24 C
Venezia
domenica 01 Agosto 2021

Rapina alla gioielleria di Piazza San marco con i fumogeni: presi responsabili

Homerapina a mano armataRapina alla gioielleria di Piazza San marco con i fumogeni: presi responsabili

Si tratta di una rapina “tentata” che è diventata subito celebre per le modalità con cui è stata perpetrata.
In un attimo il cielo si oscurò e la Piazza, vicino al Campanile di San Marco, precipitò in mezzo a buio e nebbia.
Mai si erano visti fumogeni in Piazza San Marco: i rapinatori li avevano lanciati come parte di un piano per creare disorientamento.
Ciò non vuol dire, però, che le indagini non proseguissero in sordina.
Ed è così che oggi si apprende che, grazie ad una articolata indagine internazionale denominata “SAN MARCO”, durata tre anni e coordinata da EUROPOL, i Carabinieri del Nucleo Investigativo e della Compagnia di Venezia, unitamente ai colleghi della Polizia Francese, Austriaca, Estone e Finlandese, hanno individuato gli autori.

La tentata rapina a mano armata è dunque quella nota alla Gioielleria Damiani di piazza San Marco avvenuta il 17.03.2017.
Proprio le forze dell’ordine ricordano come nel corso della stessa i malviventi utilizzarono due bombe fumogene come diversivo (una venne collocata sotto la torre campanaria) tanto da far pensare ad un attentato terroristico.

Secondo quanto appreso i ladri fanno parte di una banda estone dedita alle rapine in gioiellerie di lusso in Europa.
Un’organizzazione che ha già realizzato bottini per oltre un milione di euro.
Sono stati 8 gli arresti eseguiti in Austria, Estonia e Finlandia, di cui 5 su Mandato d’arresto europeo.

Ulteriori particolari verranno forniti nel corso di una conferenza stampa che si terrà oggi.

» leggi anche: “Tentata rapina alla gioielleria Damiani con i fumogeni: scene da film in Piazza San Marco

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.