giovedì 27 Gennaio 2022
0.2 C
Venezia

Venezia, Redentore senza fuochi ma con le tavolate all’aperto: tutte le regole

HomeRedentoreVenezia, Redentore senza fuochi ma con le tavolate all'aperto: tutte le regole

Nuovi locali a Venezia: bar definiti 'negozio di vicinato'
Venezia quest’anno avrà un Redentore senza i fuochi artificio ma sono confermate le tradizionali tavolate all’aperto in centro storico, con prenotazione degli spazi riservata ai residenti.

Massimo 18 ospiti e “plastic-free”. Come anticipato, sarà confermata, sempre nell’obbligo di rispetto della normativa anti Covid-19, la tradizione delle tavolate all’aperto per la notte “famosissima” del Redentore.

Le norme che disciplinano il loro allestimento sono state inserite in un’ordinanza firmata dal comandante della Polizia locale, Marco Agostini: la richiesta di occupazione di suolo pubblico, in prossimità della propria residenza, sarà consentita, solo per chi abita in centro storico, dalle ore 18 di sabato 18 luglio previa comunicazione alla Polizia locale entro le ore 12 di venerdì 17 luglio all’indirizzo [email protected], allegando un apposito modulo e il proprio documento di identità.

Saranno esclusi l’area marciana e riva degli Schiavoni. Al termine della festa, tutto dovrà essere rimosso entro l’una di notte, lasciando lo spazio libero da rifiuti.

Le tavolate non potranno superare le dimensioni di:

10 x 3 metri, per un massimo di 18 posti a sedere;
9 x 3 metri, per un massimo di 16 posti a sedere;
8 x 3 metri, per un massimo di 14 posti a sedere;
7 x 3 metri, per un massimo di 12 posti a sedere;
6 x 3 metri, per un massimo di 10 posti a sedere;
5 x 3 metri, per un massimo di 8 posti a sedere;
4 x 3 metri, per un massimo di 6 posti a sedere.

I partecipanti dovranno rispettare le prescrizioni per il contrasto del Coronavirus, in particolar modo il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro, ad eccezione delle persone che, in base alle disposizioni vigenti, sono escluse dal rispetto di questo obbligo. Ogni tavolata dovrà avere a disposizione una soluzione idro-alcolica per la disinfezione delle mani e, tra le occupazioni, dovrà essere garantito uno spazio di almeno un metro e mezzo, in modo da favorire gli spostamenti. Lungo le rive, inoltre, le tavole dovranno essere posizionate lato acqua.

L’invito a tutti è di privilegiare l’utilizzo di stoviglie durevoli e/o biodegradabili, così da ridurre l’impronta ambientale e rispettare gli impegni che il Comune di Venezia ha assunto aderendo alla campagna “Plastic free challenge”.

LA FESTA
Nonostante la cancellazione dello spettacolo pirotecnico, sarà comunque grande animazione diffusa. Il Redentore entrerà nel vivo ufficialmente venerdì 17 luglio alle ore 20.30 con l’apertura del ponte votivo che collega fondamenta delle Zattere con la Giudecca (entrambe impreziosite dalle luminarie): la struttura rimarrà aperta al pubblico fino alla mezzanotte di domenica 19 luglio. Sabato, dalle ore 19, il Canal Grande e il Bacino di San Marco si trasformeranno in un grande palcoscenico solcato in più momenti da quattro “freschi notturni” che partiranno dalla stazione ferroviaria, toccando Punta della Dogana fino a raggiungere la zona della Giudecca.

ponte votivo madonna della salute di venezia

Proprio per permettere a chi verrà in barca di assistere agli spettacoli, in Canal Grande sarà consentito l’ormeggio lungo le rive pubbliche, garantendo il distanziamento tra i natanti, la distanza a bordo, e la sicurezza della navigazione. Contemporaneamente, ci sarà una serie di concerti diffusi nei vari campi e campielli, in collaborazione con gli esercenti. Verrà inoltre emessa una specifica ordinanza della Capitaneria di Porto che regolerà la presenza di imbarcazioni durante la serata del Redentore in Bacino di San Marco e Canale della Giudecca

Domenica 19, nel canale della Giudecca, spazio alle tradizionali regate: alle 16 sfida tra giovanissimi su pupparini a 2 remi, alle 16.45 in acqua i pupparini a 2 remi e alle 17.30 “clou” con le gondole a 2 remi. A seguire, la messa votiva nella Chiesa del Redentore, officiata dal patriarca Francesco Moraglia.

Redentore, Concerto di Musica Sacra a Venezia, Chiesa del S.S. Redentore

In caso di afflusso molto sostenuto la Polizia locale potrà dirottare il traffico pedonale o istituire sensi unici pedonali o, ancora, transennare alcune aree e istituire divieti o obblighi temporanei.

Il Comune di Venezia attiverà servizi straordinari di pulizia la notte tra sabato e domenica.

Da venerdì sera fino a domenica, infine, sarà attivata la linea sostitutiva del Ferry San Nicolò – Punta Sabbioni con due corse all’andata e due il pomeriggio per il ritorno. Organizzato anche un ferry straordinario dal Tronchetto fino agli Alberoni riservato a pedoni e ciclisti (dettagli sul sito di Avm/Actv).

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Frecce tricolori su Venezia: io non le gradisco e il mio cane ha paura”. Lettere al giornale

Gentile cronista, la prego di pubblicare quanto segue. Le Frecce Tricolori a Venezia oggi (venerdì 28 maggio, ndr) sono passate ripetutamente con sorvoli verosimilmente bassi, tanto che mi tremavano i vetri della casa. Avevo letto che la loro esibizione è domani (sabato 29...

“So venexian de aqua, abito in campagna, Venezia resta la mia città”. Lettere

In risposta alla letterea: "Go fato ben a andar via (da Venezia) chea volta e no me dispiaxe proprio”. So venexian de aqua... nato nei anni cinquanta... abito in campagna a Mestre... sì, Mestre per i venexiani... se campagna... anca Mian e...

Escort: quello che i veneziani vogliono. I racconti di Silvia, escort di Venezia

Chi sono i clienti delle escort a Venezia? Lo racconta una delle prime escort in classifica del sito di Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa. Silvia di Venezia, che esercita la professione nella città lagunare da...

“I televirologi che ci avevano promesso l’immunità col vaccino…”. Lettere

Dal mese di dicembre, televirologi, burocratici della sanità pubblica e chi ha fatto del virus misteriosamente arrivato dalla Cina (e mai isolato) una prolifica professione, stanno cadendo come pere dagli alberi. Gli interessati adoratori del Dio vaccino, si accorgono o fingono...

Carabinieri chiudono noto bar-ristorante di Venezia

I Carabinieri del Nucleo Natanti di Venezia, al termine di accertamenti eseguiti con l’ausilio della Compagnia Carabinieri di Venezia, di tecnici dell’Ufficio Salvaguardia del Provveditorato Provinciale alle Opere Pubbliche per il Veneto e della Polizia Locale, hanno posto sotto sequestro...

Storia di un albero. Oggi abbattuto in funzione di chissà quali esigenze, San Basilio è meno bella ora

"È stato un uomo, più di settant’anni fa a impiantare quel pioppo su quell’angolo di San Basilio. Quell’uomo era mio padre. Mia madre diceva a noi figlie, quello è l’albero che ha fatto nascere vostro padre e noi ai nostri figli, quello è l’albero che ha impiantato il nonno e i figli ai loro figli, quello è l’albero del bisnonno..."

Escort: quello che i veneziani vogliono. I racconti di Silvia, escort di Venezia

Chi sono i clienti delle escort a Venezia? Lo racconta una delle prime escort in classifica del sito di Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa. Silvia di Venezia, che esercita la professione nella città lagunare da...

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...

8 Marzo dedicato alla Coreografa Luciana De Fanti. Di Andreina Corso

Se Italo Calvino ci perdona, se lo copiamo e ci lascia dire: se una sera d’inverno a Mestre una Grande Donna, un’Artista, una Ballerina, una Coreografa e una animalista ricorda suo figlio Omar Caenazzo, morto prematuramente in un incidente stradale, quella...

Malattia durante le ferie del lavoratore dipendente. Che fare?

Innanzitutto, ringrazio la Voce di Venezia per avermi concesso questa rubrica in materia di diritto del lavoro. Sovente i media menzionano parole come TFR, licenziamento per giusta causa, parasubordinazione, contratti collettivi e infinite altre, dando per scontato il loro significato. In realtà,...

Sciopero Actv a Venezia: la gente “assalta” il motoscafo che fa finecorsa [video]

Qualcuno a bordo già lo sospettava: quel motoscafo era "anonimo", cioè senza cartello di linea. In più, ad ogni fermata precedente (Tre Archi, Madonna dell'Orto, ecc..), il marinaio ripeteva diligentemente "Solo Fondamente Nove", quindi assomigliava in tutto e per tutto ad...

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...