-2.2 C
Venezia
giovedì 28 Gennaio 2021

Quando la Speranza ci viene a trovare. Di Andreina Corso

Home Libri Quando la Speranza ci viene a trovare. Di Andreina Corso
sponsor

Acquistare i nuovi libri per l'anno scolastico: lo strapotere dei supermercati. Resistono le librerie

sponsor

Speranza, questo il titolo del libro del filosofo Giuseppe Goisis a inoltrarci in un cammino del pensiero che abbraccia e accarezza l’anima disorientata dell’uomo, per seminare la terra di un sacro sentire che avvolge l’affanno della vita, con le sue paure, le sue ansie e insieme per intravedere la luce della speranza. Una luce con i suoi chiaroscuri e le sue illusioni, una stella per un cuore pietrificato da una speranza morta, senza apparente futuro.

commercial

L’Autore nella postfazione ci affida un sentimento struggente e intraducibile quando scrive: “Questo libro è stato concepito e scritto nei mesi precedenti all’emergenza Covid 19 e arriva in libreria quando ancora le tenebre di questa sorta d’incubo non si sono dissipate, ma si manifesta solo un timido risveglio […]. Quel che è avvenuto ribadisce l’estrema necessità della speranza come virtù, come virtù che implica, nei travagli quotidiani, la pazienza e il coraggio”.

Il libro, fin dalle prime pagine rivela l’incontro con un universo variegato di sentimenti e di turbamenti che premono sulle emozioni umane. Attraverso una rigorosa rivisitazione della storia del pensiero filosofico, religioso, artistico e storico, la Speranza ci viene a trovare, diventa corpo, possiamo toccarla, darle voce e ascolto. La sua è una dialettica della concordia, il linguaggio e la ricerca non implicano il giudizio e ancor meno il pregiudizio.

Non sapevamo che la Speranza fosse così vicina al cuore e tuttavia legata alla ragione: si è ripresentata proprio in queste difficili giornate che ci costringono a implorarla, che ci inducono a resistere, a opporci al male e alla malattia.

Il virus, come la civetta di Hegel, ha iniziato il suo volo al crepuscolo e l’uccello sacro di Minerva, dea della sapienza, osserva il declino delle coscienze esposte alla malattia e alla morte. Le osserva dall’alto, le vede mentre cercano una via di fuga, un rifugio per consolare la paura, un ripostiglio lontano dal contagio.

La Speranza dell’Autore, veste abiti semplici, essenziali, dà voce ai deboli, agli sconfitti, si occupa degli invisibili, degli ultimi della terra. Ricorda il Diogene raffigurato nell’affresco “Scuola di Atene” che Raffaello volle dipingere: semi sdraiato sui gradini indossa un abito lacero, azzurro e ha con sé una ciotola che secondo un famoso aneddoto era l’unico bene che aveva tenuto dopo essersi disfatto di tutto il resto ma che non esitò a buttare via quando vide un bambino bere con le mani. Si coglie un significativo legame artistico ed esistenziale fra Diogene e la Speranza vissuta dal prof. Giuseppe Goisis: semplicità come necessità del vivere, la coerenza, la fede limpida e fiduciosa verso l’altro.

Dare speranza, essere speranza, perché ci dice l’autore, in ogni lingua e cultura esistono termini che indicano la speranza, a comprovare l’universalità di tale dimensione. È la vita che vuole se stessa a dirsi speranza, perché essa è un robusto sostegno ai fili fragili dell’esistere.
La speranza non è una chimera, un sogno, essa è fatica, impegno, coscienza del perché dell’esistere. Interpella il sacro che in noi si cela, quando non si rivela.

La speranza come passione del possibile, ma anche aspirazione dell’impossibile. L’autore ci suggerisce la cura di un’energia virtuosa, percorre periodi storici e pensatori di ogni tempo, cita papa Francesco e la sua raccomandazione “Non fatevi rubare la speranza”. Intense Le pagine dedicate al Cristianesimo, al Padre Nostro, al pane come nutrimento del corpo e dell’anima dell’uomo e quel doloroso ‘non ancora’ che precede sconosciuto il languore della speranza.
E noi tutti dentro questo ‘non ancora’ quando l’attesa resiste e la trepidazione ci spinge verso il bene per coglierne la bellezza e l’universalità.

L’autore cita, fra i tanti pensatori di ogni epoca, la filosofa Maria Zambrano che introduce parlando della speranza la metafora del ponte, capace di innalzarsi sopra ogni situazione: “C’è una speranza infatti che non spera nulla, che si alimenta della propria incertezza, la speranza creatrice, quella che estrae la sua forza dal vuoto, dall’avversità, dall’opposizione. È la speranza che crea stando sospesa, quella che fa emergere la realtà ancora inedita: la speranza rivelatrice, sostanza di cose sperate”.

Eppure la speranza è anche un faro per una barca che affronta la tempesta. Come affrontare il mare e giungere a terra? Il cuore dell’autore si apre e sembra prenderci per mano quando scrive: “Lascerei al lettore di esplorare i luoghi in cui quotidianamente avviene il naufragio della speranza, mi limito a segnalare alcuni di questi luoghi: dove c’è miseria e degrado, dove c’è dipendenza, nelle carceri, usate drammaticamente come discarica sociale. E ancora […] dove i migranti provenienti da mondi lontani e in fuga dalla miseria e dalla guerra vengono odiati e umiliati, invece che accolti e ospitati”.

Per dar credito al futuro, perseveriamo nel credere e pensare che anche la speranza sia figlia dell’amore e che nel suo nome, l’impossibile diventi possibile. Nell’attesa sappiamo che il virus ci verrà ancora a trovare e sarà opportuno interrogarci, chiederci chi eravamo prima della sua venuta e chi siamo ora, che la minaccia ci ha interpellati. Siamo umanamente migliorati? Cosa è cambiato in noi, per noi e per gli altri? Il mondo ha fame di spiritualità, scrive Goisis nella postfazione: “C’è chi dice che conosceremo l’alba fulgente di una nuova umanità, di quella fratellanza che si era più o meno smarrita, e chi dice che ne usciremo ancora più spietati, curvi ognuno sul proprio istinto di sopravvivenza”. La Speranza persegue instancabile il suo cammino anche quando nel cielo muto non brillano le stelle.

Andreina Corso

Speranza di Giuseppe Goisis – Collana: Parole allo specchio. Giugno 2020
Edizioni Messaggero Padova
Giuseppe Goisis, già docente ordinario di filosofia politica all’Università Ca’ Foscari di Venezia, è impegnato sul versante dei diritti umani, collaborando con il Centro studi diritti dell’uomo e con l’Ateneo Veneto. È autore di monografie su temi e autori di diritto politico: Sorel e i soreliani (1983); Mounier il labirinto personalista (1989); Eirène (2000); Il pensiero politico di Rosmini (2010); I volti moderni di Gesù (a cura – 2013); Dioniso e l’ebbrezza della modernità (2016); Hitler e il nazismo 2016 e Tommaso Moro 2019, distribuiti con il Corriere della Sera.

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Altro bambino di 9 anni muore con la corda al collo. Social, sfida, gioco: qual è la matrice di questa follia?

Un altro bambino, questa volta di 9 anni, è morto impiccato in casa. Espressione dura che descrive tutta la crudezza di questa follia che...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...
commercial

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Covid: pazienti morti per colpa del medico? Dottore arrestato per improprio uso farmaci

Pazienti morti non per il Covid ma per colpa del medico? Un dottore è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari per questa ipotesi. Va...

Coronavirus Venezia, la seconda ondata si sta ritirando

Coronavirus Venezia e provincia, la seconda ondata da segni di regressione. Il primo segno si può interpretare con il tasso di occupazione dei posti letto. I...

Giovane fermato alla guida, ma non ha mai preso la patente. In auto droga e Taser

Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre attenta e presente nei controlli coordinati del centro città e periferia. Tra i vari reati accertati ieri la condotta grave...
sponsor

All’esame di guida con l’equipaggiamento da spia: due suggeritori fuori davano risposte

A quanto pare in questo periodo gli stranieri le studiano tutte per superare l'esame di scuola guida senza la fatica di imparare. Dopo il nigeriano...

Andamento pandemia: casi in crescita oggi del 50%

Andamento pandemia in piena fase altalenante. Dopo un trend che tutti avevano definito 'di regressione' tornano ad aumentare i numeri oggi. Sono 15.204 i test...

Zuppa conservata male origina botulino: 40enne in rianimazione

Un uomo di 40 anni ha mangiato una zuppa scongelata ed è finito all'ospedale per intossicazione da botulino. L'incidente, che non ha responsabili se...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...
commercial

Anziana in stato confusionale voleva buttarsi in acqua di notte alle Fondamente Nove

Delicato intervento della Polizia di Stato alle tre di notte tra domenica e lunedì. Il soccorso ha riguardato una anziana signora che sembrava volersi buttare...

Piazza Ferretto: sfonda vetrina con un tombino per rubare bottiglie esposte

Una pattuglia del Reggimento Lagunari Serenissima, impegnata nel servizio Strade Sicure, ha bloccato ieri sera un uomo che dopo aver sfondato la vetrina di...

ZENO di Lorella Del Gesso [concorso letterario]

Il mio nome è Zeno, la mia età cinque anni. Vivo con Eleonora, che è la mia mamma, e Alan, il suo compagno, con cui...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Ancora Legge n. 104. Cosa posso fare e non posso fare durante i giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap. Quali...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.