lettere. Gli agenti della Polizia di Stato devono comprarsi il codice di tasca propria

Tempo di ferie estive e di partenze per le vacanze. Le raccomandazioni per un viaggio in piena sicurezza non sono mai troppe, e a scanso di dimenticanze di qualche regola fondamentale, a chi si mette in viaggio su strada la Polizia Stradale raccomanda:

Prima di mettersi in viaggio:
controllare le previsioni meteo,
informarsi sulla situazione del traffico lungo il percorso,
conoscere in anticipo i percorsi alternativi in presenza di cantieri aperti

Alla guida è fondamentale:
controllare l’efficienza del veicolo;
usare le cinture di sicurezza sui posti anteriori e posteriori;
usare correttamente i seggiolini per i bambini;
per chi viaggia in moto indossare il casco omologato ben allacciato ed indossare abbigliamento tecnico di protezione;
mantenere una velocità moderata e rispettare la distanza di sicurezza;
evitare distrazioni alla guida, soprattutto quelle causate dall’utilizzo di cellulari e smartphone.

Al guidatore si consiglia:
di evitare pasti abbondanti;
di non bere alcolici;
di effettuare soste frequenti, almeno 15 minuti ogni due ore ininterrotte di guida.

A chi va in vacanza in treno la Polizia Ferroviaria consiglia:

Chi viaggia in treno deve rispettare alcune regole comportamentali fondamentali a beneficio della propria incolumità e della sicurezza degli altri utenti della stazione ferroviaria.
Ecco alcuni semplici suggerimenti per un viaggio sereno e sicuro.

Al turista in stazione si consiglia di:
fare attenzione al proprio bagaglio, è bene non perderlo mai di vista. Se si lascia incustodito lo stesso viene sottoposto a controlli di polizia;
tenere il denaro e i documenti separati e conservarli sempre nelle tasche interne degli abiti;
chiudere borse ed eventuali borse; le stazioni sono spesso luoghi frequentati da borseggiatori che approfittano della distrazione del viaggiatore;
non accettare biglietti dagli sconosciuti ed acquistare sempre i biglietti tramite i canali ufficiali.

Nei sottopassaggi si raccomanda di:
transitare velocemente e non intrattenersi oltre il tempo strettamente necessario;
fare attenzione soprattutto quando i sottopassaggi sono affollati.

In treno si consiglia di:
non lasciare incustoditi nello scompartimento, anche temporaneamente, oggetti di valore, quali computer, telefonini, borse;
se si viaggia di notte in vagone letto è opportuno ricordarsi di chiudere bene la propria cabina;
di diffidare dai venditori abusi e da quanti, approfittando della disponibilità altrui ha scopi disonesti.

A chi viaggia in aereo la Polizia di Frontiera raccomanda:

di verificare con largo anticipo, rispetto alla data del viaggio, almeno 30 giorni prima, la data di scadenza del proprio documento d’identità, ad esempio carta d’identità e/o passaporto. In particolare, si rammenta che la carta d’identità come il passaporto, per i maggiori di anni 18, ha una validità di 10 anni. Per i minori degli anni 18, i documenti possono avere una data di scadenza inferiore. Per i viaggi all’estero, la validità residua del proprio documento non deve mai essere inferiore a 3 mesi dopo la data prevista per il rientro: attenzione però che alcuni paesi stranieri richiedono una validità residua di almeno 6 mesi. In questo caso consultare il sito dell’ambasciata del paese ove ci si intende recare;
di verificare che il documento d’identità sia perfettamente integro e non sia danneggiato, tagliato, sgualcito o scolorato: in questo caso, si consiglia di provvedere alla sua sostituzione con il rilascio di un nuovo documento. Attenzione anche che il nuovo passaporto elettronico contiene un chip che viene letto da apposite apparecchiature: si consiglia di conservarlo in luogo idoneo e non tenerlo nelle vicinanze di campi magnetici e/o cellulari per un lungo periodo;
nel caso ci si rechi in un paese straniero per il quale è richiesto il visto, di informarsi se la richiesta può essere effettuata direttamente all’arrivo nel paese oppure presso l’ambasciata di riferimento. In questo caso, prevedere di inoltrare la richiesta almeno 90 giorni prima;
minori degli anni 14 che si recano all’estero da soli: i genitori o chi ne fa le veci, devono recarsi presso la Questura competente per residenza, per la firma congiunta della dichiarazione di accompagno. Anche in questo caso si raccomanda di prendersi per tempo: almeno 30 giorni prima della partenza.
Tempi per i controlli in aeroporto:
si consiglia di arrivare in aeroporto almeno 90 minuti prima della partenza per poter effettuare le operazioni di check-in e dei controlli di sicurezza senza timore di perdere il proprio volo;
inoltre, per i voli con destinazioni Regno Unito e paesi extra-Unione Europea, a causa di recenti modifiche della normativa in materia di verifiche di frontiera sulle persone, si consiglia di presentarsi in aeroporto almeno 120 minuti prima della partenza.
Per ogni ulteriore informazione ed approfondimento , si possono consultare i seguenti siti istituzionali: www.poliziadistato.it, www.viaggiaresicuri.it, www.enac.it, www.veniceairport.it

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here