9.1 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Striscia La Notizia, troupe aggredita a colpi di pistola

HometelevisioneStriscia La Notizia, troupe aggredita a colpi di pistola
la notizia dopo la pubblicità

brumotti picchiato da tre albanesi video

“Hanno sparato, non so se è stato un atto intimidatorio o se ci volevano uccidere. In questo momento siamo scortati dai Carabinieri. Sappiamo che in quel quartiere si spaccia. Facciamo in modo che le istituzioni applichino la legge a quelle persone”.

Vittorio Brumotti ha commentato così l’agguato in cui è rimasto vittima con la sua troupe, sabato scorso di un’aggressione a San Basilio, alla periferia di Roma.

Questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35) va in onda la sua inchiesta esclusiva sul traffico di droga a Roma, dove la troupe del Tg satirico di Antonio Ricci è stata minacciata e aggredita con spari, il lancio di un mattone e minacce di morte da spacciatori italiani, fa sapere una nota della trasmissione.

L’inchiesta inizia venerdì a San Basilio, quartiere tristemente noto per lo spaccio di cocaina, eroina e altri tipi di droghe.

Le telecamere di Striscia, prosegue la nota, documentano l’esistenza di spacciatori e tante “sentinelle” appostate per controllare chi entra e chi esce da una delle più grandi piazze di spaccio gestita da famiglie italiane, a quanto sembra, legate alla criminalità organizzata.

Dopo aver constatato che la compravendita di droga avviene alla luce del sole (dalle immagini girate si vede, fra l’altro, un pusher che raccoglie la droga da un buco – circa 15, 20 grammi di cocaina – e dice che è di ottima qualità), Vittorio Brumotti inizia la sua campagna contro lo spaccio usando il megafono, come ha già fatto a Milano, Bologna, Zingonia e Padova, ma qui la reazione è molto più violenta.

Da un blocco di case popolari si levano urla di insulti e minacce. È sera, la situazione diventa pericolosa, e la troupe di Striscia va via. Ma Brumotti non demorde e torna il giorno dopo, sabato pomeriggio, per chiedere spiegazioni a sentinelle e spacciatori. Sceso dal suo furgone, l’inviato di Striscia viene nuovamente insultato e minacciato, quando all’ improvviso sente due colpi di arma da fuoco, seguiti dall’aggressione di una persona in passamontagna che gli lancia un mattone e ferisce alla gamba uno dei cameraman.

L’inviato di Striscia e la troupe, saltano sul furgone e si allontanano di corsa dal quartiere.

(foto di repertorio)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Psoriasi, nuova cura: Secukinumab risulta efficace e può arrivare presto

Psoriasi, c'è una nuova cura: Secukinumab. Finalmente, dopo tante speranze e dopo tanti falsi miti, arriva una buona notizia su una patologia della pelle che riguarda 125 milioni di persone nel mondo. Psoriasi, c'è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto,...

La Venezia Scomparsa: Molin e il Ponte dei Giocattoli. I ricordi, la chiusura: incontro con Federico, l’ultimo gestore, 12 anni dopo

Il negozio Molin, conosciuto da tutti i veneziani tanto da aver ribattezzato “il Ponte dei Giocattoli”, non rappresentava per me un semplice, piacevole prolungamento del percorso mattutino, ma un vero e proprio luogo dei sogni a due soli passi da casa. La...

Malattia durante le ferie del lavoratore dipendente. Che fare?

Innanzitutto, ringrazio la Voce di Venezia per avermi concesso questa rubrica in materia di diritto del lavoro. Sovente i media menzionano parole come TFR, licenziamento per giusta causa, parasubordinazione, contratti collettivi e infinite altre, dando per scontato il loro significato. In realtà,...

“Far pagare spese sanitarie a chi non si vaccina: proposta oscena”. Lettera

La proposta di far pagare le cure sanitarie a chi si ammala dopo aver rifiutato il vaccino è oscena: "E le altre malattie?"

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

Incontro cittadino sui plateatici: i tavolini di Venezia al posto originale il 31/12

A fine anno scadono le concessioni che hanno consentito di moltiplicare i plateatici a Venezia, lo ha garantito l'Assessore

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

Morte improvvisa dopo vaccino, esposto in Procura a Mira

Alessandro Cavarretta, 51 anni, mercoledì scorso si sottopone al vaccino, dopo due giorni la morte improvvisa lasciando tutti nell'angoscia e con una domanda pendente: perché? Il certificato di decesso parla di arresto cardiocircolatorio ma essa non chiarisce come diagnosi di morte, è...

Green Pass obbligatorio: quali sono le regole

Green Pass obbligatorio, la guida: tutte le regole. Dove non si entra senza, come procurarselo, quanto dura, ecc...

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

Guide turistiche abusive a Venezia: giusto multarle, ma chi vuole essere in regola che possibilità ha?

In questi giorni sono state sanzionate molte guide turistiche abusive a Venezia, ma vediamo anche l’altra faccia della questione: per chi volesse lavorare in regola, dopo una laurea sudata e successivi studi, da anni ormai non ha alcuna possibilità di abilitarsi. Sono...

Rapina in villa sul Terraglio pistole in pugno, minacciata bambina

Rapina odiosa a Mogliano, domenica sera. Sono circa le 19 e 30, quando quattro malviventi con passamontagna in faccia, irrompono nella villa sul Terraglio con le pistole in mano. Immobilizzano il proprietario, il petroliere Giancarlo Miotto di 79 anni, la moglie, e non...