COMMENTA QUESTO FATTO
 


“Abbiamo dato mandato alle Ater di valutare eventuali correttivi alla normativa o al regolamento, per tutelare anziani e disabili che hanno risparmiato cifre non superiori ai 100 mila euro per far fronte alle necessità future, e che non devono essere penalizzati”.

Così ha dichiarato l’assessore regionale al Sociale, Manuela Lanzarin, intervenendo alla seconda Commissione consiliare in merito alla nuova legge regionale sull’edilizia residenziale pubblica, sulla quale sono note le proteste per aumenti nei canoni di affitto e rischi di sfratti per molti inquilini.

Per Lanzarin gli obiettivi principali della legge sono “garantire equità in ordine alle agevolazioni a fronte del possesso di risorse finanziarie significative, favorire la rotazione degli alloggi, abbandonare il tradizionale criterio del ‘solo reddito’ a difesa del welfare. La Legge tutela i nuclei monoreddito con figli – ha puntualizzato – le persone più fragili, risponde al bisogno di casa”.

Secondo invece il capogruppo del Pd Stefano Fracasso, insieme ai consiglieri Graziano Azzalin, Bruno Pigozzo, Claudio Sinigaglia e Andrea Zanoni, “le audizioni di oggi confermano la necessità di rivedere profondamente e urgentemente la legge. Aver generalizzato la situazione di pochi furbetti, mettendoli alla berlina come se fossero la totalità degli inquilini, ha spostato il bersaglio, nascondendo i problemi: dobbiamo tutelare le fasce più deboli ma ci troviamo con un patrimonio di alloggi Ater invecchiato e con il fallimento del Piano strategico del 2013, tanto che ci troviamo con meno case di cinque anni fa”.

Dai dati illustrati stamani, il Pd sottolinea “il pesante impatto soprattutto sugli anziani e i pensionati. Si è fortemente ridimensionato il numero delle persone che non hanno risposto al questionario, circa 600 di cui la metà a Venezia, ma preoccupano gli oltre 6.000 over 75 che vivono soli e si trovano con un incremento di affitto insostenibile”, con “ben 5.823 ipotesi di decadenza”.

Tra le richieste “un intervento immediato sugli over 70 e nuclei familiari con disabili” e “chiarezza su come si devono comportare gli inquilini prima delle modifiche, che vanno apportate con la massima urgenza”.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here