20 C
Venezia
mercoledì 28 Luglio 2021

Nuovo sciopero Actv in arrivo

HomeActvNuovo sciopero Actv in arrivo

Nuovo sciopero Actv in arrivo a Venezia.
Si parla di un’astensione dal lavoro di 24 ore per il 26 marzo.
Il tema, a livello locale, è soprattutto quello degli accordi integrativi disdettati.
Il 26 marzo prossimo i lavoratori dell’azienda del trasporto pubblico locale però si uniranno di nuovo ad una protesta nazionale così come già avvenuto per lo sciopero Actv del 6 marzo scorso.
Sullo sfondo della protesta il tema del contratto nazionale.

(foto da archivio)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

4 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Buongiorno, abito alla Giudecca e quindi lo sciopero mi penalizza non poco… in base alla mia esperienza vedo l’actv come una casta di “intoccabili”… i servizi non sono adeguati, e soprattutto in situazioni straordinarie, tipo quando si verifica l’acqua alta, non si può non vedere come questi servizi siano, a differenza di una volta, totalmente insufficienti e male organizzati… considero che potrei anche essere solidale con i lavoratori actv in quanto hanno le loro ragioni, ma quello che dovrebbero inserire tra le motivazioni dovrebbe riguardare la richiesta di sanare i molti disservizi, di cui i lavoratori stessi, a detta loro, ne pagano le conseguenze e chiedere apertamente una revisione del personale che si occupa di organizzare orari e percorsi e, già che ci siamo, una bella riduzione agli stipendi dei loro dirigenti e livelli superiori, visto che pure questi incidono non poco sul bilancio dell’azienda… (già che ci siamo perché non tagliamo anche tutte quelle inutili spese pubblicitarie che si fa actv? e molte altre spese che non sto ad elencare)… solo dopo queste richieste, secondo me, hanno diritto di protestare, altrimenti rimane una protesta che non vuole risolvere realmente le cose, ma continua a coprire le molte responsabilità al loro interno

  2. Loro non pensano alla crisi tanto hanno un posto da privilegiati e non fanno nulla e stipendi da nababbi e fanno pure sciopero vergognatevi

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.