martedì 18 Gennaio 2022
7.5 C
Venezia

Furti nei centri commerciali, superlavoro dei carabinieri

HomeMestre e terrafermaFurti nei centri commerciali, superlavoro dei carabinieri

Furto al Valecenter, carabinieri arrestano rumeno al 15° furto

Stringente attività di controllo attorno ai centri commerciali disposta dalla Compagnia Carabinieri di Mestre, nell’ambito di un piano di interventi che proseguirà nelle settimane per contrastare le situazioni di illegalità. Nel corso delle operazioni – poste in essere dal personale del Nucleo Operativo e Radiomobile e delle Stazioni della Compagnia con il supporto della CIO del 4° Battaglione Mobile “Veneto”- sono stati sottoposti a verifica decine di soggetti e sono scattate le manette per un ladro che utilizzava un particolare sistema elettronico per eludere il controllo anti-taccheggio, al quale si aggiungono alcune denunce in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria:

Ieri, in pieno centro a Mestre ed in particolare all’interno del negozio di abbigliamento Coin del Centro Commerciale Le Barche è stato arrestata una persona che si erano appropriata furtivamente di numerosi capi d’abbigliamento di grandi firme: F. Danijel, croato 28enne è stato notato oltrepassare più volte furtivamente le barriere antitaccheggio del negozio. Il sistema d’allarme, però, non scattava, ma la condotta era comunque strana: l’uomo si aggirava per le corsie dei capi firmati più ambiti (Armani, Napapjri ecc…), fingeva di interessarsi alla maglia o al pantalone, per poi – evidentemente – farlo sparire nella tracolla. La cosa veramente strana era che la sirena e le luci d’allarme non scattavano. Il personale di sicurezza decideva di chiamare i Carabinieri per un controllo. Fermato dal pronto intervento dei Carabinieri della Stazione di Spinea in servizio di pattuglia anti reati predatori, l’uomo è stato perquisito, ed è stato scoperto che all’interno della borsa non solo c’era il pantalone di Armani appena trafugato, ma anche un aggeggio elettronico che – dalle immediate verifiche – era in grado di inibire il segnalare d’allarme dell’antitaccheggio. Per l’Arsenio Lupin scattavano quindi le manette, e una notte in cella di sicurezza in attesa del giudizio per direttissima.

Il giorno precedente invece, in zona commerciale Auchan, nel negozio OVS, due giovani in rapida successione hanno provato il furto di vestiti cercando di oltrepassare le casse senza pagare: S.M., miranese di 33 anni e L.A. moldava di 23, sono state sorprese in due distinte occasioni e denunciate dai Carabinieri prontamente intervenuti su segnalazione degli addetti alla sicurezza;

Stessa sorte anche per un D.L.F., 62nne sandonatese, che giovedì veniva sorpreso alle casse del Decathlon mentre cercava di pagare solo una parte della merce asportata dagli scaffali.

05/08/2016

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Lettere

In risposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai soli veneziani, specialmente quelli di adesso che non l’hanno davvero fondata. Tanto sbraitano contro il turismo /petrolio della città, ma in fondo cos’altro...

Studiare a casa? Un orizzonte che ci riguarda. Di Andreina Corso

Quanti bambini, quanti ragazzi sognerebbero di non andare a scuola, di studiare a casa, magari supportati dai genitori, se non devono andare a lavorare, dai nonni, dagli amici, dai vicini, guidati dai loro interessi nella scelta degli argomenti che più li...

“Far pagare spese sanitarie a chi non si vaccina: proposta oscena”. Lettera

La proposta di far pagare le cure sanitarie a chi si ammala dopo aver rifiutato il vaccino è oscena: "E le altre malattie?"

Non si è vaccinato: sospeso medico di base di Venezia, Castello

Salvatore Di Prisco, medico di base con ambulatorio a Venezia, nel sestiere di Castello, è stato sospeso dalla professione fino al 31 dicembre dal suo Ordine professionale. Il medico, molto preparato, con 34 anni di anzianità, con specializzazioni in otoiatrica e grande...

8 Marzo dedicato alla Coreografa Luciana De Fanti. Di Andreina Corso

Se Italo Calvino ci perdona, se lo copiamo e ci lascia dire: se una sera d’inverno a Mestre una Grande Donna, un’Artista, una Ballerina, una Coreografa e una animalista ricorda suo figlio Omar Caenazzo, morto prematuramente in un incidente stradale, quella...

Bella giornata a Venezia rovinata da una dimenticanza: 184 euro di multa Actv

Buongiorno, sono una studentessa 25enne in corso di laurea magistrale e vorrei raccontarVi quanto accadutomi stamane 02/04/2017, al ritorno dalla "So e Zo per i ponti" a Venezia. Premetto di aver passato una bellissima mattinata in compagnia del mio fratellino e di un...

Jesolo: cani in spiaggia, perché in pochi rispettano le regole? Perché nessuno le fa rispettare?

Come ogni anno, decido di trascorrere qualche giorno di vacanza a Jesolo con la mia compagna e il nostro bimbo di un anno e mezzo. Dato che non abbiamo esigenze particolari, andiamo in spiaggia libera, in modo da avere più spazio...

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

“Lido: ragazzi ubriachi di notte ovunque. Uno saltava sul tetto di un’auto. Ci si preoccupa solo di far arrivare turisti…”. La lettera

Lido, in una laterale del Lungomare all'altezza della zona A, ore 2.00 del lunedì notte. Ormai col caldo si dorme con le finestre aperte, anzi in realtà non si dorme molto perché dalla strada arrivano voci, urli e schiamazzi, non c'è...