22.3 C
Venezia
giovedì 24 Giugno 2021

Roger Federer vende i suoi cimeli all’asta

Homegrandi personaggiRoger Federer vende i suoi cimeli all'asta

Roger Federer vende i suoi ricordi all'asta. Domenica verranno offerti 20 lotti provenienti da quattro Grand Slam: Wimbledon, gli Open di Australia, Francia- Rolland Garros, e Usa Open.

Roger Federer vende i suoi ricordi, i suoi memorabilia collezionati in tanti anni di successi da numero uno al mondo.
Bisogno di denaro? Qualche divorzio costoso? Investimenti sbagliati? Niente di tutto questo.
Roger Federer vende tutto per fare beneficienza, con quello spirito altruistico che hanno i più illuminati che danno così un senso al loro passaggio terreno.
Si tratta di una imponente collezione di memorabilia: un vero e proprio tesoro di magliette, racchette e scarpe da tennis accumulato negli ultimi 21 anni.
La vendita sarà gestita con l’aiuto di sua moglie e dalla sua famiglia e verrà battuta da Christie’s dal 23 giugno al 14 luglio.

Roger Federer spera di ottenere 1,15 milioni di euro dalla vendita, che andranno alla sua fondazione – la Roger Federer Foundation – e serviranno per la realizzazione di progetti didattici in Sudafrica e Svizzera.
Si tratta della “più importante collezione di cimeli sportivi di un singolo proprietario mai vista sul mercato”, ha commentato Bertold Mueller, amministratore delegato per l’Europa continentale della casa d’aste britannica.
La collezione, divisa in oltre 300 lotti, sarà in mostra a Hong Kong fino a martedì prossimo.
Domenica verranno offerti in un’asta dal vivo 20 lotti provenienti da quattro Grand Slam: Wimbledon, gli Open di Australia, Francia- Rolland Garros, e Usa Open.
Dal 23 giugno al 14 luglio si terrà invece un’asta online con circa 300 lotti provenienti da altri tornei, incluso il suo debutto alle olimpiadi di Sydney nel 2000, quando Roger aveva appena 19 anni.

Condividi la notizia, potrebbe interessare:

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor