spot_img
12.8 C
Venezia
venerdì 22 Ottobre 2021

Stranieri, barbari, migranti: la Storia per comprendere il presente alla Marciana di Venezia

Homenotizie segnalateStranieri, barbari, migranti: la Storia per comprendere il presente alla Marciana di Venezia

Stranieri, barbari, migranti: la Storia per comprendere il presente alla Marciana di Venezia
Inizia ad aprile, per dipanarsi lungo tutto il 2016, un ciclo di incontri dedicato al confronto con l’Altro nella Storia, un tema cruciale per il nostro presente a cui la Storia può offrire spunti di riflessioni ed esperienze da cui trarre insegnamento. Le conversazioni degli studiosi ci conduranno a esplorare la percezione dello straniero, a conoscere le vicende reali di convivenza e di contrasto, a ricercare le basi comuni e le divergenze delle diverse culture, affrontando i momenti di incontro nelle storie quotidiane, tra volontà di accoglienza e sentimenti di paura e di rifiuto.

Il ciclo, che focalizza particolari momenti della storia italiana e veneta, si apre sullo scenario dell’Alto Medioevo per concludersi a maggio varcando la prima età moderna e riprenderà a settembre per affrontare alcune storie della modernità e dell’età contemporanea.

Incontri nella primavera:
1° 13 aprile Claudio Azzara (Università Università degli Studi di Salerno): Barbari
2° 4 maggio Ermanno Orlando (Università di Verona): Migranti, minoranze e matrimoni a Venezia nel Basso Medioevo
3° 11 maggio Lucia Nadin (Venezia): Stranieri di casa: gli Albanesi a Venezia (XV-XVI)
4° 18 maggio Reinhold Mueller (Università Ca’ Foscari Venezia): Immigrazione, cittadinanza e identità: essere foresto a Venezia nel tardo medioevo

Il ciclo è ideato da Tiziana Plebani

07/04/2016

(cod marciana)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements