Scippo alla Stazione di Mestre: Polfer blocca ladro in fuga

ultima modifica: 09/11/2020 ore 14:23

513

Nigeriano fatto scendere perché senza biglietto denuncia capotreno: dipendente FFSS risponderà in tribunale

Scippo alla Stazione di Mestre, un reato fortunatamente poco frequente dalle nostre parti, ma ciò non consolerà una signora che si è vista portare via la borsa con strappo.
Il fatto è accaduto venerdì 6 novembre.
Protagonista un 26enne già gravato da reati contro il patrimonio.
L’uomo è stato arrestato per rapina e per resistenza a Pubblico Ufficiale dato che, alla fine, è diventato pure violento.
La scena nelle vicinanze


di un treno regionale proveniente da Udine: alla fermata della stazione di Venezia-Mestre il malintenzionato ha strappato dalle mani di una viaggiatrice la borsa e si è dato alla fuga lungo i binari.
Una pattuglia della Polizia Ferroviaria, di vigilanza all’interno dello scalo, attirata dalle urla della donna, è intervenuta lanciandosi all’inseguimento dello scippatore

che è stato così bloccato.
L’uomo, intenzionato a guadagnarsi la fuga comunque, ha reagito violentemente, cercando di colpire gli agenti nel tentativo di divincolarsi da loro. I poliziotti sono, però, riusciti a bloccarlo.
La borsa recuperata è stata immediatamente restituita alla legittima proprietaria, integra nel suo contenuto.
A seguito degli accertamenti effettuati, gli operatori hanno scoperto


che il ventiseienne, già sottoposto all’obbligo di firma presso la Stazione Carabinieri di Conegliano, è stato trovato in possesso di un martello frangivetro recante il logo delle Ferrovie.
Il giovane che non sapeva dire come fosse entrato in possesso dell’oggetto, è stato denunciato per il reato di ricettazione oltre che arrestato ed accompagnato presso la locale Casa Circondariale per il furto perpetrato.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here