31.4 C
Venezia
giovedì 29 Luglio 2021

Il sindaco di Venezia compra una quota per Poveglia

HomeNotizie Venezia e MestreIl sindaco di Venezia compra una quota per Poveglia

isola di poveglia venezia

L’obiettivo è comune e condiviso: entrare nella disponibilità dell’isola di Poveglia, oggi in proprietà del Demanio, per riconsegnarla alla città nella massima fruizione pubblica.

Con questo presupposto il sindaco di Venezia ha voluto incontrare alcuni referenti dell’associazione “Poveglia per tutti” ai quali ha dato la massima disponibilità e sostegno per un’iniziativa “importante, meritoria e condivisibile”. “Vi invito – ha detto il sindaco – a utilizzare tutti gli strumenti che l’Amministrazione comunale può offrire raccordandoci sulla soluzione più efficace per arrivare insieme alla disponibilità dell’isola”.

Il sindaco ha invitato l’associazione ad andare avanti nel progetto di sottoscrizione e dunque di partecipazione all’asta prevista dal Demanio, parallelamente, in attesa dell’esito della gara, il Comune provvederà alla richiesta formale di trasferimento in base alla normativa sul federalismo demaniale.

Le due strade da intraprendere, non concorrenti, si trovano – ha spiegato ancora – unite nella medesima finalità di consegnare l’isola alla città scongiurando il pericolo di eventuali usi impropri che possano determinarsi dalla gara stessa.

Il sindaco ha infine aderito formalmente alla sottoscrizione lanciata dall’associazione.

L’Associazione di veneziani che si è costituita per battersi all’asta pubblica per acquisire la concessione per 99 anni dell’isola di Poveglia a Venezia, è in crescente sviluppo: «Abbiamo ricevuto lettere da ogni parte del mondo, e da ogni parte d’Italia lettere di persone che amano Venezia, che sostengono il nostro progetto di una Poveglia verde ed ecosostenibile, e soprattutto che vogliono quei giardini restituiti alla gente e liberamente fruibili. Le lettere più toccanti per noi sono quelle di discendenti di emigrati, ci hanno scritto anche nipoti di ex custodi dell’isola e di persone che a vario titolo ci hanno lavorato nel passato» spiegano i promotori dell’iniziativa.

Redazione

[28/04/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.