19.8 C
Venezia
mercoledì 28 Luglio 2021

Persona morta in acqua scoperta alla Giudecca

HomeCorpo in acquaPersona morta in acqua scoperta alla Giudecca

Una persona morta in acqua è stata scoperta giovedì mattina alla Giudecca.
Si tratta di un corpo avvistato mentre galleggiava a pelo d’acqua.
Secondo una prima ipotesi si tratterebbe di una persona morta probabilmente per annegamento.
L’avvistamento questa mattina all’isola della Giudecca.
La corrente stava portando il cadavere verso est.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo natanti che hanno assicurato il corpo al natante.
Il cadavere è stato poi ripescato e portato a terra nei pressi del Redentore.
Al momento non è ancora nota l’identità della vittima.

Nel corso del pomeriggio è stata scoperta l’identità della persona deceduta.
Si tratta di una signora, pensionata, residente nell’isola.
Ulteriori indagini sono in corso ma una ipotesi riguarderebbe anche un possibile gesto volontario.

Non è purtroppo infrequente il capitare di questi eventi nella nostra città, quasi sempre dovuti a cause naturali.
Solo dieci giorni fa l’ultimo episodio quando a Lido, nello spazio di mare dirimpetto all’Hotel Excelsior, è stato avvistato un corpo senza vita.
Le successive indagini hanno permesso di stabilire che si trattava di un decesso sopraggiunto per cause naturali, verosimilmente in seguito ad un malore.
L’uomo, un pensionato residente a Lido, quella mattina si era recato, come altre volte, nella zona degli scogli vicina all’Excelsior per raccogliere mitili e un malore lo aveva fatto cadere in acqua.
Successivamente il corpo era stato trasportato dalla corrente che ne ha spinto il cadavere fino a farlo arrivare davanti ai vicini stabilimenti balneari.
Qui il corpo era stato notato da alcuni passanti. La salma è stata poi recuperata dai Vigili del Fuoco, assieme agli operatori sanitari del Suem.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.