spot_img
spot_img
spot_img
11.7 C
Venezia
lunedì 18 Ottobre 2021

Selvaggia Roma: il manager denuncia Eliana Michelazzo per diffamazione

HomeGrande FratelloSelvaggia Roma: il manager denuncia Eliana Michelazzo per diffamazione

Dopo le pesanti accuse a Selvaggia Roma, per l’ex amica Eliana Michelazzo è arrivata la denuncia per diffamazione.
A comunicarlo è lo stesso manager della influencer, Giulio Borgognoni, che ha dichiarato ad Adnkronos: “Abbiamo incaricato i nostri avvocati di depositare una denuncia-querela per diffamazione nei confronti della signora Michelazzo. Noi da anni ci occupiamo di comunicazione sui social e lo facciamo con molto piacere anche per Selvaggia che, oltre ad essere artista che curiamo, è una persona a cui io sono profondamente affezionato”.
Eliana Michelazzo, già manager di Pamela Prati, aveva divulgato un audio attribuito alla Roma nel quale sosteneva di essere stata con un uomo in cambio di soldi. Non solo:

per rendere il tutto più eloquente aveva condiviso su Instagram una conversazione Whatsapp (ripresa da DonnaPop, Leggilo e altri siti di gossip) in cui la influencer sfoggiava un ventaglio di banconote per mostrarsi poi in una stanza d’hotel.
“Il motivo per cui sui social abbiamo taciuto questi eventi, più miserabili che imbarazzanti – ha continuato Borgonzoni –  sta proprio nel fatto che, trovandoli di assoluta rilevanza penale, li abbiamo affidati ai nostri legali al fine di portarli all’attenzione della Procura di Roma. Credo che i social siano una piattaforma di assoluto supporto per la gestione dell’immagine mediatica di un artista o presunto tale, ma che non possano in nessuna maniera sostituirsi alle istituzioni competenti delegate alla gestione di attività di rilevanza penale. Proprio come è avvenuto nei fatti ormai tristemente conosciuti dell’audio divulgato dalla signora Michelazzo e attribuito a Selvaggia”.
Il manager è poi entrato nello specifico parlando del “vocale”

che attribuirebbe alla sua cliente un passato da “escort” (sebbene il termine fosse stato un altro). “Ci terrei a chiarire che la dialettica – ha proseguito Borgonzoni – anche quella di chi non ha capacità dialettica, è sempre soggetta a varie interpretazioni di natura personale. Sinceramente, avendo sentito più volte l’audio in questione, non credo che questo possa essere utile ad attribuire a Selvaggia le attività che invece proditoriamente le sono state attribuita dalla signora Michelazzo”.
La foto delle banconote sul tavolo, poi, non significherebbe “assolutamente nulla” agli occhi di chi abbia in dotazione “un minimo di quoziente intellettivo”.
Il manager ha poi precisato, “per onestà intellettuale”, che l’ingresso della sua cliente al Grande Fratello VIP

sarebbe dovuto anche alla sua “attitudine a fare confusione e allo scopo di ottenere visibilità” come i “vari personaggi” che si presentano in tv solo per “tirare fango” contro la influencer parlando addirittura di “presunti furti di mutande, argomenti che ammazzano il livello della comunicazione mediatica”.

Il suo riferimento era sempre a Eliana Michelazzo che incolpava la Roma di averle sottratto una lista ben precisa di capi. Tra gli indumenti “mancanti” ci sarebbero “una borsa Chanel, portafoglio e ciabatte Louis Vuitton, orecchini Bulgari” e, appunto, “un intimo di cui ha anche fatto un post”. La storia Instagram terminava con “dai Carabinieri ci sono andata io cara Sabrina (nome falso Selvaggia) ma ovviamente le ladre si coprono il vero nome”. Un’accusa che, insieme a quelle di meretricio, costringeranno l’ex amica a difendersi in tribunale.
E pensare che tutto era partito da un ragazzo conteso

Marie Jolie

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements