Paese (TV): evade dai domiciliari per andare a fare stalking

500

Autobus incendiato in A4, inviate psicologhe in supporto ad agenti e vittime

Chissà se questo arresto redimerà la voglia di continuare a tormentare l’ex fidanzata, a renderle la vita impossibile.
L’uomo, un trevigiano di 42anni agli arresti domiciliari a Paese, ha continuato a preoccupare la sua ex di Scorzè, che ha ricevuto un ennesimo sms con l’avvertimento che a poco sarebbe arrivato a casa sua.

La donna ha pensato bene di avvertire la Polizia che si è attivata prontamente. Una pattuglia guidata dal comandante Lino Pavanetto si è recata sotto casa dell’ex fidanzata, là è stato individuato lo stalker e dichiarato nuovamente lo stato di arresto.

Questo comportamento, che si aggiunge a lunghi periodi di molestie nei confronti della donna, gli costerà caro. Dagli arresti domiciliari, assegnati per spaccio di stupefacenti, che gli consentivano unicamente di recarsi al lavoro e di tornare a casa ogni giorno, al carcere, per ora per il reato di evasione. Questo l’esito di una storia tormentata, che lui voleva continuasse a tutti i costi, anche se la sua ex gli aveva detto e dimostrato che era finita.

L’insistenza dei comportamenti ossessivi dell’uomo, ha portato la donna a vivere con ansia e paura la sua quotidianità, sempre minata da una insistenza che poteva portare a conseguenze assai peggiori, come purtroppo si continua a leggere nelle esperienze di cronaca di tutti i giorni.

Ma la sua determinazione ad impedirlo e a denunciare il fatto, è stato lo spartiacque che le ha restituito la tranquillità.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here