Obama “Matrimoni gay liberi in tutti stati”

ultimo aggiornamento: 28/10/2015 ore 06:26

131

Obama matrimoni gay

Lo ha chiesto il presidente Obama, matrimoni gay liberi in tutti gli stati. “La Costituzione richiede a tutti gli stati di riconoscere le nozze fra lo stesso sesso”.

E’ questo il messaggio – riporta il Wall Street Journal – inviato dall’amministrazione Obama alla Corte Suprema in vista della maratona che si aprirà il 28 aprile quando proprio la Corte Suprema stessa si troverà a dover esaminare i ricorsi presentati contro il bando delle nozze gay in quattro stati.


La discriminazione contro le coppie gay “invia il chiaro messaggio che le coppie dello stesso sesso e i loro figli sono famiglie di seconda classe, che non meritano il riconoscimento e i benefit che sono garantiti alle coppie di sesso opposto” afferma il Dipartimento della Giustizia rivolgendosi alla Corte Suprema. “I divieti non possono riconciliarsi con la fondamentale garanzia costituzionale che garantisce uguali protezioni davanti alla legge”.

I divieti alle nozze fra lo stesso sesso sono “incompatibili con la Costituzione” perché “escludono una classe di esseri umani a lungo maltrattata da uno status legale e sociale” afferma il Dipartimento di Giustizia nella documentazione consegnata alla Corte Suprema. I gay e le
lesbiche nel corso della storia americana “hanno incontrato numerose barriere pubbliche e private, simboliche e reali, che hanno prevenuto loro da una piena e libera partecipazione alla vita americana”. I divieti ai matrimoni fra lo stesso sesso “impongono danni concreti” alle coppie gay, mette in evidenza il Dipartimento della Difesa, precisando che come uno stato non può proibire i matrimoni fra individui di razze differenti, allo stesso modo non può proibire nozze fra individui dello stesso sesso.

Redazione


07/03/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here