lunedì 17 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Regioni “a colori”, Zaia: è un modello che ha bisogno di essere tarato

HomeVeneto arancioneRegioni "a colori", Zaia: è un modello che ha bisogno di essere tarato

Regioni a colori sulla base dell’andamento del Covid.
“Il modello va ritarato tenendo conto del numero dei tamponi che vengono fatti e della situazione della spedalizzazione”.
Sono le parole del Governatore del Veneto Luca Zaia a ‘Live non è la D’Urso’ su Canale 5 riferendosi alla suddivisione per Covid in zone ‘colorate’ del territorio nazionale.
“Il modello dei ‘colori’ – ha aggiunto Zaia – ha bisogno di un tagliando”.
Mentre sulla mortalità in regione Zaia ha ricordato che “si sta vivendo una situazione simile a quella della Germania. Di fatto la prima ondata ci ha graziato questa no”.
Il presidente ha anche parlato delle vaccinazioni

in corso.
“Dalla prossima settimana in Veneto si faranno solo le seconde dosi di vaccino“.
Così Zaia a ‘Live non è la D’Urso’ su Canale 5.
“La causa è il taglio al 29% fatto dalla Pfizer sulle forniture – ha aggiunto Zaia -, se poi non ci fossero le dosi neppure per la seconda dose sarebbe un guaio”.
“Un guaio – ha sottolineato che comunque con il taglio è un danno che viene fatto ai cittadini e con risvolti legali”.
“Se Pfizer ha bisogno di stabilimenti – ha rilevato Zaia – il Veneto è pronto ad essere d’aiuto mettendo a disposizione uno stabilimento in regione e con i fondi della società finanziaria regionale”.
Secondo Zaia senza gli intoppi che stanno nascendo il ritmo vaccinale sarebbe stato tale che il Veneto avrebbe chiuso la campagna vaccinale in primavera.

(Rip.)
Regioni a colori sulla base dell’andamento del Covid.
“Il modello va ritarato tenendo conto del numero dei tamponi che vengono fatti e della situazione della spedalizzazione”.
Sono le parole del Governatore del Veneto Luca Zaia a ‘Live non è la D’Urso’ su Canale 5 riferendosi alla suddivisione per Covid in zone ‘colorate’ del territorio nazionale.
“Il modello dei ‘colori’ – ha aggiunto Zaia – ha bisogno di un tagliando”.
Mentre sulla mortalità in regione Zaia ha ricordato che “si sta vivendo una situazione simile a quella della Germania. Di fatto la prima ondata ci ha graziato questa no”.
Il presidente ha anche parlato delle vaccinazioni

in corso.
“Dalla prossima settimana in Veneto si faranno solo le seconde dosi di vaccino”.
Così Zaia a ‘Live non è la D’Urso’ su Canale 5.
“La causa è il taglio al 29% fatto dalla Pfizer sulle forniture – ha aggiunto Zaia -, se poi non ci fossero le dosi neppure per la seconda dose sarebbe un guaio”.
“Un guaio – ha sottolineato che comunque con il taglio è un danno che viene fatto ai cittadini e con risvolti legali”.
“Se Pfizer ha bisogno di stabilimenti – ha rilevato Zaia – il Veneto è pronto ad essere d’aiuto mettendo a disposizione uno stabilimento in regione e con i fondi della società finanziaria regionale”.
Secondo Zaia senza gli intoppi che stanno nascendo il ritmo vaccinale sarebbe stato tale che il Veneto avrebbe chiuso la campagna vaccinale in primavera.

(foto da archivio precedente a febbraio 2020)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Identificata baby gang che terrorizza Venezia e Mestre. Brugnaro: “Abbiamo 27 nomi”

Il sindaco di Venezia conferma quanto era nei dubbi e nei timori della gente comune: sono tanti e due-tre, verosimilmente i "capi", sono molto, molto pericolosi. "Sappiamo chi sono. Abbiamo 27 nomi. Due o tre sono particolarmente pericolosi. Mi auguro che qualcuno...

Covid: oggi crescita lenta ma esponenziale. La nuova variante AY.4.2

La nuova variante del Covid "AY.4.2" isolata in Gran Bretagna pare meno aggressiva della "Delta" (ex "Indiana")

Malattia durante le ferie del lavoratore dipendente. Che fare?

Innanzitutto, ringrazio la Voce di Venezia per avermi concesso questa rubrica in materia di diritto del lavoro. Sovente i media menzionano parole come TFR, licenziamento per giusta causa, parasubordinazione, contratti collettivi e infinite altre, dando per scontato il loro significato. In realtà,...

“Non mi hanno fatto entrare all’Ospedale di Venezia per accompagnare mia figlia”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. Buongiorno sono una cittadina italiana. Martedì ho accompagnato mia figlia di 10 anni a fare una visita in ospedale di Venezia ma all' ingresso non mi hanno fatto entrare perché non ho il "Green Pass". Ma secondo voi è possibile lasciare...

Due Coca-Cola (per fare pipì) a Venezia? 8 euro (al banco). Lettere

Gentile cronista, premetto che sono di Treviso, non sono di provenienza "locale" e forse questo conta ancora nella vostra città. Lunedì 25 ottobre, mi trovavo con mia figlia, in gita a Venezia con altre famiglie e compagne di mia figlia. Visitando la vostra magica...

Ecco cosa si prova ad andar via dalla Venezia in cui si è nati. “Le lacrime durante il trasloco”. Lettere

In risposta alla lettera: “Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Di G.A. & D. Pugiotto La marsaria Quela matina del febraro sesantaoto Xe ga Liga la barca del Mario in fondamenta, e col careto del osto, che spussa de...

Controluce di Venezia. Foto di Iginio Gianeselli

Controluce. Splendido effetto, se ben usato, che marchia i toni chiaroscuri. Venezia, come sempre, si presta come splendida modella e lo scatto non può che essere affascinante. Grazie a Iginio per la foto. didascalia: Controluce di Venezia autore: Iginio Gianeselli invia una foto torna all'archivio delle foto

5×1000 alla Voce di Venezia: da 16 anni ti siamo fedeli, ci meritiamo una firma?

5x1000 al nostro giornale: da 16 anni ti siamo fedeli, meritiamo una tua firma? Tu che ci leggi conosci già il nostro lavoro. Sicuramente conosci i nostri articoli: le ultime notizie più importanti del giorno da leggere già dalle prime ore del mattino. 365...

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri

Impiegati d’albergo: “Non siamo noi il male di Venezia, non dimenticateci”. Lettere

  "Anch'io voglio tornare a lavorare ma..." Breve racconto di una receptionist di un hotel di lusso   Ormai sono mesi che, con l'albergo chiuso, vivo solo "grazie" alle briciole della cassa integrazione. Voglio tuttavia ricordare a tutti che prima non era la terra promessa come...