in leggerissima crescita”.
“I numeri però – ha spiegato Flor – sono molto bassi ma è indubbia la crescita delle persone che si ammalano. Siamo lontanissimi dai dati che chiederebbero la chiusura della scuola, ma non dobbiamo aspettare che si alzino e per questo proseguiamo a monitorare con grande attenzione l’andamento complessivo della malattia”.
L’impasse sui vaccini anti-Covid sta attanagliando l’Italia, un’importante notizia è arrivata però questa mattina.
AstraZeneca è in contatto con l’Aifa (Agenzia italiana del farmaco) per una possibile autorizzazione del vaccino

anti-Covid per gli over 65.
“E’ una decisione che deve prendere l’Aifa con il ministero della Salute, ma abbiamo dalla Scozia dati aggiuntivi che possono essere utili. In Francia e in Germania si sta già valutando questa ipotesi, vedremo nei prossimi giorni”. A dirlo a Buongiorno, su Sky TG24, Lorenzo Wittum, amministratore delegato di AstraZeneca Italia.
Alla domanda se il vaccino è indicato per questa fascia d’età, Wittum ha risposto che “basta guardare la scheda tecnica dell’Ema, il vaccino è approvato dai 18 anni”.
Sull’uso di una singola dose di vaccino, l’amministratore delegato di AstraZeneca Italia ha detto che “in Inghilterra è stata presa questa decisione: dai dati preliminari della Scozia sembra che questa strategia funzioni”.
“Le agenzie regolatorie dicono che sono necessarie due dosi. Nel nostro caso più del 40% dei soggetti dello studio clinico ha preso la seconda dose dopo otto settimane e c’è la possibilità di spaziare l’intervallo di somministrazione fra prima e seconda dose fino a 12 settimane. Intervallare fino a tre mesi è una reale possibilità”.
Nel caso però si volesse “passare alla strategia della dose unica – continua – dovremmo fare uno studio per provarlo”.
Quanto alle varianti, Wittum ha precisato che su quella “inglese abbiamo già i dati, c’è un’efficacia assolutamente sovrapponibile. Nel caso delle altre varianti stiamo studiando diverse opzioni in laboratorio. Il vaccino – ha concluso – si può adattare alle diverse varianti. Nelle prossime settimane speriamo di avere dei risultati e vedere quale sarà l’efficacia del vaccino su queste varianti”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.