giovedì 27 Gennaio 2022
4.8 C
Venezia

Rottweiler entra nel ristorante e sbrana barboncino che stava sotto il tavolo della padrona

Homeil drammaRottweiler entra nel ristorante e sbrana barboncino che stava sotto il tavolo della padrona

Scena drammatica ad Abano. Improvvisamente uno dei rottweiler della proprietaria del locale entra nella pizzeria dove ci sono i clienti che stanno mangiando e azzanna un cagnolino di piccola taglia che se ne stava accovacciato sui piedi della padrona. Ed è così che prepotentemente ritorna alla ribalta il tema dei “cani pericolosi“, di quelle razze, cioè, che secondo diverse opinioni non dovrebbero essere in libera circolazione o, in alternativa, dovrebbero essere concesse solo a determinate persone e non prima di un apposito corso di addestramento specializzato (all’uomo, non al cane). Questo anche se viene ribadito da più fronti che la responsabilità non è mai dell’animale bensì dal suo proprietario.

L’ultimo fatto brutto è avvenuto in una nota pizzeria di Abano mercoledì scorso. La vittima è un cagnolino di razza bichon frisé che è stato investito da una furia aggressiva talmente grande di un rottweiler che nemmeno gli altri commensali sono riusciti a toglierlo dalle fauci assassine.
Il dramma attorno alle 22. Improvvisamente i due cani della titolare del locale corrono all’interno della sala. Uno dei rottweiler ha puntato direttamente contro il cagnolino azzannandolo subito senza che ci fosse il tempo di fare una mossa. E mentre il barboncino veniva brutalmente decapitato dai morsi dell’animale anche altre persone, oltre alla coppia proprietaria del cagnolino, hanno tentato di togliere quelle fauci dalla preda.

Ma per lunghi istanti è stato inutile, anche quando uno dei clienti lo ha persino ripetutamente colpito con un bicchiere. Solo quando il barboncino non si muoveva più l’animale ha mollato la presa riprendendo la strada per cui era entrato.
Sul posto sono poi arrivati i carabinieri che hanno raccolto le versioni dei presenti tra cui quelle della coppia proprietaria del bichon frisé, davvero molto scossa oltre che profondamente addolorata.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Regione
Notizie dalla Regione. Per contattare la redazione scrivere a: [email protected]

7 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. come diceva mia nonna piu conosco l’uomo piu amo la bestia
    anche loro hanno diritto a vivere …sono come noi che vergogna scrivere queste cose pure tu sei un animale siamo tutti animali
    comunque a parte questo lasciare due animali di grossa taglia liberi è una cosa da criminali cosa se la cava con una multa e basta? un cane è come uno di famiglia loro sono puri buoni non ti tradiscono mai

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...

“Cucina veneziana? Bangladesh. Negozi? Cinesi. Ma quale nostra ‘economia fiorente’ del turismo?”. Lettere

In risposta alla lettera: “Nessun veneziano che conosco tornerebbe a vivere a Venezia”. Ristoranti con cucina veneziana? Cuochi e camerieri Bangladesh. Negozi souvenir? Ancora Bangladesh e/o cinesi. Commesse attività commerciali? Ragazze dell’est Europa, e per piacere non ditemi che i nostri...

Escort: quello che i veneziani vogliono. I racconti di Silvia, escort di Venezia

Chi sono i clienti delle escort a Venezia? Lo racconta una delle prime escort in classifica del sito di Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa. Silvia di Venezia, che esercita la professione nella città lagunare da...

“Non è che chi va fuori non ami più Venezia, è lei che non c’è più”. Lettere

In risposta alla lettera: "Go fato ben a andar via (da Venezia) chea volta e no me dispiaxe proprio”. Per Frank. La tua risposta a Luca. S è stupida. Io sono veneziana doc, conosco benissimo la storia dell’arte (ho studiato con artisti...

Corre per prendere il battello: infarto a bordo, non c’è niente da fare

Corre per prendere il battello, poi per l'imperscrutabile evolversi di quell'equilibrio precario che è lo stato di salute di ognuno, ha un attacco e, purtroppo, muore. Luciano Molin, 67 anni, è deceduto ieri a bordo di un battello dell'Actv. Attorno alle 15 l'uomo,...

5×1000 alla Voce di Venezia: da 16 anni ti siamo fedeli, ci meritiamo una firma?

5x1000 al nostro giornale: da 16 anni ti siamo fedeli, meritiamo una tua firma? Tu che ci leggi conosci già il nostro lavoro. Sicuramente conosci i nostri articoli: le ultime notizie più importanti del giorno da leggere già dalle prime ore del mattino. 365...

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

Rapinano delle scarpe un 14enne coltello alla gola: sono due minorenni stranieri

Rapinano 14enne armati di coltello e gli portano via le scarpe sneakers. E' successo oggi nei pressi di un centro commerciale a San Pietro di Legnago (Verona). La coppia di minorenni ha rapinato il ragazzo di 14 anni minacciandolo con un coltello. Bottino della...

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

Donna morta dopo 4 vaccini, figli: “A noi chiesto niente”, l’ospedale: “C’è il consenso informato”

La signora aveva fatto un ictus a marzo, dopo la prima coppia di vaccini. Ne avrebbe poi ricevuto altri due secondo la denuncia dei figli.

Venezia, San Zaccaria. La sorpresa all’imbarco: ignoti hanno defecato in vaporetto

Venezia, il degrado del comportamento delle persone ha toccato livelli mai raggiunti prima. Questa mattina un vaporetto ha attraccato al pontile di San Zaccaria, ma i viaggiatori che sono saliti a bordo hanno trovato una disgustosa sorpresa. Un passeggero si era appena...

“Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Lettere

In risposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai soli veneziani, specialmente quelli di adesso che non l’hanno davvero fondata. Tanto sbraitano contro il turismo /petrolio della città, ma in fondo cos’altro...