Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
5.7C
Venezia
martedì 02 Marzo 2021
HomeAccoglienzaI profughi di Cona in Marcia per la loro e nostra dignità

I profughi di Cona in Marcia per la loro e nostra dignità

I profughi di Cona in Marcia per la loro e nostra dignità
È la voce di Papa Francesco, che dice, suggerisce consola ed incoraggia ad aver dato forza e speranza ai profughi che si sono ribellati alla prigione di Cona: si sono messi in cammino per dire a tutti noi, eccoci, siamo esseri umani, guardateci, da anni vi imploriamo, immedesimatevi nella nostra storia e condividetene l’ odissea.

E si sono messi in marcia verso Venezia, mentre qualcosa è mutato in noi, a beneficio di una presa di coscienza collettiva sui reali bisogni dei migranti, si stanno spalancando le porte delle parrocchie e loro ci credono al loro nuovo cammino.

Devono ringraziare il prefetto, che ha scelto di accompagnare i destini di chi viveva nell’ex base di Conetta, ora in marcia per la dignità, come ha detto il sociologo Gianfranco Bettin “un piccolo Selma nel cuore del Veneto”, ricordando una primavera del 1965, quando un gruppo di manifestanti, guidati dal reverendo Martin Luther King, scelsero la cittadina di Selma in Alabama, nel profondo sud degli Stati Uniti, per manifestare pacificamente contro gli impedimenti opposti ai cittadini afroamericani nell’esercitare il proprio diritto di voto.

E’ un vento etico e coraggioso: 250 migranti che hanno messo insieme il Patriarca Francesco Moraglia, i centri sociali, il mondo del volontariato, i libertari di ogni dove, in un cambiamento salutare di prospettiva politica e sociale che spiazza tutti i razzismi, l’indifferenza, le riserve cautelari di una parte di Paese che proprio non le vede queste persone, le sente come un insulto, un abuso, ma i tempi non sono poi così bui e la coscienza si è ribellata e il corteo ha individuato una strada.

Non sanno bene come andrà a finire, ma certamente non si torna indietro. Sono stati bloccati a Campolongo dalla polizia, qualche tensione, fa freddo, si intuisce ugualmente che la strada è in salita, la Caritas ha fatto come sempre la sua parte, un caffè caldo, una brioche, a volte ti cambiano la vita.

E ti inducono a marciare ancora, stanno riprendendo le forze, si sentono liberi e responsabili della loro vita. Saranno le stanze delle parrocchie e altre soluzioni dignitose a dar corso ad un mutamento storico, quello di una società che non permette che la gente viva in inferno, non sta a guardare, sceglie sapendo che la forza del bene supera di gran lunga quella dell’odio razziale e dell’ignoranza.

Andreina Corso

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.