20.4 C
Venezia
giovedì 05 Agosto 2021

Sciopero Actv il 6 marzo: trattative fallite

Homesciopero ActvSciopero Actv il 6 marzo: trattative fallite

Fumata nera al tavolo Actv, a Venezia nuovo sciopero il 6 marzo: “Filt Cgil: azienda e comune irresponsabili, ci rimettono i cittadini”.
Fumata nera a Venezia mercoledì al tavolo prefettizio tra gruppo Avm e sindacati veneziani, come riporta l’Agenzia DIRE, sulla disdetta del contratto integrativo annunciata dall’azienda.
“Il tavolo si è chiuso negativamente ed è scattata una dichiarazione di sciopero per il giorno 6 marzo”, spiega alla il segretario Filt-Cgil Venezia Valter Novembrini.
“Azienda e amministrazione comunale sono rigide nella loro posizione, non hanno voluto ascoltare le richieste di Consiglio regionale e Consiglio comunale”, prosegue Novembrini facendo

riferimento alle mozioni approvate la scorsa settimana dai due parlamentini.
“Purtroppo le conseguenze di queste irresponsabilità di azienda e amministrazione ricadono sui cittadini in un momento oltretutto complicato, ma deve essere chiaro che la posizione delle organizzazioni sindacali è atta alla difesa e alla tutela della mobilità dei cittadini e della città e non solo alla difesa della contrattazione di secondo livello, che comunque noi a differenza dell’azienda non riteniamo essere un privilegio”.
Anche per chiarire questo, lo sciopero di tre ore del 6 marzo prevedrà “iniziative di coinvolgimento della città”, che i sindacati presenteranno unitariamente con una conferenza stampa domani alle 12.30.
Il precedente sciopero Actv

aveva avuto luogo lunedì 8 febbraio ed aveva creato notevole disagio nella popolazione visto anche il particolare periodo storico.
Un ulteriore allerta, per questo, era stato lanciato dal prefetto di Venezia, che era arrivato a lanciare l’appello: “Restate a casa”.

(foto da archivio)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.