20 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Tragedia del monossido a Mogliano: morta moglie gravissimo marito

HomeCittà Metropolitana di VeneziaTragedia del monossido a Mogliano: morta moglie gravissimo marito

Tragedia del monossido a Mogliano: morta moglie gravissimo marito

Una coppia di anziani ultraottantenni, Emilia Montagner e Eugenio Ravagnan, residenti al Lido di Venezia che vanno a trovare la figlia, il genero e i nipoti a Mogliano. E’ un piccolo viaggio che fanno spesso e volentieri, per stare vicini in famiglia. Soggiornano in un appartamento adiacente all’abitazione della figlia Paola e tutto sembra svolgersi come di consueto, il pranzo, la cena insieme e poi ognuno a riposare nella propria abitazione.
Un silenzio lungo ed inusuale spinge la figlia il giorno dopo a bussare alla porta dei genitori. Nessun cenno, nessuna telefonata: il silenzio insospettisce la famiglia che chiede l’intervento dei vigili del fuoco.

A fatica i soccorritori riescono ad assistere l’anziano padre, mentre per la mamma, purtroppo, non c’è più niente da tentare. Si comprende subito che si tratta di un malfunzionamento della caldaia che ha sprigionato monossido di carbonio, nonostante fosse stata inserita di recente nell’appartamento, che una volta debitamente restaurato doveva essere destinato, in futuro, al nipote.

Pronto e sollecito l’intervento dell’ambulanza dell’ospedale di Ca’ Foncello, che ha condotto l’anziano al Pronto Soccorso, per poi traferirlo in camera iperbarica.

Ora saranno le perizie a stabilire perché la caldaia non abbia funzionato, mentre rimane struggente il dolore della famiglia che mai si sarebbe aspettata di vivere una situazione così sconvolgente e definitiva.

Quelle visite dei genitori erano preziose anche per i nipoti, ai quali sarà difficile spiegare perché quella bella e consueta occasione familiare si sia trasformata in una tragedia.

Andreina Corso

11/11/2016

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.